Principale Lesioni

La struttura del cervello - di cui ogni dipartimento è responsabile?

Il cervello umano è un grande mistero anche per la biologia moderna. Nonostante tutti i successi nello sviluppo della medicina, in particolare, e della scienza in generale, non possiamo ancora rispondere chiaramente alla domanda: "Come pensiamo?" Inoltre, non è possibile distinguere la differenza tra la coscienza e il subconscio, identificare chiaramente la loro posizione, e ancora di più,.

Tuttavia, per chiarire alcuni aspetti per se stessi, anche le persone distanti dalla medicina e dall'anatomia ne valgono la pena. E questo è particolarmente vero durante il periodo di coronavirus. In effetti, secondo alcuni rapporti: in un terzo dei pazienti, il virus infetta il sistema nervoso centrale. E questo vale per il cervello. Puoi guardare le statistiche dei casi di infezione da coronavirus in Russia su un sito specializzato - coronavirus online. Pertanto, in questo articolo considereremo la struttura e la funzionalità del cervello.

Definizione del cervello

Il cervello non è solo una prerogativa umana. La maggior parte degli animali cordati (che includono l'homo sapiens) possiede questo organo e gode di tutti i suoi vantaggi come punto di riferimento per il sistema nervoso centrale.

Come funziona il cervello

Il cervello è un organo poco studiato a causa della complessità del design. La sua struttura è ancora oggetto di controversie nel mondo accademico..

Tuttavia, ci sono tali fatti di base:

  1. Il cervello di un adulto è composto da venticinque miliardi di neuroni (circa). Questa massa costituisce la materia grigia..
  2. Esistono tre shell:
    • Solido;
    • morbido;
    • Ragnatela (canali di circolazione del liquido cerebrospinale);

Svolgono funzioni di protezione, responsabili della sicurezza durante gli impatti e di qualsiasi altro danno.

Successivamente, iniziano i punti controversi nella scelta di una posizione di revisione..

Nell'aspetto più comune, il cervello è diviso in tre dipartimenti come:

Non si può non illuminare un'altra visione diffusa di questo organo:

  • Finale (emisfero);
  • Intermedio;
  • Posteriore (cervelletto);
  • Medio;
  • Oblong;

Inoltre, è necessario menzionare la struttura del cervello finale, gli emisferi uniti:

Funzioni e compiti

Un argomento piuttosto complicato per la discussione, dal momento che il cervello fa quasi tutto ciò che fai (o controlla questi processi).

È necessario iniziare con il fatto che è il cervello che svolge la funzione più elevata che determina la razionalità di una persona come specie - il pensiero. Inoltre elabora i segnali ricevuti da tutti i recettori: visione, udito, profumo, tatto e gusto. Inoltre, il cervello controlla le sensazioni sotto forma di emozioni, sentimenti, ecc..

Ciò che è responsabile di ogni parte del cervello

Come accennato in precedenza, il numero di funzioni svolte dal cervello è molto, molto ampio. Alcuni sono molto importanti perché sono evidenti, altri viceversa. Tuttavia, è tutt'altro che sempre possibile determinare con precisione quale parte del cervello è responsabile di cosa. L'imperfezione anche della medicina moderna è ovvia. Tuttavia, gli aspetti che sono già stati sufficientemente esplorati sono presentati di seguito..

Oltre ai vari dipartimenti che sono evidenziati in paragrafi separati di seguito, è necessario menzionare solo alcuni dipartimenti, senza i quali la tua vita diventerebbe un vero incubo:

  • Il midollo allungato è responsabile di tutti i riflessi protettivi del corpo. Ciò include starnuti, vomito e tosse, nonché alcuni importanti riflessi.
  • Il talamo è un traduttore di informazioni sull'ambiente e sullo stato del corpo ricevute dai recettori in segnali comprensibili all'uomo. Quindi, controlla dolore, muscoli, uditivi, olfattivi, visivi (parzialmente), temperatura e altri segnali che entrano nel cervello da vari centri.
  • L'ipotalamo controlla semplicemente la tua vita. Tiene un dito sul polso, per così dire. Regola la frequenza cardiaca. A sua volta, ciò influisce anche sulla regolazione della pressione sanguigna, la termoregolazione. Inoltre, l'ipotalamo può influenzare la produzione di ormoni in caso di stress. Controlla anche sentimenti come fame, sete, sessualità e piacere.
  • Epithalamus: controlla i tuoi bioritmi, ovvero consente di addormentarti di notte e sentirti allegro durante il giorno. Inoltre, è anche responsabile del metabolismo, "gestendo".

Questo non è un elenco completo, anche se aggiungi qui quello che leggi di seguito. Tuttavia, la maggior parte delle funzioni sono visualizzate e, come per gli altri, le controversie sono ancora in corso..

Emisfero sinistro

L'emisfero cerebrale sinistro è il controller di funzioni come:

  • Discorso orale;
  • Diversi tipi di attività analitica (logica);
  • Calcoli matematici;

Inoltre, questo emisfero è anche responsabile della formazione del pensiero astratto, che distingue le persone dalle altre specie di animali. Controlla anche il movimento degli arti di sinistra..

Emisfero destro

L'emisfero cerebrale destro è una specie di disco rigido umano. Cioè, è lì che si conservano i ricordi del mondo intorno a te. Ma tali informazioni di per sé sono di scarsa utilità e quindi, insieme alla conservazione di questa conoscenza, gli algoritmi per l'interazione con vari oggetti del mondo circostante basati sull'esperienza passata sono anche conservati nell'emisfero destro.

Cervelletto e ventricoli

Il cervelletto è, in una certa misura, una derivazione della giunzione del midollo spinale e della corteccia cerebrale. Questa posizione è abbastanza logica, perché consente di ottenere informazioni duplicate sulla posizione del corpo nello spazio e sulla trasmissione dei segnali ai vari muscoli.

Il cervelletto si occupa principalmente di regolare costantemente la posizione del corpo nello spazio, essendo responsabile di movimenti automatici, riflessi, e di azioni coscienti. Pertanto, è la fonte di tale funzione necessaria come il coordinamento dei movimenti nello spazio. Potresti essere interessato a leggere su come controllare il coordinamento..

Inoltre, il cervelletto è anche responsabile della regolazione dell'equilibrio e del tono muscolare, mentre lavora con la memoria muscolare..

Lobi frontali

I lobi frontali sono una specie di cruscotto del corpo umano. Lei lo sostiene in posizione verticale, permettendogli di muoversi liberamente.

Inoltre, è proprio a causa dei lobi frontali che la curiosità, l'iniziativa, l'attività e l'indipendenza di una persona sono "calcolate" al momento di prendere qualsiasi decisione.

Una delle funzioni principali di questo dipartimento è anche l'autostima critica. Quindi, questo rende i lobi frontali una parvenza di coscienza, almeno in relazione ai marker sociali di comportamento. Cioè, eventuali deviazioni sociali inaccettabili nella società non passano il controllo del lobo frontale e, di conseguenza, non sono soddisfatte..

Qualsiasi lesione in questa parte del cervello è irta di:

  • disturbi comportamentali;
  • cambiamenti d'umore;
  • inadeguatezza generale;
  • insensatezza delle azioni.

Un'altra funzione dei lobi frontali sono le decisioni arbitrarie e la loro pianificazione. Inoltre, lo sviluppo di varie competenze dipende dall'attività di questo dipartimento. La quota dominante di questo dipartimento è responsabile dello sviluppo del linguaggio e del suo ulteriore controllo. Altrettanto importante è la capacità di pensare in modo astratto..

pituitario

La ghiandola pituitaria è spesso chiamata appendice cerebrale. Le sue funzioni sono ridotte alla produzione di ormoni responsabili della pubertà, dello sviluppo e del funzionamento in generale.

In effetti, la ghiandola pituitaria è una sorta di laboratorio chimico in cui si decide esattamente come diventerai nel processo di crescita del corpo.

Coordinazione

Il coordinamento, come abilità di navigare nello spazio e di non toccare gli oggetti con diverse parti del corpo in un ordine casuale, è controllato dal cervelletto.

Inoltre, il cervelletto gestisce una tale funzione del cervello come la consapevolezza cinetica - in generale, questo è il più alto livello di coordinazione che consente di navigare nello spazio circostante, rilevando la distanza dagli oggetti e calcolando la capacità di muoversi in zone libere.

Una funzione così importante come il discorso è gestito da più dipartimenti contemporaneamente:

  • La parte dominante del lobo frontale (sopra menzionata), che è responsabile del controllo del parlato orale.
  • I lobi temporali sono responsabili del riconoscimento vocale.

Fondamentalmente, possiamo dire che l'emisfero sinistro del cervello è responsabile della parola, se non prendiamo in considerazione la divisione del cervello finito in vari lobi e dipartimenti.

emozioni

La regolazione emotiva è l'area sotto il controllo dell'ipotalamo, insieme a una serie di altre importanti funzioni.

