Principale Encefalite

Trattamento dei tumori cerebrali

Per comprendere i principi del trattamento dei tumori cerebrali, è importante capire la loro classificazione. Esistono 2 gruppi principali: tumori primari e secondari. Primari hanno origine nel cervello. Le cellule secondarie si sviluppano da cellule che migrano in esso da altri organi nelle fasi avanzate del cancro. La stragrande maggioranza dei tumori emergenti è secondaria.

Le neoplasie a crescita lenta sono talvolta chiamate benigne. Tuttavia, se un tale tumore comprime i vasi sanguigni, i dotti, i nervi, le aree funzionali o le strutture vitali, non fa meno male di un più aggressivo.

In totale, ci sono circa 120 tipi di tumori del sistema nervoso centrale. I più comuni sono:

  • gliomi;
  • meningiomi;
  • adenomi ipofisari;
  • neuromi nervosi uditivi;
  • medulloblastomas.

Gliomi comprendono astrocitomi, oligodendrogliomi ed ependimomi di vario tipo.

Classificazione

Dato che le cellule tumorali nel cervello non migrano e non germinano in altre parti del corpo, non è possibile determinare lo stadio del cancro al cervello secondo il sistema di classificazione generalmente accettato (TNM). È anche difficile fare una separazione per fasi perché a volte una neoplasia minuscola può fare molto più danno che molto (a seconda della sua posizione).

A questo proposito, è consuetudine distinguere il grado di malignità I, II, III e IV. Più basso è il grado, maggiore è la possibilità di recupero.

I tumori cerebrali di 1 ° grado sono trattati meglio. Il tumore al cervello di grado 3 e 4 ricorre spesso, vale a dire la malattia ritorna. Inoltre, i tumori di 4 ° grado formano i propri vasi sanguigni, in modo che crescano e si moltiplichino ancora più velocemente.

Trattamento del cancro al cervello

La scelta del trattamento per un tumore al cervello dipende dal tipo, dalle dimensioni e dalla posizione della neoplasia, nonché dalla salute generale del paziente.

Dopo un esame diagnostico, una consultazione con un neurochirurgo e un radiochirurgo, un radioterapista e un chemioterapista, il medico curante svilupperà un regime di trattamento con la massima efficienza e il minimo rischio.

La terapia delle neoplasie nel cervello è complicata dalle seguenti circostanze:

  • Allo stesso modo, di solito ci sono molti cloni di cellule anormali che crescono a velocità diverse, rispondono in modo diverso alla terapia, ecc...
  • Molti farmaci non possono raggiungere le cellule maligne a causa delle caratteristiche fisiologiche del cervello..
  • Se in altre parti del corpo il cancro viene rimosso insieme a parte di tessuti sani a fini di prevenzione, è impossibile farlo durante un'operazione per rimuovere un tumore al cervello, poiché ogni millimetro deve essere protetto qui. Inoltre, è anche quasi impossibile tagliare completamente il tumore stesso, perché di solito non ha confini chiari.

Chirurgia del tumore al cervello

Durante l'operazione, il neurochirurgo cerca di rimuovere quanti più tessuti anormali possibile. Tali operazioni sono giustificate, poiché anche dopo una parziale rimozione del tumore al cervello, i segni e i sintomi della malattia possono diminuire. Rimuovere chirurgicamente gli astrocitomi e altre neoplasie situate in luoghi accessibili, lontano da centri vitali, plessi nervosi e vasi sanguigni. Recentemente sono stati sviluppati attivamente metodi alternativi di chirurgia classica e metodi non chirurgici..

Radiochirurgia stereotassica - un metodo radicale non chirurgico

La terapia con questo metodo viene eseguita utilizzando dispositivi computerizzati Gamma Knife, Cyber ​​Knife e TrueBeam. In alcuni casi, la radiochirurgia stereotassica è l'unico modo possibile per curare i tumori cerebrali. Questo metodo delicato viene spesso utilizzato al posto di un'operazione per rimuovere un tumore al cervello e quando non ci sono controindicazioni dirette per la chirurgia classica..

Trattamento di un tumore al cervello su un coltello cibernetico

Una caratteristica e un vantaggio principale della radiochirurgia stereotassica è l'elevata precisione dell'esposizione. Ciò consente più volte di aumentarne l'intensità, riducendo al contempo l'esposizione alle radiazioni a tessuti sani. Tali raggi direzionali arrivano facilmente dove le mani del chirurgo non riescono ad arrivare. E distruggono le cellule tumorali, praticamente senza causare danni al paziente. La chirurgia stereotassica è efficace nel trattamento delle metastasi tumorali da altri organi, vari tipi di gliomi, ecc. Questo metodo rimuove con successo i neuromi del nervo uditivo, gli adenomi ipofisari, i cordomi, gli emangiomi.

Trattamento Gamma Knife

Il coltello gamma ha la massima precisione di messa a fuoco, ma esiste una limitazione sulle neoplasie non superiore a 3-4 cm e devono avere la forma corretta. Il cyber-coltello, grazie a un'esclusiva tecnica di irradiazione, consente di distruggere neoplasie maligne di forma irregolare e di dimensioni sufficientemente grandi (fino a 6 cm). Inoltre, l'esposizione a CyberKnife non provoca alcun disagio al paziente.

TomoTherapy

Questo metodo delicato ed estremamente efficace per trattare i tumori inoperabili con un flusso diretto di protoni. Questo metodo può essere utilizzato, ad esempio, per la distruzione di tumori del nervo ottico o neoplasie nei bambini piccoli e per altre indicazioni. Puoi fare la tomoterapia in Russia in pochi centri. Compresa la tomoterapia viene effettuata nel Centro oncologico interregionale di Voronezh.

Radioterapia

In alcuni casi, al paziente viene prescritta la radioterapia a distanza (RT), molto raramente - brachiterapia (radiazione da contatto). La TC remota, ad esempio, è indicata per le neoplasie di grandi dimensioni, nonché quando è necessario irradiare l'intero cervello (ad esempio, con cancro secondario). La radioterapia viene spesso utilizzata dopo un intervento chirurgico al cervello per consolidarne il risultato..

Chemioterapia

La chemioterapia può essere prescritta in compresse o iniettata in una vena. A volte durante l'intervento chirurgico, gli impianti a capsula con carmustina vengono inseriti nel letto della neoplasia.

La chemioterapia può essere efficace nel complesso trattamento dei tumori cerebrali come:

  • astrocitoma anaplastico,
  • astrocitoma 4 gradi,
  • oligogastrocitomi e oligodendriogliomi con un alto grado di malignità.

Terapia farmacologica mirata

Questo metodo è caratterizzato da un effetto mirato direttamente sulle cellule tumorali ed è sempre più utilizzato in combinazione con altri metodi di trattamento di un tumore al cervello.

Effetti del trattamento

Le conseguenze della terapia dipendono dal tipo, dalla posizione e dalle dimensioni della neoplasia, dalle caratteristiche dei metodi utilizzati e dallo stato generale di salute.

La chirurgia classica comporta un rischio di infezione e sanguinamento. Altre possibili conseguenze sono determinate dalla posizione dell'epidemia. Ad esempio, la rimozione del tessuto canceroso adiacente al nervo ottico può portare alla perdita della vista..

Sia dopo il trattamento con farmaci chemioterapici sia dopo una seduta di radioterapia, si possono osservare effetti collaterali di natura generale come affaticamento, debolezza, mancanza di appetito, nausea, perdita temporanea di capelli.

Il rischio di complicanze quando si usano metodi di radiochirurgia stereotassica e tomografia è minimo.

Recupero dopo il trattamento

I tempi del completo recupero e le caratteristiche del periodo di riabilitazione sono determinati dalle caratteristiche della malattia e dal trattamento. Ad esempio, dopo un'operazione chirurgica, è necessario un regime ospedaliero per diverse settimane e, dopo un trattamento radiochirurgico, il giorno successivo può essere dimesso a casa.