In realtà, le emozioni non si creano nell'ipotalamo, ma è lì che si produce l'effetto sul sistema endocrino umano. Dopo che è stato sviluppato un certo insieme di ormoni, una persona sente qualcosa, tuttavia, il divario tra gli ordini dell'ipotalamo e la produzione di ormoni può essere completamente insignificante.

Corteccia Prefrontale

Le funzioni della corteccia prefrontale si trovano nel campo dell'attività mentale e motoria del corpo, che è correlato con obiettivi e piani futuri.

Inoltre, la corteccia prefrontale svolge un ruolo significativo nella creazione di schemi mentali, piani e algoritmi d'azione complessi..

La caratteristica principale è che questa parte del cervello non "vede" la differenza tra la regolazione dei processi interni del corpo e il seguire il quadro sociale del comportamento esterno.

Quando ti trovi di fronte a una scelta difficile, che è apparsa principalmente a causa dei tuoi pensieri contraddittori, ringrazia la corteccia prefrontale per questo. È lì che viene effettuata la differenziazione e / o l'integrazione di vari concetti e oggetti.

Anche in questa sezione è previsto il risultato delle tue azioni e viene effettuato un aggiustamento rispetto al risultato che desideri ottenere.

Pertanto, stiamo parlando di controllo volitivo, concentrazione sul tema del lavoro e regolazione emotiva. Cioè, se sei costantemente distratto durante il lavoro, non puoi concentrarti, significa che la conclusione fatta dalla corteccia prefrontale è stata deludente e non puoi ottenere il risultato desiderato in questo modo.

L'ultima funzione comprovata della corteccia prefrontale è uno dei substrati della memoria a breve termine..

Memoria

La memoria è un concetto molto ampio, che include descrizioni di funzioni mentali superiori che consentono di riprodurre le conoscenze, le abilità e le capacità acquisite in precedenza al momento giusto. Tutti gli animali superiori lo possiedono, tuttavia, è più sviluppato, naturalmente, nell'uomo..

Il meccanismo d'azione della memoria è il seguente: nel cervello, una certa combinazione di neuroni è eccitata in una sequenza rigorosa. Queste sequenze e combinazioni sono chiamate reti neurali. In precedenza, la teoria secondo cui i singoli neuroni sono responsabili dei ricordi era più comune..

Malattie cerebrali

Il cervello è lo stesso organo di tutti gli altri nel corpo umano e quindi sensibile anche a varie malattie. L'elenco di tali malattie è piuttosto ampio..

Sarà più facile considerare se li dividi in più gruppi:

  1. Malattie virali. I più comuni sono encefalite virale (debolezza muscolare, sonnolenza grave, coma, confusione di pensieri e pensieri difficili in generale), encefalomielite (febbre, vomito, compromissione della coordinazione e motilità degli arti, vertigini, perdita di coscienza), meningite (febbre alta, debolezza generale, vomito), ecc..
  2. Malattie tumorali Anche il loro numero è abbastanza grande, sebbene non tutti siano maligni. Qualsiasi tumore appare come lo stadio finale del fallimento nella produzione di cellule. Invece della solita morte e successiva sostituzione, la cellula inizia a moltiplicarsi, riempiendo tutto libero dallo spazio di tessuto sano. I sintomi dei tumori sono mal di testa e crampi. Inoltre, la loro presenza è facilmente determinata da allucinazioni da vari recettori, confusione e problemi con la parola.
  3. Malattie neurodegenerative Per definizione generale, si tratta anche di anomalie nel ciclo di vita delle cellule in diverse parti del cervello. Quindi, la malattia di Alzheimer è descritta come una conduzione alterata delle cellule nervose, che porta alla perdita di memoria. La malattia di Huntington, a sua volta, è il risultato dell'atrofia della corteccia cerebrale. Ci sono altre opzioni La sintomatologia generale è la seguente: problemi di memoria, pensiero, andatura e capacità motorie, presenza di crampi, tremori, crampi o dolori. Leggi anche il nostro articolo sulla differenza tra convulsioni e tremori..
  4. Anche le malattie vascolari sono abbastanza diverse, sebbene, in realtà, si riducano a disturbi nella struttura dei vasi sanguigni. Quindi, l'aneurisma non è altro che una sporgenza del muro di una nave particolare - che non lo rende meno pericoloso. L'aterosclerosi è un restringimento dei vasi sanguigni nel cervello, ma la demenza vascolare è caratterizzata dalla loro completa distruzione.

La parte del cervello responsabile del coordinamento dei movimenti e dell'equilibrio

Ultima lettera di faggio "k"

La risposta alla domanda "La parte del cervello responsabile del coordinamento dei movimenti e dell'equilibrio", 8 lettere:
cervelletto

Cruciverba alternativi per cervelletto

La parte occipitale del cervello

È responsabile dell'equilibrio del corpo e del coordinamento dei movimenti

Parte del tronco encefalico

Una sezione del tronco encefalico situata nella parte posteriore del cranio

Definizione della parola cerebellum nei dizionari

Grande Enciclopedia Sovietica Il significato della parola nel dizionario Grande Enciclopedia Sovietica
il dipartimento del cervello di vertebrati e umani, coinvolto nel coordinamento dei movimenti e nel mantenimento della postura, del tono e dell'equilibrio del corpo; funzionalmente anche associato alla regolazione dell'attività riflessa autonoma, sensoriale, adattiva-trofica e condizionata.

Dizionario Enciclopedico, 1998. Significato della parola nel dizionario Dizionario Enciclopedico, 1998..
parte del tronco encefalico (cervelletto). È costituito dall'antico dipartimento - il verme e il filogeneticamente nuovo - emisferi, sviluppato solo nei mammiferi. Svolge un ruolo guida nel mantenimento dell'equilibrio e del coordinamento del corpo.

Nuovo dizionario esplicativo e derivativo della lingua russa, T. F. Efremova. Il significato della parola nel dizionario Nuovo dizionario esplicativo e derivativo della lingua russa, T. F. Efremova.
m. Parte del tronco encefalico nei mammiferi e nell'uomo, situata nella parte posteriore del cranio e partecipa principalmente alla regolazione dell'equilibrio del corpo e al coordinamento dei movimenti.

Esempi dell'uso della parola cervelletto in letteratura.

Ma quando il padre iniziò a leggere più avanti e scoprì che, capovolgendo il bambino, è una cosa facile per un ostetrico esperto e togliendo le gambe, creeremo condizioni in cui il cervello non farà più pressione cervelletto, e viceversa, cervelletto sul cervello, perché non ci saranno danni - Signore Dio!

A seconda dell'area del cervello, questo peso può variare: in particolare la luce con la tubercolosi cervelletto, e con l'apoplessia, le sezioni mediane sono pesanti3.

Delle cause comuni - danno al ponte cerebrale, cervelletto, midollo allungato, ipofisi, apparato vestibolare.

NEL cervelletto il sistema circolatorio capillare è così sottile che la sfera di sangue passa da sola e lentamente.

Orrore nel cuore della notte, quando sembrava non esserci nulla di sbagliato nel paziente, una terrificante congestione che colpisce principalmente cervelletto e midollo spinale superiore.

Fonte: biblioteca Maxim Moshkov

Le funzioni del cervello umano. Quali parti del cervello sono responsabili di cosa? Struttura del cervello

Il cervello è l'organo principale dell'uomo. Regola l'attività di tutti gli organi, situati all'interno del cranio. Nonostante il costante studio del cervello, molti punti del suo lavoro sono incomprensibili. Le persone hanno una rappresentazione superficiale di come il cervello trasmette informazioni usando un esercito di migliaia di neuroni..

Struttura

La maggior parte del cervello è costituita da cellule chiamate neuroni. Sono in grado di creare impulsi elettrici e trasmettere dati. Perché i neuroni funzionino, richiedono la neuroglia, che insieme sono cellule ausiliarie e costituiscono la metà di tutte le cellule del sistema nervoso centrale. Un neurone è composto da due parti:

  • assoni: cellule che trasmettono quantità di moto;
  • dendriti: cellule che prendono un impulso.

La struttura del cervello:

  1. romboide.
  2. oblungo.
  3. Posteriore.
  4. mezzo.
  5. Davanti.
  6. Finito.
  7. Intermedio.

Le principali funzioni degli emisferi cerebrali sono le interazioni tra attività nervosa superiore e inferiore.

Tessuto cerebrale

La struttura del cervello umano è costituita da corteccia cerebrale, talamo, cervelletto, tronco e gangli della base. La raccolta di cellule nervose si chiama materia grigia. Le fibre nervose sono una sostanza bianca. La mielina arriverà al colore bianco delle fibre. Con una diminuzione della quantità di sostanza bianca, si verificano gravi disturbi come la sclerosi multipla.