Centri in cui i tumori cerebrali vengono trattati e rimossi con metodi radiochirurgici.
Link alla pagina centraleRegistrazione di una consultazione
Sofia - centro oncologico di Mosca+7 499 322-26-14
LDC MIBS - Centro di oncologia+7 812 501-83-10
ММЦ РДИЛОЗ - centro di oncologia interregionale a Voronezh (a Ostuzheva)+7 473 300-34-90

Se hai bisogno di una seconda opinione per chiarire la diagnosi o il piano di trattamento, inviaci una domanda e documenti per la consultazione o registrati per una consultazione di persona per telefono.

Un tumore al cervello

Tumori cerebrali - un gruppo di varie neoplasie intracraniche (benigne e maligne) derivanti dall'inizio del processo di divisione cellulare incontrollata anormale, che in passato erano componenti normali del tessuto cerebrale stesso (neuroni, cellule gliali, astrociti, oligodendrociti, cellule ependimali), tessuto linfatico, vasi linfatici vasi cerebrali, nervi cranici, meningi, cranio, formazioni ghiandolari del cervello (ipofisi e ghiandola pineale) o derivanti da metastasi di un tumore primario situato in un altro organo.

I tumori cerebrali rappresentano fino al 6% di tutte le neoplasie del corpo umano.

La frequenza del loro verificarsi varia da 10 a 15 casi per 100 mila persone.

Un tumore al cervello può comparire a qualsiasi età, ma il rischio di un tumore al cervello aumenta con l'età. La maggior parte dei tumori cerebrali si verifica nelle persone di età pari o superiore a 45 anni. Esistono alcuni tumori cerebrali (medulloblastomi o astrocitomi cerebellari benigni) che si sviluppano solo nei bambini.

La comparsa di neoplasie cerebrali (così come i processi tumorali di diversa localizzazione) è associata all'esposizione a radiazioni, varie sostanze tossiche e un significativo inquinamento ambientale. I bambini hanno un'alta frequenza di tumori congeniti (embrionali), una delle cause delle quali può essere una violazione dello sviluppo dei tessuti cerebrali nel periodo prenatale. Le lesioni cerebrali traumatiche possono essere un fattore stimolante e attivare il processo di tumore latente (nascosto) in corso.

Come tutti gli altri tumori, le neoplasie del sistema nervoso centrale sono divise in

benigno

Maligno

  • si sviluppa lentamente, non cresce nei tessuti e negli organi vicini, non fornisce metastasi.
  • dopo la completa rimozione, di regola, non si forma più.
  • ma in caso di rimozione incompleta c'è il pericolo di riapparire di neoplasie nello stesso posto
  • alcuni tipi di tumori benigni tendono a trasformarsi in maligni
  • tumori più aggressivi, che tendono a crescere rapidamente, penetrando nei tessuti e negli organi adiacenti, e metastatizzano.
  • anche dopo la completa rimozione si manifesta di nuovo.

A seconda di dove si trova il focus primario del tumore, distinguono tra tumore cerebrale primario e secondario (metastasi):

  • Il tumore cerebrale primario si forma dal tessuto del cervello stesso, cresce lentamente e metastatizza in rari casi;
  • Metastasi al cervello o tumore secondario - è molto più comune ed è il risultato di metastasi da un altro organo in cui si è sviluppato il tumore maligno.

Il tipo di tumore è determinato dalle cellule che lo compongono (classificazione istologica). I tipi più comuni di tumore al cervello sono:

  • Glioma è il tumore cerebrale più comune, pari a circa il 60%. Si sviluppa dalle glia - cellule ausiliarie del tessuto nervoso.
  • Tumori gliali: il più grande gruppo di oncologia cerebrale.
  • Il meningioma è il prossimo tumore cerebrale più comune. I meningiomi si sviluppano dalla dura madre del cervello (quindi sono anche chiamati meningi).
  • Astrocitoma. Questo tumore al cervello ha origine da astrocitovglia (cellule cerebrali ausiliarie).
  • Oligodendroglioma. Deriva dagli oligodendrociti della glia (cellule ausiliarie del tessuto nervoso), ma esistono prove di un'origine comune con astrocitoma da cellule progenitrici comuni.
  • Gli ependimomi si sviluppano da una sottile membrana epiteliale che riveste i ventricoli del cervello e appartengono anche ai tumori gliali. Gli ependimomi sono inclini a metastasi con flusso di liquido cerebrospinale. Costituiscono circa il 10% di tutte le neoplasie intracraniche. Gli ependimomi che crescono nel parenchima cerebrale sono definiti tumori intracerebrali..
  • Emangiomi derivanti da vasi cerebrali.
  • Tumori neuronali e neuronali-gliali.
  • I tumori cerebrali neuronali in ordine crescente di malignità includono:
    • gangliocitoma (benigno),
    • ganglioneuroblastoma e
    • neuroblastoma.
  • I tipi fetali di tumori cerebrali si verificano in utero.
  • Questi sono tumori rari ma pericolosi..

Indipendentemente dal tipo e dalle dimensioni, qualsiasi tumore al cervello è pericoloso, perché comprime il tessuto cerebrale, causando la morte delle cellule nervose, l'accesso del sangue alle strutture cerebrali diminuisce o si interrompe completamente.

Localizzazione e opzione istologica - formano i sintomi della malattia (manifestazioni cliniche) - cambiamenti o perdita delle più importanti funzioni cerebrali:

  • Mal di testa: si verifica a causa dell'irritazione dei recettori situati nei nervi cranici, nei seni venosi e nelle pareti dei vasi membranosi. Ha il carattere di un dolore profondo, piuttosto intenso e scoppiante, spesso parossistico.
  • Vomito - senza collegamento con l'assunzione di cibo.
  • Vertigini sistemiche - possono verificarsi sotto forma di sensazione di fallimento, rotazione del proprio corpo o oggetti circostanti.
  • Disturbi del movimento - si verificano nel ruolo dei sintomi tumorali primari nel 62% dei pazienti; in altri casi, si verificano successivamente in relazione alla crescita e alla diffusione del tumore. Le prime manifestazioni di insufficienza piramidale includono: diminuzione dei riflessi degli arti, debolezza muscolare (paresi).
  • Disturbi sensoriali: si verificano in circa un quarto dei pazienti; in altri casi, vengono rilevati solo durante un esame neurologico.
  • Sindrome convulsiva (attacchi improvvisi e involontari di contrazioni muscolari) - nel 37% dei pazienti con tumori cerebrali, tali attacchi sono il sintomo clinico primario.
  • Disturbi mentali: si verificano nel 15-20% dei casi di tumori cerebrali, principalmente quando si trovano nel lobo frontale: mancanza di iniziativa, sciatteria, letargia; euforicità (gioia irragionevole), compiacenza; con la progressione del processo tumorale è accompagnato da un aumento di aggressività, dispetto, negatività.
  • I nervi ottici stagnanti vengono diagnosticati nella metà dei pazienti più spesso nelle fasi successive, ma nei bambini possono servire come sintomo di debutto del tumore. A causa dell'aumentata pressione intracranica, possono apparire davanti agli occhi una visione offuscata transitoria o "mosche". Con la progressione del tumore, c'è un crescente deterioramento della visione (atrofia ottica).
  • Cambiamenti nei campi visivi - perdita delle metà opposte dei campi visivi, perdita nei campi visivi di entrambe le metà destra o sinistra.
  • Altri sintomi possono includere disturbi dell'udito, disturbi del linguaggio, alterazioni dell'andatura, disturbi oculomotori, allucinazioni olfattive, uditive e del gusto; con la localizzazione di un tumore al cervello nell'ipotalamo o nella ghiandola pituitaria, si verificano disturbi ormonali.

Le allucinazioni visive sono caratteristiche delle neoplasie situate alla giunzione dei lobi temporale e frontale.

Disturbi della memoria progressivi, pensiero alterato e attenzione agiscono come sintomi cerebrali.

Diagnostica.