Il cervello include il guscio:

  1. Solido unisce il cranio e la corteccia cerebrale.
  2. Il tessuto molle è costituito da tessuto sfuso, situato su tutti gli emisferi, è responsabile della saturazione di sangue e ossigeno.
  3. Una ragnatela è posta tra i primi due e contiene liquido cerebrospinale.

Il liquore si trova nei ventricoli del cervello. Con il suo eccesso, si verificano mal di testa, nausea, idrocefalo.

Cellule cerebrali

Le cellule principali sono chiamate neuroni. Sono impegnati nell'elaborazione delle informazioni, il loro numero raggiunge i 20 miliardi e le cellule gliali sono 10 volte di più.

Il corpo protegge con cura il cervello dalle influenze esterne posizionandolo nel cranio. I neuroni si trovano in una membrana semipermeabile e hanno processi: dendriti e un assone. La lunghezza dei dendriti è piccola rispetto all'assone, che può raggiungere diversi metri.

Per trasmettere informazioni, i neuroni inviano impulsi nervosi a un assone, che ha molti rami ed è collegato ad altri neuroni. Un impulso ha origine nei dendriti e viene inviato a un neurone. Il sistema nervoso è una complessa rete di processi di neuroni che sono interconnessi.

La struttura del cervello, l'interazione chimica dei neuroni è studiata superficialmente. A riposo, il neurone ha un potenziale elettrico di 70 millivolt. L'eccitazione dei neuroni avviene attraverso il flusso di sodio e potassio attraverso la membrana. L'inibizione si manifesta a seguito dell'azione di potassio e cloruro.

Il compito di un neurone è di interagire tra i dendriti. Se l'effetto stimolante prevale su quello inibitorio, viene attivata una certa parte della membrana neuronale. A causa di ciò, sorge un impulso nervoso che si muove lungo l'assone ad una velocità da 0,1 m / sa 100 m / s.

Pertanto, qualsiasi movimento pianificato si forma nella corteccia dei lobi frontali degli emisferi cerebrali. I motoneuroni danno comandi a parti del corpo. Un semplice movimento attiva le funzioni del cervello umano. Quando si parla o si pensa, sono coinvolte vaste parti della materia grigia..

Funzioni del dipartimento

La maggior parte del cervello sono gli emisferi cerebrali. Devono essere simmetrici e collegati da assoni. La loro funzione principale è il coordinamento di tutte le parti del cervello. Ogni emisfero può essere diviso nei lobi frontale, temporale, parietale e occipitale. Una persona non pensa a quale parte del cervello è responsabile della parola. Nel lobo temporale si trova la corteccia e il centro uditivi primari, in violazione del quale si perde l'udito o ci sono problemi con la parola.

Secondo i risultati delle osservazioni scientifiche, gli scienziati hanno scoperto quale parte del cervello è responsabile della visione. Il lobo occipitale situato sotto il cervelletto è coinvolto in questo..

La corteccia associativa non è responsabile del movimento, ma assicura l'esecuzione di funzioni come memoria, pensiero e parola.

Il tronco è responsabile della connessione della colonna vertebrale e anteriore e consiste del midollo allungato, del mesencefalo e del diencefalo. Nella parte oblunga ci sono centri che regolano il lavoro del cuore e della respirazione.

Strutture subcorticali

Sotto la corteccia principale, c'è un accumulo di neuroni: il talamo, i gangli della base e l'ipotalamo.

Il talamo è necessario per connettere i sensi con la corteccia sensoriale. Grazie a lui, i processi di veglia e attenzione sono supportati..

I gangli della base sono responsabili del lancio e dell'inibizione dei movimenti di coordinazione..

L'ipotalamo regola gli ormoni, il metabolismo dell'acqua, la distribuzione delle riserve di grasso, gli ormoni sessuali, è responsabile della normalizzazione del sonno e della veglia.

forebrain

Le funzioni del cervello anteriore sono le più complesse. È responsabile dell'attività mentale, delle capacità di apprendimento, delle reazioni emotive e della socializzazione. Grazie a questo, puoi predeterminare le caratteristiche del carattere e del temperamento di una persona. La parte anteriore si forma a 3-4 settimane di gravidanza.

Alla domanda su quali regioni del cervello sono responsabili della memoria, gli scienziati hanno trovato la risposta: il cervello anteriore. La sua crosta si forma durante i primi due o tre anni di vita, per questo motivo una persona non ricorda nulla fino a questo momento. Dopo tre anni, questa parte del cervello è in grado di memorizzare qualsiasi informazione..

Lo stato emotivo di una persona ha una grande influenza sulla parte anteriore del cervello. Le emozioni negative sono state trovate per distruggerlo. Sulla base degli esperimenti, gli scienziati hanno risposto alla domanda su quale parte del cervello è responsabile delle emozioni. Si sono rivelati essere il cervello anteriore e il cervelletto..

Il front-end è anche responsabile dello sviluppo del pensiero astratto, delle capacità computazionali e della parola. L'allenamento regolare delle capacità mentali riduce il rischio di sviluppare l'Alzheimer.

diencefalo

Reagisce agli stimoli esterni, si trova all'estremità del tronco encefalico ed è coperto da grandi emisferi. Grazie a lui, una persona può navigare nello spazio, ricevere segnali visivi e uditivi. Partecipa alla formazione di tutti i tipi di sentimenti.

Tutte le funzioni del cervello umano sono interconnesse. Senza una sostanza intermedia, il lavoro dell'intero organismo è interrotto. La sconfitta di parte del mesencefalo porta al disorientamento e alla demenza. Se la connessione tra i lobi degli emisferi è disturbata, il linguaggio, la vista o l'udito saranno compromessi.

Il diencefalo è anche responsabile del dolore. Un malfunzionamento aumenta o diminuisce la sensibilità. Questa parte fa sì che la persona mostri emozioni, è responsabile dell'istinto di autoconservazione.

Il diencefalo controlla la produzione di ormoni, regola il metabolismo dell'acqua, il sonno, la temperatura corporea, il desiderio sessuale.

La ghiandola pituitaria fa parte del diencefalo ed è responsabile per altezza e peso. Regola la riproduzione, la produzione di spermatozoi e follicoli. Provoca pigmentazione della pelle, ipertensione.

Mesencefalo

Il mesencefalo si trova nello stelo. È un conduttore di segnali dalla parte anteriore a vari dipartimenti. La sua funzione principale è la regolazione del tono muscolare. È anche responsabile della trasmissione di sensazioni tattili, coordinazione e riflessi. Le funzioni delle parti del cervello umano dipendono dalla loro posizione. Per questo motivo, il mesencefalo è responsabile dell'apparato vestibolare. Grazie al mesencefalo, una persona può svolgere contemporaneamente diverse funzioni.

In assenza di attività intellettuale, il cervello è disturbato. Ciò riguarda le persone di età superiore ai 70 anni. In caso di malfunzionamento della parte centrale, la coordinazione fallisce, la percezione visiva e uditiva cambia.

Midollo

Si trova sul bordo del midollo spinale e del ponte ed è responsabile delle funzioni vitali. La parte oblunga è costituita da elevazioni chiamate piramidi. La sua presenza è caratteristica solo del bipede. Grazie a loro, è apparso il pensiero, la capacità di comprendere le squadre, si sono formati piccoli movimenti.

Piramidi non più lunghe di 3 cm, olive e colonne posteriori si trovano ai loro lati. Hanno un gran numero di percorsi in tutto il corpo. Nella zona del collo, i motoneuroni della parte destra del cervello vanno verso la parte sinistra e viceversa. Pertanto, si verifica una mancanza di coordinazione sul lato opposto dell'area problematica del cervello.

I centri della tosse, delle vie respiratorie e della deglutizione sono concentrati nel midollo allungato e diventa chiaro quale parte del cervello è responsabile della respirazione. Quando la temperatura ambiente scende, i termorecettori della pelle inviano informazioni al midollo allungato, il che riduce la frequenza respiratoria e aumenta la pressione sanguigna. Il midollo allungato forma appetito e sete.

L'inibizione della funzione midollare oblongata può essere incompatibile con la vita. Vi è una violazione della deglutizione, della respirazione, dell'attività cardiaca.

Reparto posteriore

La struttura del cervelletto comprende:

Il freno posteriore chiude su se stesso la maggior parte dei riflessi autonomi e somatici. Con la sua violazione, il riflesso di masticazione e deglutizione cesserà di funzionare. Il cervelletto è responsabile del tono muscolare, della coordinazione e della trasmissione di informazioni attraverso gli emisferi cerebrali. Se il lavoro del cervelletto è compromesso, compaiono disturbi del movimento, paralisi, deambulazione nervosa, ondeggiamento. Pertanto, diventa chiaro quale parte del cervello fornisce il coordinamento del movimento.

Il ponte della parte posteriore del cervello controlla le contrazioni muscolari durante i movimenti. Ti permette di trasmettere impulsi tra la corteccia cerebrale e il cervelletto, dove si trovano i centri che controllano le espressioni facciali, i centri di masticazione, l'udito e la visione. Riflessi controllati dal ponte: tosse, starnuti, vomito.