1. È necessario sottoporsi ad un esame di un intero gruppo di specialisti: un terapista (medico di medicina generale), un neurologo, un oculista, un oncologo, un neurochirurgo. Presentare test di laboratorio su sangue e urina (inclusi marcatori tumorali), che consentiranno di studiare il tessuto tumorale per la presenza di cellule maligne e diagnosticare un cancro che non si manifesta in alcun modo, ad es. nella prima fase della malattia.

2. È necessario passare attraverso una serie di metodi diagnostici di visualizzazione:

  • Radiografia del cranio.
  • Tomografia computerizzata (CT) - l'uso dei raggi X.
  • La risonanza magnetica (MRI) è un potente campo elettromagnetico (pertanto, questo metodo è controindicato in alcuni pazienti).
  • Ultrasuoni in combinazione con la diagnostica Doppler (consente di vedere l'immagine dell'area esaminata e il movimento del flusso sanguigno);
  • Ultrasuoni del cervello (M-echo) - che determina lo spostamento delle strutture mediane del cervello.
  • L'angiografia cerebrale a contrasto - un esame a raggi X dei vasi cerebrali, l'elettroencefalografia (EEG) - consente di valutare l'attività funzionale del cervello e determinare i disturbi patologici in esso.
  • La scintigrafia è un moderno metodo di diagnostica delle radiazioni, che viene utilizzato per valutare il funzionamento di vari organi e tessuti..
  • PET CT (tomografia ad emissione di positroni) - si basa sulla somministrazione endovenosa di un indicatore radioattivo, che aiuta a determinare a livello molecolare la presenza di un processo patologico in essi negli organi e nei tessuti.

3. Metodi diagnostici strumentali (previa consultazione con gli specialisti!):

  • Ventriculoscopia - esame dei ventricoli del cervello mediante un dispositivo a fibra ottica - un endoscopio.
  • Una biopsia stereotassica è un intervento chirurgico minimamente invasivo che consente la rimozione del tessuto cerebrale alterato patologicamente dal cervello al fine di condurre un esame microscopico, stabilire una diagnosi istologica accurata e determinare le tattiche di trattamento.
  • Microoperazioni neurochirurgiche, durante le quali viene prelevato tessuto dalle aree del cervello interessate per il successivo esame istologico.

Trattamento. Effettuato con vari metodi.

La radiochirurgia stereotassica è un metodo di radioterapia considerato un'alternativa al trattamento chirurgico tradizionale. La sua essenza sta nel fatto che non un raggio di radiazione viene utilizzato per distruggere il tumore, ma molti raggi diretti verso un punto (gamma coltello) o un raggio, la cui direzione cambia costantemente durante la sessione di irradiazione, ma passa sempre attraverso il tessuto tumori. Ciò consente di erogare una grande dose di radiazioni a un tumore senza una speciale esposizione alle radiazioni a tessuti sani. Le moderne tecnologie informatiche nella visualizzazione consentono di eseguire un'operazione di "radio-urgia" in modo molto accurato.

Tra i vantaggi della radiochirurgia, si può notare che consente al medico di fare a meno del bisturi, cioè non ci sono complicazioni chirurgiche e, soprattutto, questo metodo consente di arrivare a tumori cerebrali difficili da raggiungere che erano precedentemente considerati inoperabili.

In alcuni casi, la radiochirurgia stereotassica può essere l'unico trattamento possibile..

Interventi endoscopici per tumori cerebrali - sono utilizzati in presenza di malattie come cisti ed ematomi (dopo lesioni traumatiche al cervello). Se un intervento chirurgico tradizionale (craniotomia - comporta l'apertura del cranio, che porta ad un ulteriore trauma per il paziente), i metodi di trattamento endoscopici sono interventi senza incisioni estese, utilizzando tecniche endoscopiche speciali che evitano di ferire piccoli vasi sanguigni e nervi, che può essere danneggiato dal tradizionale intervento neurochirurgico. Tali metodi di trattamento consentono l'evacuazione del liquido dai ventricoli del cervello nei bambini con idrocefalo (ventricoloscopia). Un esempio di trattamento chirurgico con questo metodo è la rimozione transnasale dell'adenoma ipofisario: un endoscopio viene inserito attraverso il passaggio nasale.

La radioterapia viene anche utilizzata nel trattamento dei tumori cerebrali, ma solo nei casi in cui il trattamento chirurgico è impossibile per un motivo o per l'altro, ad esempio in presenza di malattie concomitanti nel paziente.

In alcuni casi, la radioterapia può essere utilizzata dopo l'intervento chirurgico per ridurre il rischio di recidiva del tumore e per distruggere eventualmente le rimanenti cellule tumorali nel cervello..

La radioterapia viene eseguita localmente, cioè una certa parte del cervello viene irradiata e non l'intero cervello. La dose di radiazioni viene selezionata dal medico individualmente, a seconda delle dimensioni del tumore, della sua composizione e profondità. A seconda dei tipi di tumori, si formano vari regimi di radioterapia. La radioterapia per i tumori cerebrali viene eseguita in due modi:

  • Radioterapia esterna quando viene utilizzato un raggio di radiazione ad alta intensità. Tale trattamento viene di solito effettuato entro cinque giorni alla settimana. Il corso dura diverse settimane e la stessa sessione di esposizione richiede solitamente alcuni minuti.
  • Brachiterapia Questo metodo consiste nel fatto che un grano radioattivo viene introdotto nello spessore del tumore e quindi il tumore viene distrutto dalle radiazioni dall'interno. La dose di tale radiazione viene calcolata in modo tale da interessare solo il tessuto tumorale. In questo caso, il paziente potrebbe dover rimanere in ospedale per diversi giorni.

La chemioterapia si riferisce a metodi sistemici di trattamento, poiché la chemioterapia colpisce tutto il corpo, cioè sia le cellule tumorali che quelle sane. Attualmente, ci sono diversi gruppi di questi farmaci..

Per la chemioterapia vengono utilizzati farmaci del gruppo alchilante, antimetaboliti, farmaci di origine naturale, antibiotici antiblastici, farmaci sintetici e semi-sintetici.

La chemioterapia più spesso consiste nell'uso di un farmaco o, più spesso, di diversi, secondo un determinato schema. I farmaci chemioterapici possono essere somministrati sia per via orale che endovenosa. In alcuni casi, possono essere inseriti attraverso lo shunt del fluido cerebrospinale (tubo cavo).

L'efficacia della chemioterapia aumenta con la sua combinazione con la radioterapia, mentre il corso dovrebbe consistere in diversi farmaci. La chemioterapia è di solito prescritta sotto forma di cicli tra i quali non viene eseguita la chemioterapia. Ciascuno di questi cicli di chemioterapia per un tumore al cervello dura diverse settimane. Vengono eseguiti principalmente 2-4 cicli di chemioterapia. Successivamente, viene eseguita un'interruzione del trattamento per determinare l'efficacia del trattamento.

Il cancro al cervello può essere curato??

I tumori cerebrali rappresentano un gruppo abbastanza ampio di neoplasie localizzate all'interno del cranio. Questi includono gliomi, meningiomi, medulloblastomi, neurine, schwannomi, ecc. I tumori cerebrali possono essere benigni e maligni. I tumori di natura benigna sono caratterizzati da una crescita lenta e dalla mancanza di diffusione ad altri tessuti. I tumori maligni sono caratterizzati dal rapido sviluppo e si diffondono nel tessuto cerebrale sano. Inoltre, sono noti tumori secondari, che sono metastasi che penetrano nel cervello a causa del cancro di altri organi.

Indipendentemente dal fatto che un paziente abbia un tumore al cervello maligno o benigno, il trattamento ha principi simili. Entrambi i tumori cerebrali sono trattati con chirurgia, chemioterapia e radioterapia..

Diagnosi qualitativa e trattamento del tumore al cervello a prezzi convenienti sono offerti nel centro di oncologia dell'ospedale Yusupov. La clinica è dotata delle più moderne attrezzature per condurre i più avanzati test diagnostici necessari per rilevare tempestivamente un tumore al cervello. Il trattamento viene effettuato utilizzando tecniche avanzate di controllo del cancro che prevengono la ricaduta..