Gli assi anteriore e posteriore funzionano tra loro in modo che l'intero corpo funzioni senza guasti.

Funzioni e struttura del diencefalo

Anche sapendo quali parti del cervello sono responsabili di cosa, è impossibile capire il funzionamento del corpo senza determinare la funzione del diencefalo. Questa parte del cervello include:

Il diencefalo è responsabile della regolazione del metabolismo e del mantenimento di condizioni normali per il funzionamento del corpo.

Il talamo elabora sensazioni tattili, visive. Rileva le vibrazioni, reagisce al suono. Responsabile del cambiamento del sonno e della veglia.

L'ipotalamo controlla la frequenza cardiaca, la termoregolazione corporea, la pressione, il sistema endocrino e l'umore emotivo, produce ormoni che aiutano il corpo in situazioni stressanti, è responsabile di fame, sete e soddisfazione sessuale.

La ghiandola pituitaria è responsabile degli ormoni sessuali, della maturazione e dello sviluppo.

L'epithalamus controlla i ritmi biologici, rilascia ormoni per il sonno e la veglia, risponde alla luce con gli occhi chiusi e rilascia ormoni per il risveglio, è responsabile del metabolismo.

Vie nervose

Non è stato possibile eseguire tutte le funzioni del cervello umano senza condurre percorsi nervosi. Passano nelle aree della sostanza bianca del cervello e del midollo spinale..

Le vie associative collegano la materia grigia all'interno di una parte del cervello o ad una distanza considerevole l'una dall'altra; i neuroni di diversi segmenti si legano nel midollo spinale. Le travi corte si estendono su 2-3 segmenti, mentre quelle lunghe sono lontane.

Le fibre adesive legano la materia grigia degli emisferi destro e sinistro del cervello, formano il corpo calloso. Nella sostanza bianca, le fibre diventano a ventaglio.

Le fibre di proiezione collegano le sezioni inferiori ai nuclei e alla corteccia. I segnali provengono dai sensi, dalla pelle e dagli organi del movimento. Determinano anche la posizione del corpo..

I neuroni possono terminare nel midollo spinale, nei nuclei del talamo, nell'ipotalamo, nelle cellule dei centri corticali.

Dipartimento del cervello responsabile del coordinamento dei movimenti

La motilità umana è caratterizzata dall'accuratezza dei movimenti intenzionali, che è garantita dal lavoro commisurato di molti gruppi muscolari, controllati arbitrariamente e anche automaticamente. Questo complesso sistema multifunzionale è realizzato da un apparato coordinatore multi-neurale che controlla l'equilibrio del corpo, stabilizza il centro di gravità, regola il tono e coordina varie attività muscolari. Il centro di coordinamento dei movimenti è il cervelletto; funzionalmente, il corpo del cervelletto si distingue in esso, costituito da due emisferi, un verme e tre paia di zampe.

Nell'attuazione del movimento volontario, il ruolo principale del cervelletto è coordinare le componenti veloci e lente dell'atto motorio. Ciò è reso possibile grazie alle connessioni bilaterali del cervelletto con i muscoli e la corteccia cerebrale. Il cervelletto riceve impulsi afferenti da tutti i recettori che sono irritati durante il movimento (dai propri recettori, vestibolari, visivi, uditivi, ecc.). Ottenendo informazioni sullo stato dell'apparato motorio, il cervelletto colpisce il nucleo rosso del cervello, che invia impulsi ai neuroni γ-motori del midollo spinale che regolano il tono muscolare. Inoltre, parte degli impulsi afferenti attraverso il cervelletto entra nella corteccia dei grandi emisferi della zona motoria (giro precentrale e frontale).

La funzione principale del cervelletto è svolta a livello subconscio. Gli impulsi efferenti dai nuclei cerebellari regolano i riflessi di trazione propriocettivi. Con la contrazione muscolare, il proprietario dei recettori dei muscoli sinergici e dei muscoli antagonisti è eccitato. Normalmente, la trasformazione del movimento volontario in un riflesso complesso non si verifica a causa dell'effetto inibitorio degli impulsi cerebellari. Pertanto, quando il cervelletto è interessato, la disinibizione dei riflessi propriorecettivi segmentari si manifesta con movimenti di atassia degli arti.

Il cervelletto ha molte connessioni afferenti ed efferenti. La via del midollo spinale posteriore (via di Flexig). Il primo neurone si trova nel ganglio spinale, l'assone nella struttura della radice posteriore attraverso il corno posteriore si avvicina alle cellule della colonna di Clark. Le fibre di questi secondi neuroni sono dirette negli strati esterni della parte posteriore del cordone laterale del loro lato, si alzano lungo tutto il midollo spinale e al livello del midollo allungato nel peduncolo cerebellare inferiore entrano nel verme cerebellare. Questo percorso è indicato come il midollo spinale posteriore. Nella corteccia del verme cerebellare c'è un terzo neurone che contatta i neuroni a forma di pera della corteccia cerebrale. Gli assoni di quest'ultimo vanno al nucleo dentato. Le fibre di questo quinto neurone fanno parte della parte superiore del cervelletto. La parte superiore destra e sinistra del cervelletto si intersecano - la croce di Wernicke e termina alle cellule del nucleo rosso del lato opposto. Gli assoni delle cellule del nucleo rosso vanno immediatamente sul lato opposto del mesencefalo e formano una croce ventrale nel coperchio del mesencefalo: la croce di trota, passa come parte del cordone laterale del midollo spinale, raggiunge le cellule delle corna anteriori. L'aggregato di assoni di cellule del nucleo rosso è chiamato fascio di Monakov.

Via cerebellare anteriore di Govers. Il primo neurone si trova nel ganglio spinale, il secondo neurone è la cellula del corno, ma i suoi assoni vanno dal lato opposto e risalgono il midollo spinale, davanti al cordone laterale, passano attraverso il midollo allungato, il ponte del cervello, vanno al livello opposto lato e come parte della parte superiore del cervelletto raggiungono le cellule dei nuclei del cervelletto.

Il cervelletto riceve impulsi propriocettivi afferenti non solo lungo i percorsi di Flexig e Govers, ma arrivano anche lungo gli assoni dei nuclei delle cellule dei fasci sottili e a forma di cuneo, alcuni dei quali passano attraverso le gambe inferiori del cervelletto fino al suo verme.

Inoltre, gli assoni delle cellule del nucleo vestibolare - principalmente dal nucleo vestibolare laterale dei Deiters - vanno al cervelletto nella parte inferiore della gamba e terminano nel nucleo della pendenza cerebellare. Le fibre delle cellule di questo nucleo nella parte superiore e possibilmente nella parte inferiore del cervelletto si avvicinano alle cellule della formazione reticolare del tronco encefalico e del nucleo vestibolare laterale, da cui i conduttori formano i tratti discendenti - il vestibolo-midollo spinale e il reticolo-midollo spinale, terminando nelle cellule delle corna anteriori del midollo spinale. In questo modo, la regolazione dell'equilibrio del corpo.

Dal cervelletto attraverso il nucleo laterale vestibolare, vengono stabilite anche connessioni con i nuclei dei nervi oculomotori (come parte del fascio longitudinale mediale).

Il cervelletto ha numerose connessioni con quasi tutte le parti del cervello. Assegna 2 raggi enormi.

Fronto-bridge-cerebellar - un insieme di assoni di cellule principalmente delle sezioni anteriori del giro frontale superiore e medio. Nelle profondità del lobo, si riuniscono in un fascio compatto e formano la gamba anteriore della capsula interna. Quindi le gambe del cervello passano in deformazioni e terminano con una sinapsi alle cellule del ponte cerebrale. Gli assoni dei secondi neuroni vanno dal lato opposto del ponte e, come parte della gamba media del cervelletto, entrano nel suo emisfero, a contatto con le cellule della corteccia cerebellare. I processi di questi neuroni si avvicinano al nucleo dentato. Le fibre delle cellule del nucleo dentato nella parte superiore della gamba del cervelletto raggiungono il nucleo rosso del lato opposto e gli impulsi vengono eseguiti lungo il tratto reticolare e spinale per regolare la postura umana in posizione verticale, in particolare, in piedi e camminando.

La via occipitale-temporale-ponte-cerebellare - i suoi primi neuroni si trovano nella corteccia del lobo occipitale e temporale; i loro assoni sono raccolti nella sostanza bianca subcorticale, quindi, come parte della coscia posteriore della capsula interna, vanno alla base del mesencefalo ai nuclei del ponte cerebrale del loro lato. Gli assoni delle cellule del ponte passano sul lato opposto e raggiungono la corteccia cerebellare lungo la gamba centrale. Le fibre di queste cellule si avvicinano al dentato, che ha connessioni con il tronco encefalico. Utilizzando questi percorsi, è assicurata la coordinazione del cervelletto con gli organi della vista e dell'udito..

In definitiva, le sezioni trasversali esistenti dei sistemi afferenti ed efferenti cerebellari portano a una connessione omolaterale di un emisfero cerebrale e degli arti. Con danni all'emisfero cerebellare, i disturbi della sua funzione si verificano nella stessa metà del corpo. I fuochi nel midollo laterale del midollo spinale causano anche disturbi cerebellari nella loro metà del corpo. Gli emisferi cerebrali sono collegati agli emisferi cerebellari opposti. Pertanto, con danni agli emisferi cerebrali o al nucleo rosso, vengono rilevati disturbi cerebellari sul lato opposto.

Il concetto di atassia, i tipi di atassie

L'atassia è una forma di movimento irregolare, i taxi vengono dal greco. ordine, rifiuto. Si verifica quando vi è una violazione del coordinamento dell'azione di gruppi muscolari-agonisti (che eseguono direttamente il movimento), antagonisti (in qualche fase di opposizione agli agonisti), sinergici (aiutando il lavoro di agonisti o antagonisti). I movimenti perdono coerenza, precisione, scorrevolezza, proporzionalità e spesso non raggiungono l'obiettivo. La forza muscolare di un tale paziente rimane sufficiente, ha sufficiente, non ha paresi.

La natura patogenetica dell'atassia è costituita da:

1. Violazione dell'innervazione reciproca. Il meccanismo di inibizione reciproca (coniugata) dei centri motori spinali è il seguente: gli assoni delle cellule recettoriali (nei gangli spinali) nel midollo spinale sono divisi in rami, alcuni di essi eccitano i neuroni motori dei muscoli flessori e altri contattano le cellule di inserzione, che hanno un effetto inibitorio su cellule muscolari estensori. Gli impulsi cerebellari sono anche coinvolti nella complessa funzione integrativa di questo meccanismo..

2. Interruzione della segnalazione propriocettiva (da fusi muscolari, corpi tendinei del Golgi) lungo uno o l'altro percorso afferente ascendente. Le informazioni sul grado di tensione muscolare in un dato momento, sui risultati degli effetti adattativi dei sistemi funzionali, cessano di arrivare. Il lato della funzione motoria che è indicato dall'afferenza inversa è sconvolto.

1. Atassia sensibile associata a sofferenza simultanea di coordinazione motoria e sensazione muscolo-articolare. Con grave atassia nell'arto superiore, è difficile eseguire le azioni più semplici. A riposo, a volte si osservano movimenti involontari nelle dita della mano, che ricordano l'atetosi - pseudoatetosi. Anche la coordinazione dei movimenti degli arti inferiori è compromessa, il che è confermato da movimenti mimici e a scatti durante l'esecuzione del test tallone-ginocchio. Il tono muscolare delle estremità colpite è ridotto sia nei muscoli flessori che negli estensori. In posizione eretta, si nota lo sfalsamento, specialmente durante il test di Romberg. Il movimento diventa incerto, il paziente cammina con la testa chinata, controllando l'atto di camminare con l'aiuto della vista. Pertanto, l'atassia sensibile è sempre combinata con un disturbo di profonda sensibilità e dissociazione funzionale dei singoli segmenti degli arti con aree più alte del cervello. Un'altra caratteristica di questo tipo di atassia è il suo rafforzamento quando il controllo dell'analizzatore visivo è disattivato. L'atassia sensibile nelle lesioni delle corde posteriori della metà inferiore del midollo spinale (ad esempio con sifilide, mielosi funicolare - B12) può essere accompagnata dalla scomparsa di riflessi profondi sugli arti inferiori, che è spiegata dalla degenerazione delle fibre collaterali del fascio sottile, che sono la parte afferente dell'arco profondo riflesso.

2. Atassia cerebellare. È associato a danni ai sistemi cerebellari. Considerando che il verme cerebellare è coinvolto nella regolazione della contrazione dei muscoli del tronco e nella corteccia degli emisferi delle estremità distali, si distinguono due forme di atassia cerebellare.

- Locomotore statico - quando il verme del cervelletto è danneggiato, principalmente in piedi e camminando sono frustrati. Il paziente sta con le gambe divaricate, ondeggiando. Quando si cammina, il corpo devia ai lati, l'andatura ricorda quella di un ubriaco. I turni sono particolarmente difficili. Deviazioni durante la deambulazione sono osservate verso le lesioni cerebellari. La stabilità è testata nella posizione di Romberg. Con danni alle strutture cerebellari, il paziente in questa posizione oscilla nella direzione appropriata; quando vacilla nella direzione antero-posteriore - è tipico per la sconfitta delle sezioni anteriori del verme cerebellare. Esamina la camminata del paziente in linea retta, nonché un'andatura sul fianco - muovi i movimenti lateralmente. Allo stesso tempo, prestare attenzione alla chiarezza del passo e alla possibilità di un arresto rapido quando un comando improvviso. Quando le strutture cerebellari sono danneggiate, viene disturbata una combinazione di semplici movimenti che compongono una catena sequenziale di atti motori complessi. Questo è indicato come asinergia, determinato usando un test Babinsky..

- Atassia dinamica - con essa, viene interrotta l'esecuzione di vari movimenti arbitrari degli arti. Questo tipo di atassia dipende principalmente dal danno agli emisferi cerebellari. Questo si trova quando si studiano i movimenti degli arti superiori, ad esempio quando si eseguono i test palatino, tallone e ginocchio per la diacocinesi, ecc..

Oltre alla violazione di questi test con i movimenti degli arti, il linguaggio è frustrato quando il cervelletto è danneggiato - a causa della mancanza di coordinazione dei muscoli del linguaggio-motore, il linguaggio perde morbidezza, diventa esplosivo, le sollecitazioni non vengono esercitate sulle sillabe giuste - il canto del canto; modifiche della scrittura a mano - la scrittura a mano diventa irregolare, grande - megalografia. Si osserva nistagmo - una contrazione ritmica dei bulbi oculari quando si guarda lateralmente o verso l'alto - una sorta di tremore intenzionale dei muscoli oculomotori. Quando le strutture cerebellari sono interessate, il piano del nistagmo coincide con la direzione dei movimenti arbitrari dei bulbi oculari - se visto di lato, il nistagmo è orizzontale, se visto su e giù - verticale. A volte il nistagmo è congenito. Tale nistagmo è generalmente presente non solo quando i bulbi oculari vengono rimossi ai lati (con tensione), ma anche quando si guarda direttamente ("nistagmo spontaneo").

Con danni ai sistemi cerebellari, il tono muscolare può cambiare. L'ipotensione muscolare è più spesso osservata: i muscoli diventano flaccidi, letargici, è possibile l'ipermobilità articolare. In questo caso, i riflessi profondi possono diminuire..

Il coordinamento dei movimenti è disturbato quando sono interessati i lobi frontale e temporale e i loro conduttori. In questo caso, camminare e stare in piedi sono frustrati, il corpo si discosta posteriormente e sul lato opposto al fuoco. Viene rilevata una mimica nel braccio e nella gamba (ematassia). Con questo tipo di disturbo di coordinazione, si trovano anche altri segni di danno ai corrispondenti emisferi cerebrali..

3. Atassia corticale. Il coordinamento dei movimenti è disturbato quando sono interessati i lobi frontale e temporale e i loro conduttori. In questo caso, camminare e stare in piedi sono frustrati, il corpo si discosta posteriormente e sul lato opposto al fuoco. Viene rilevata una mimica nel braccio e nella gamba (ematassia). Con questo tipo di disturbo di coordinazione, si trovano anche altri segni di danno ai corrispondenti emisferi cerebrali..

4. Atassia vestibolare - si verifica quando la funzione dell'analizzatore vestibolare è compromessa, in particolare i suoi propri recettori nel labirinto. Con esso, l'equilibrio del corpo è sconvolto, mentre cammina il paziente devia verso il labirinto interessato. Vertigini sistemici, nausea e anche nistagmo del rotatore orizzontale sono caratteristici. Sul lato del labirinto interessato, l'udito può essere compromesso.

Pertanto, si osserva un disordine nel coordinamento dei movimenti volontari quando vengono danneggiati sia il cervelletto stesso che i conduttori, attraverso i quali vengono portati impulsi dai muscoli, canali semicircolari dell'orecchio interno e della corteccia e rimossi dal cervelletto ai neuroni motori del tronco cerebrale e del midollo spinale. I pazienti con danni ai sistemi cerebellari a riposo di solito non rilevano manifestazioni patologiche. Diversi tipi di incoordinazione compaiono solo con la tensione muscolare..

Questa sezione del cervello è responsabile del coordinamento dei movimenti.

In questa pagina di CodyCross.games puoi accedere a tutti i CodyCross Questa sezione del cervello è responsabile del coordinamento delle risposte. Se hai bisogno di aiuto in questa materia, troverai quello che stai cercando, proprio sotto in questa pagina.

Sentiti libero di digitare la domanda che stai cercando proprio sotto per trovare la risposta giusta..

"Questa sezione del cervello è responsabile del coordinamento dei movimenti" risposta:

Trova altre risposte a:

O codycross

Unisciti a CodyCross, un alieno amico si è schiantato sul pianeta Terra. Conta davvero sul tuo aiuto nell'esplorazione del nostro pianeta! Viaggia attraverso lo spazio e il tempo, scopri la storia del nostro pianeta e studia i risultati dell'umanità risolvendo enigmi tematici. Risolvi i cruciverba ed esplora splendidi paesaggi, usa le tue conoscenze e abilità in un gioco di cruciverba unico, in cui ogni parola indovinata ti avvicina di un passo alla risoluzione di un puzzle e rivelando una parola segreta! Fanatee, inc.

Le parti principali del cervello e le loro funzioni

Il cervello ha una struttura complessa ed è l'organo centrale del sistema nervoso. Le parti del cervello interagiscono tra loro attraverso connessioni neurali che regolano l'attività dell'intero organismo.

Le parti principali del cervello

Il sistema nervoso umano è ben studiato, il che ci ha permesso di descrivere in dettaglio in quali dipartimenti è costituito il cervello e la loro relazione con vari organi, nonché l'effetto sulle reazioni comportamentali. L'organo del SNC contiene miliardi di neuroni attraverso i quali passano gli impulsi elettrici, trasmettendo informazioni alle cellule cerebrali da organi e sistemi interni.

Le strutture cerebrali sono fortemente protette dagli effetti di fattori esterni negativi:

  • Liquido cerebrospinale (liquido cerebrospinale) - si trova tra le membrane e la superficie dell'organo. Il fluido cerebrospinale funge da ammortizzatore, proteggendo le strutture da danni e attriti. Il fluido circola continuamente nei ventricoli del cervello, nello spazio subaracnoideo e nel canale spinale. Oltre alla protezione meccanica, mantiene stabile la pressione intracranica e i processi metabolici;
  • La membrana aracnoidea (aracnoide) è la membrana centrale, la più profonda e morbida. È formata dal tessuto connettivo e contiene un gran numero di fibre di collagene. Partecipa allo scambio di liquido cerebrospinale. La membrana aracnoidea contiene corde filiformi molto sottili che sono intessute nella membrana morbida;
  • La calotta interna (morbida) - si adatta perfettamente alle strutture, riempiendo tutti gli spazi (fessure, scanalature). È costituito da tessuto connettivo allentato penetrato dalla rete circolatoria, che fornisce nutrienti alle cellule del corpo;
  • Il guscio di superficie (duro) è formato da tessuto connettivo denso e ha due superfici. La superficie esterna contiene un gran numero di navi e ha una superficie ruvida. La superficie interna è liscia e si adatta perfettamente alle ossa: cresce insieme al periostio del cranio e alle suture dell'arco;
  • Scatola cranica - forma una struttura protettiva per le strutture del cervello e le sue membrane, composta da 23 ossa collegate tra loro. Il cranio serve da posto per attaccare i tessuti molli del cervello..

Le cellule delle strutture cerebrali sono formate dai corpi dei neuroni (materia grigia, il componente principale del sistema nervoso) e dalla guaina mielinica (sostanza bianca). Ogni cellula funzionalmente attiva di un organo ha un lungo processo (assone) che si ramifica e si collega a un altro neurone (sinapsi).

Pertanto, si ottiene un circuito peculiare per la trasmissione e la ricezione di un impulso elettrico da un neurone a un altro. I segnali alle strutture cerebrali arrivano attraverso il midollo spinale e i nervi cranici che si estendono dal tronco. In alcune parti del cervello, i neuroni vengono convertiti attraverso la sintesi di ormoni.

Il cervello umano è costituito da: le sezioni anteriore, centrale e posteriore. Le opere scientifiche dei ricercatori descrivono il cervello dopo aver aperto il cranio, come due grandi emisferi e una formazione estesa (tronco), quindi il cervello è di solito diviso in tre sezioni. L'emisfero è diviso da un solco longitudinale - l'intreccio di fibre nervose (corpo calloso) che ha la forma di una larga striscia, è costituito da assoni.

Le funzioni di queste parti del cervello sono la formazione di processi di pensiero e la possibilità di percezione sensoriale. Ogni emisfero ha una diversa funzionalità ed è responsabile della metà opposta del corpo (a sinistra per la metà destra e viceversa). Le parti principali del cervello si formano dividendo l'organo con l'aiuto di solchi e convoluzioni.

Le strutture cerebrali sono divise in 5 dipartimenti:

  1. Hindbrain (a forma di diamante);
  2. Medio;
  3. Davanti;
  4. Finito;
  5. Olfattivo.

L'organo del sistema nervoso centrale ha un'elevata plasticità: quando uno dei reparti è danneggiato, vengono temporaneamente lanciate capacità compensative, che gli consentono di svolgere le funzioni del dipartimento disturbato. Convenzionalmente, il cervello è diviso in: emisfero destro ed emisfero sinistro, cervelletto, midollo allungato. Questi tre dipartimenti sono collegati in un'unica rete, ma differiscono per funzionalità.

Corteccia cerebrale

La corteccia degli emisferi forma un sottile strato di materia grigia, responsabile della funzione mentale superiore. I solchi possono essere visti visivamente sulla superficie della corteccia, motivo per cui tutte le parti del cervello hanno una superficie piegata. L'organo centrale di ogni persona ha una forma diversa di solchi, profondità e lunghezza, quindi, un modello individuale.

Gli studi sulle strutture cerebrali hanno permesso di determinare lo strato corticale più antico e lo sviluppo evolutivo di un organo mediante analisi istologiche. La corteccia è divisa in diversi tipi:

  1. L'archipallium è la parte più antica della corteccia, regola le emozioni e gli istinti;
  2. Paleopallium - la parte più giovane della corteccia, è responsabile della regolazione autonomica e mantiene l'equilibrio fisiologico di tutto l'organismo;
  3. Neocorteccia: una nuova area della corteccia, forma lo strato superiore degli emisferi cerebrali;
  4. Mesocortex - consiste in una corteccia intermedia vecchia e nuova.

Tutte le aree della corteccia sono in stretta interazione tra loro, così come con le strutture subcorticali. La sottocorteccia comprende le seguenti strutture:

  • Il talamo (tubercoli ottici) è un accumulo di una grande massa di materia grigia. Il talamo contiene nuclei sensoriali e motori, le fibre nervose gli consentono di connettersi con molte parti della corteccia. I tubercoli visivi sono collegati al sistema limbico (ippocampo) e partecipano alla formazione di emozioni e memoria spaziale;
  • Gangli basali (nuclei) - un accumulo di sostanza bianca nello spessore del grigio. Lo strato si trova sul lato del talamo, vicino alla base degli emisferi. I nuclei basali svolgono i processi più elevati di attività nervosa, la fase attiva del lavoro si verifica durante il giorno e si ferma durante il sonno. I neuroni nei nuclei si attivano durante il lavoro mentale del corpo (concentrazione dell'attenzione) e producono impulsi elettrochimici;
  • Nucleo del tronco encefalico: regola i meccanismi di ridistribuzione del tono muscolare e sono responsabili del mantenimento dell'equilibrio;
  • Midollo spinale - situato nel canale spinale e presenta una cavità piena di liquido cerebrospinale. È presentato sotto forma di un lungo filo e fornisce una connessione tra il cervello grande e la periferia. Il midollo spinale è diviso in segmenti e svolge attività riflessa. Attraverso il canale spinale, c'è un flusso di informazioni nel cervello.

La gerarchia di queste strutture in relazione alla corteccia è inferiore, ma ognuna svolge funzioni importanti e in caso di violazioni viene avviato un autogoverno indipendente. La regione subcorticale è rappresentata da un complesso di varie formazioni coinvolte nella regolazione delle reazioni comportamentali.

Lobi e centri cerebrali

La massa dell'organo centrale è circa il 2% del peso totale di una persona. Ogni cellula dell'organo ha bisogno di un apporto di sangue attivo e consuma fino al 15% del volume totale di sangue circolante nel corpo. L'apporto di sangue al tessuto cerebrale è un sistema funzionale separato - supporta l'attività vitale di ogni cellula, fornendo nutrienti e ossigeno (consuma il 20% del totale).

Le arterie formano un circolo vizioso, con l'attività dei neuroni, il flusso sanguigno aumenta in quest'area. Il sangue e il tessuto cerebrale sono delimitati l'uno dall'altro da una barriera fisiologica (emato-encefalica) - fornisce una permeabilità selettiva delle sostanze, proteggendo le parti principali del corpo da varie infezioni. Il deflusso di sangue dal sistema nervoso centrale viene effettuato attraverso le vene giugulari.

L'emisfero destro e sinistro comprende cinque sezioni:

  • Il lobo frontale è la parte più massiccia degli emisferi; quando quest'area è danneggiata, il controllo comportamentale viene perso. Il polo frontale è responsabile del coordinamento dei movimenti e delle capacità linguistiche;
  • Lobo parietale - è responsabile dell'analisi di varie sensazioni, compresa la percezione del corpo e lo sviluppo di varie abilità (lettura, conteggio);
  • Lobo occipitale: questa parte elabora i segnali ottici in entrata, creando immagini visive;
  • Lobo temporale: elabora i segnali audio in entrata. Ogni suono viene analizzato per la percezione corretta. Questa parte del cervello è anche responsabile dello sfondo emotivo, che si riflette nelle reazioni mimiche. I lobi temporali sono il centro di memorizzazione delle informazioni in arrivo (memoria a lungo termine);
  • Ostrovka - divide la parte frontale e temporale, questo lobo è responsabile della coscienza (reazione a varie situazioni). Il lobo isolotto elabora tutti i segnali dei sensi, formando immagini.

Ogni emisfero ha sporgenze, che sono chiamate - il polo:

  • Frontale: davanti;
  • Occipitale: dietro;
  • Lato - temporale.

Gli emisferi hanno anche tre superfici: convesso - convesso, inferiore e mediale. Ogni superficie passa dall'una all'altra, formando contemporaneamente bordi (superiore, laterale inferiore, mediale inferiore). Di cosa è responsabile ogni sezione del cervello e quali funzioni svolge dipende dai centri situati in essi. La violazione di un centro vitale porta a una grave conseguenza: la morte.

In quale parte del cervello si trovano i centri del linguaggio umano e altri siti attivi nella struttura corticale, dipende dalla divisione anatomica degli emisferi cerebrali, usando i solchi. La formazione del solco è un processo di sviluppo evolutivo di un organo, poiché la crescita delle strutture cerebrali finali è limitata dal cranio. La crescita intensiva dei tessuti ha portato alla crescita della materia grigia nello spessore del bianco.

Lobo frontale

La parte frontale è formata dalla corteccia cerebrale ed è separata dagli altri lobi da solchi. Il solco centrale delimita la parte frontale - parietale e il solco laterale delimita dalla regione temporale. Questa parte in volume costituisce un terzo dell'intera massa della corteccia ed è divisa in vari campi (centri) che sono responsabili di un particolare sistema o abilità.

Funzioni del lobo frontale e dei centri:

  • Centro di elaborazione delle informazioni ed espressione delle emozioni;
  • Centro per l'organizzazione motoria del parlato (zona di Broca);
  • Zona del linguaggio sensoriale (Wernicke) - è responsabile del processo di assimilazione delle informazioni ricevute e della comprensione del discorso scritto e orale;
  • Analizzatore di rotazione della testa e degli occhi;
  • Processi mentali;
  • Regolazione del comportamento consapevole;
  • Coordinamento dei movimenti.

La dimensione dei campi si riferisce alle caratteristiche individuali di una persona e dipende dall'attività dei neuroni. Il giro centrale nella zona frontale è diviso in tre parti e ciascuna di esse regola l'attività fisica dei muscoli in una determinata area (espressioni facciali, attività motoria degli arti superiori e inferiori, corpo umano).

Lobo parietale

La parte parietale è formata dalla corteccia cerebrale ed è separata dalle altre zone da un solco centrale. Il solco parietale - occipitale (posteriore) si estende al solco temporale. Le fibre nervose partono dalla zona parietale, collegando l'intera parte con fibre muscolari e recettori.

Funzioni della zona parietale e dei centri:

  • Centro di calcolo;
  • Centro per la termoregolazione corporea;
  • Analisi spaziale;
  • Centro sensoriale (risposta alle sensazioni);
  • Responsabile di complesse abilità motorie;
  • Centro per l'analisi visiva della scrittura.

La parte sinistra della zona parietale è coinvolta nell'induzione di atti motori. Lo sviluppo di solchi e convoluzioni in quest'area è direttamente correlato alla conducibilità degli impulsi nervosi. La regione parietale consente senza la partecipazione di analizzatori visivi di determinare la posizione di qualsiasi parte del corpo o di indicare la forma dell'oggetto e le sue dimensioni.

Lobo temporale

La regione temporale è formata dalla corteccia degli emisferi, il solco laterale delimita il lobo dalla regione parietale e frontale. La quota ha due solchi e quattro convoluzioni, interagisce con il sistema limbico. Le scanalature principali formano tre convoluzioni, dividendo la parte temporale in piccole sezioni (superiore, centrale, inferiore).

Nelle profondità del solco laterale c'è il giro di Geshl (un gruppo di piccoli giroscopi). Questa sezione della corteccia ha le linee di confine più distinte. La parte superiore del tempio ha una superficie convessa e la parte inferiore è concava.

Le funzioni comuni del lobo temporale sono l'elaborazione delle informazioni visive e uditive, nonché la comprensione della lingua. Le caratteristiche di quest'area sono espresse in diversi orientamenti funzionali del lobo temporale destro e sinistro.

Funzioni del lobo temporale sinistroFunzioni del lobo temporale destro
Analisi di varie informazioni sonore (musica, lingua)Esegue l'analisi del suono e distingue tra diversi toni
Centro per la memoria a lungo termineCattura immagini visive
Analisi del parlato e selezione di parole specifiche per la rispostaEsegue l'identificazione vocale
Confronto tra informazioni visive e uditiveRiconosce lo stato interno di una persona mediante le espressioni facciali

Il lavoro del lobo destro è più focalizzato sull'analisi di varie emozioni e sul loro confronto con l'espressione sul volto dell'interlocutore.

Lobo dell'isolotto

L'isolotto fa parte della struttura corticale degli emisferi e si trova nelle profondità del solco silviano. Questa parte è nascosta sotto la regione frontale, parietale e temporale. Assomiglia visivamente a una piramide invertita, in cui la base è rivolta verso la parte frontale.

Il perimetro dell'isolotto è delimitato da scanalature peri-insulari, il solco centrale divide l'intero lobo in due parti (grande - anteriore, più piccola - posteriore). La parte anteriore contiene convoluzioni brevi e la parte posteriore - due lunghe.

L'isola come parte di organo a pieno titolo è stata riconosciuta solo dal 1888. In precedenza, gli emisferi erano divisi in quattro lobi e l'isolotto era considerato solo una piccola formazione. Il lobo dell'isoletta collega il sistema limbico e gli emisferi cerebrali.

L'isola è composta da diversi strati di neuroni (da 3 a 5) che elaborano gli impulsi sensoriali e forniscono il controllo simpatico del sistema cardiovascolare.

Funzioni del lobo dell'isolotto:

  1. Reazioni comportamentali e risposte;
  2. Esegue una deglutizione arbitraria;
  3. Pianificazione fonetica della parola;
  4. Controlla la regolazione simpatica e parasimpatica.

Il lobo dell'isoletta supporta sensazioni soggettive che provengono da organi interni sotto forma di segnali (sete, freddo) e ti consente di percepire consapevolmente la tua esistenza.

Le funzioni dei principali dipartimenti

Ciascuno dei cinque dipartimenti principali svolge varie funzioni nel corpo e supporta i processi vitali..

La corrispondenza tra le funzioni e le sezioni del cervello umano:

CervelloFunzioni svolte
PosterioreResponsabile del coordinamento dei movimenti.
DavantiResponsabile delle capacità intellettuali di una persona, della capacità di analizzare e archiviare le informazioni ricevute.
mezzoResponsabile delle funzioni fisiologiche (visione, udito, regolazione dei bioritmi e dolore).
FinitoResponsabile delle capacità linguistiche e visive. Controlla la sensibilità della pelle e dei muscoli e l'insorgenza di riflessi condizionati.
OlfattivoResponsabile della funzione di vari sensi nell'uomo.

La tabella riflette la funzionalità generale, la struttura di ciascun dipartimento nell'organo centrale, include varie strutture e aree che sono responsabili di una funzione specifica.

Tutte le parti del cervello lavorano in congiunzione le une con le altre - questo ti consente di svolgere una maggiore attività mentale ricevendo ed elaborando informazioni dai sensi.

Midollo

La parte posteriore dell'organo centrale del sistema nervoso centrale comprende il bulbo (midollo allungato), che entra nella parte dello stelo. La lampadina è responsabile del coordinamento dei movimenti e del mantenimento dell'equilibrio in posizione verticale.

Anatomicamente, la struttura si trova tra l'uscita del primo nervo spinale (l'area dell'apertura dell'osso occipitale) e il ponte (bordo superiore). Questo dipartimento regola il centro respiratorio: il reparto vitale, quando è danneggiato, si verifica la morte istantanea.

Le principali funzioni del midollo allungato:

  • Regolazione della circolazione sanguigna (lavoro del muscolo cardiaco, stabilizzazione della pressione sanguigna);
  • La regolazione del sistema digestivo (produzione di enzimi digestivi, salivazione);
  • Regolazione del tono muscolare (raddrizzamento, riflessi posturali e labirintici);
  • Controllo dei riflessi incondizionati (starnuti, vomito, battito di ciglia, deglutizione);
  • Regolazione del centro respiratorio (condizione del tessuto polmonare e suo allungamento, composizione gassosa).

Il midollo allungato ha una struttura interna ed esterna. Sulla superficie esterna è presente una linea mediana che divide le piramidi (la connessione della corteccia con i nuclei dei nervi cranici e dei corni motori).

Nella linea, la fibra nervosa si incrocia e si forma un percorso corticospinale. Sul lato della piramide è un'oliva (estensione ovale). Il sistema piramidale consente a una persona di eseguire una complessa coordinazione dei movimenti.

Struttura interna (nuclei della materia grigia):

  1. Nocciolo di ulivo (piatto di materia grigia);
  2. Cellule nervose con connessioni complesse (formazione reticolare);
  3. I nuclei dei nervi cranici (glossofaringeo, sublinguale, accessorio e vago);
  4. La connessione tra i centri vitali e il nucleo del nervo vago.

I fasci di assoni nel bulbo forniscono la connessione del midollo spinale con altre parti del sistema nervoso centrale (i percorsi sono lunghi e corti). Nel midollo allungato, le funzioni autonome sono regolate.

Il centro vasomotorio e i nuclei del vago invertono i segnali necessari per mantenere il tono: le arterie e le arteriole sono sempre leggermente ristrette e l'attività del cuore viene rallentata. Il bulbo contiene poli attivi che stimolano la produzione di vari segreti: salivari, lacrimali, enzimi gastrici, formazione di bile, enzimi pancreatici.

Mesencefalo

La sezione centrale dell'organo svolge molte funzioni fisiologicamente significative.

  1. Quattro colline (due in alto e due in basso): questi collini formano la superficie superiore della parte centrale dell'organo;
  2. Approvvigionamento idrico di Silviev - è una cavità;
  3. Le gambe del cervello sono parti accoppiate che si collegano al mesencefalo.

Questo dipartimento appartiene alla struttura staminale dell'organo e ha una struttura complessa, nonostante le sue dimensioni ridotte. Il mesencefalo è la parte subcorticale del cervello che entra nel centro motorio del sistema extrapiramidale.

Le funzioni del cervello interno:

  • Responsabile della visione;
  • Controlla il movimento;
  • Regola i bioritmi (sonno e veglia);
  • Responsabile della concentrazione;
  • Regola il dolore;
  • Responsabile dell'udito;
  • Regola i riflessi protettivi;
  • Supporta la termoregolazione nel corpo.

Nello spessore delle gambe del cervello sono le fibre nervose che si concentrano in se stesse quasi tutte le vie della sensibilità generale. Varie lesioni della struttura interna dell'organo portano a disturbi della vista e dell'udito. I movimenti del bulbo oculare diventano impossibili, si nota uno strabismo marcato insieme a perdita dell'udito (bilaterale). Spesso si verificano allucinazioni, sia uditive che visive.

Il posteriore, compreso il cervelletto e il ponte di Warolius

In realtà, il posteriore è costituito da un ponte e un cervelletto, che fanno parte della sezione romboidale. La cavità del freno posteriore comunica con l'oblungo (quarto ventricolo). Il ponte di Varoliev si trova sotto il cervelletto e contiene una grande quantità di fibre nervose, formando percorsi discendenti che trasmettono informazioni dal midollo spinale a varie parti delle strutture cerebrali. Lo schema del ponte è presentato sotto forma di un rullo con una rientranza (scanalatura basilare).

La terza sezione dell'organo centrale regola l'apparato vestibolare e il coordinamento dei movimenti. Queste funzioni sono fornite dal cervelletto, che è anche coinvolto nell'adattamento del centro motorio in vari disturbi. Il cervelletto è spesso chiamato piccolo cervello - questo è dovuto alla somiglianza visiva con l'organo principale. Il cervello piccolo si trova nella fossa cranica ed è protetto da una membrana dura.

  1. Emisfero destro;
  2. Emisfero sinistro;
  3. Worm;
  4. Corpo del cervello.

Gli emisferi cerebellari hanno una superficie convessa (inferiore), la parte superiore è piatta. Sulla superficie posteriore dei bordi c'è uno spazio, il bordo anteriore con scanalature pronunciate. I lobi del cervelletto sulla superficie sono formati da piccoli solchi e foglie, ricoperti di corteccia in cima.

I lobuli sono interconnessi dal verme, dal cervello grande, quello piccolo separa il divario, che include il processo della dura madre (segnare il cervelletto - allungato sopra la fossa cranica).

Le gambe si estendono dal cervelletto:

  1. Inferiore - al midollo allungato (le fibre nervose provenienti dal midollo spinale passano attraverso la parte inferiore della gamba);
  2. Medio - al ponte;
  3. Superiore - al mesencefalo.

All'esterno, il cervello è coperto da uno strato di materia grigia, sotto il quale ci sono fasci di assoni. Quando quest'area è danneggiata o un'anomalia nello sviluppo, i muscoli diventano atonici, appaiono un'andatura sconcertante e un tremore delle estremità. Vengono anche annotate le modifiche alla scrittura..

La sconfitta dei percorsi piramidali situati nel ponte porta alla paresi spastica: una violazione delle espressioni facciali è associata a un danno a questa parte del cervello.

diencefalo

Questo dipartimento fa parte della parte anteriore del corpo e controlla e scambia tutte le informazioni in arrivo. Le funzioni del cervello anteriore sono le capacità adattative del corpo umano (fattori negativi esterni) e la regolazione del sistema nervoso autonomo.

Il diencefalo include:

  1. Regione talamica;
  2. Sistema ipotalamo-ipofisario (ipotalamo e ghiandola pituitaria posteriore);
  3. epitalamo.

L'ipotalamo regola il funzionamento degli organi e dei sistemi interni ed è un centro di piacere. Questa parte è presentata sotto forma di un piccolo accumulo di neuroni che trasmettono segnali alla ghiandola pituitaria.

Il talamo elabora tutti i segnali dai recettori sensibili, ridistribuendoli alle corrispondenti sezioni del sistema nervoso centrale.

L'epithalamus sintetizza l'ormone melatonina, che è coinvolto nella regolazione dei bioritmi e del background emotivo di una persona.

L'ipotalamo fa parte dell'importante sistema del sistema nervoso centrale - limbico. Questo sistema svolge una funzione motivazionale - emotiva (si adatta quando si cambiano le condizioni familiari). Il sistema è strettamente connesso con la memoria e il senso dell'olfatto, evocando chiari ricordi di un evento luminoso o riproducendo un odore preferito (cibo, profumo).

End brain

La parte più giovane del cervello è la sezione finale. È una sezione abbastanza massiccia del sistema nervoso centrale ed è la più sviluppata.

Il cervello finale copre tutti i dipartimenti ed è composto da:

  1. Emisferi cerebrali;
  2. Plesso della fibra nervosa (corpo calloso);
  3. Strisce alternate di sostanza grigia e bianca (striato);
  4. Strutture associate al senso dell'olfatto (cervello olfattivo).

Nella cavità della parte finale dell'organo ci sono ventricoli laterali, sono presentati in ciascun emisfero (condizionatamente considerato a destra e a sinistra).

Le funzioni del dipartimento finale:

  • Regolamentazione del traffico;
  • Riproduci suoni (parlato);
  • Sensibilità della pelle;
  • Sensazioni dell'udito e del gusto, olfatto.

Lo spazio longitudinale separa gli emisferi destro e sinistro, il corpo calloso (piastra di sostanza bianca) è situato in profondità nello spazio. Nello spessore della sostanza bianca sono i nuclei basali, che sono responsabili del trasferimento di informazioni da un dipartimento all'altro e svolgono funzioni di base.

Gli emisferi controllano e sono responsabili del lavoro della parte opposta del corpo (a destra per la metà sinistra e viceversa). L'emisfero sinistro del cervello è responsabile della memoria umana, dei processi di pensiero e dei talenti individuali.

L'emisfero destro nel cervello è responsabile dell'elaborazione di varie informazioni e immaginazione, che è anche generata nei sogni. Tutte le parti del cervello e le funzioni che svolgono sono il lavoro congiunto di due emisferi e quello corticale.

Ogni persona è dominata da una parte dell'organo, o destra o sinistra - quale emisfero è più attivo, dipende dalle caratteristiche individuali.

Il coordinamento di tutte le strutture cerebrali consente di eseguire tutte le funzioni in modo armonioso e mantenere l'equilibrio in tutto il corpo. Il funzionamento di ciascuna parte dell'organo del sistema nervoso centrale è abbastanza ben compreso, ma la funzionalità del cervello, come un singolo meccanismo, è descritta superficialmente e richiede una ricerca scientifica più approfondita..

Leggi Vertigini