Diagnosi di tumori cerebrali

Il metodo principale utilizzato per indicare i problemi è una radiografia. Tuttavia, questo studio nella diagnosi dei tumori cerebrali è considerato non informativo, pertanto gli specialisti del Centro Oncologico dell'Ospedale Yusupov preferiscono metodi più efficaci e accurati: la risonanza magnetica (MRI) e la tomografia computerizzata (CT). Inoltre, la tomografia ad emissione di positroni (PET) fa parte di un esame completo per rilevare un tumore al cervello. L'uso di questi metodi diagnostici garantisce la diagnosi corretta, grazie alla quale viene selezionato il programma di trattamento più efficace.

Tumore al cervello: trattamento

Sulla base dei risultati della diagnosi, gli oncologi dell'ospedale Yusupov selezionano un regime di trattamento individuale per ciascun paziente con diagnosi di tumore al cervello. La chirurgia è il gold standard nella lotta contro questa malattia, tuttavia, in alcune situazioni, vengono utilizzati metodi meno radicali: radiazioni o chemioterapia.

Chirurgia del tumore al cervello

La rimozione chirurgica di un tumore al cervello (completo o parziale) è il metodo principale per il trattamento del cancro.

Il centro di oncologia dell'ospedale Yusupov utilizza diversi tipi di trattamenti chirurgici moderni:

  • chirurgia stereotassica: questo metodo fornisce l'accesso più accurato all'area interessata del cervello;
  • shunt: l'installazione di uno shunt (un tubo che collega i vasi e la cavità) aiuta a ripristinare il liquido cerebrospinale spinale, una violazione della quale può causare mal di testa, nausea e altri sintomi caratteristici dell'ipertensione cerebrospinale;
  • Trattamento del tumore al cervello HIFU. L'essenza di questo metodo consiste nell'esporre il focus patologico agli ultrasuoni ad alta potenza, a causa dei quali il tumore viene distrutto. Dopo la procedura, i frammenti rimanenti della neoplasia vengono rimossi.

Il trattamento chirurgico dei tumori cerebrali, di norma, è integrato dalla chemioterapia e dalla radioterapia, dopo di che il paziente ha bisogno di un corso di trattamento riabilitativo, che può essere effettuato nel centro di riabilitazione dell'ospedale Yusupov.

Rimozione di un tumore al cervello: conseguenze

Qualsiasi intervento chirurgico è accompagnato da cattiva salute dopo di esso. Di norma, i pazienti lamentano vertigini, confusione. Questo sintomo è episodico, appare e scompare da solo.

Lo sviluppo di potenziali effetti collaterali dipende da fattori come:

  • tipo di operazione;
  • localizzazione del tumore;
  • stato neurologico del paziente prima dell'intervento chirurgico;
  • salute generale del paziente;
  • è stata eseguita la rimozione completa o parziale del tumore;
  • se i tessuti sani sono stati danneggiati durante l'operazione.

Le principali possibili conseguenze indesiderabili includono le seguenti:

  • lo sviluppo di sanguinamento (intra- o postoperatorio), che è accompagnato da cambiamenti neurologici;
  • il verificarsi del dolore - per il loro sollievo, gli specialisti dell'ospedale Yusupov prescrivono analgesici di ultima generazione;
  • sviluppo di edema nell'area dell'incisione (scompare dopo 2-4 giorni);
  • infezione della ferita - per prevenire lo sviluppo di questa complicazione, ai pazienti vengono prescritti farmaci antibatterici;
  • edema del tessuto cerebrale: alleviato dall'assunzione di corticosteroidi, uno dei quali è il desametasone, un farmaco ormonale che fornisce effetti immunomodulanti, antinfiammatori, antiallergici e stabilizzanti della membrana. Il desametasone per un tumore al cervello è usato come decongestionante che aiuta a ridurre la pressione intracranica;
  • lo sviluppo di disturbi neurologici che impediscono il ripristino della normale funzione neurologica;
  • l'insorgenza di convulsioni e sindrome convulsiva, che possono essere prevenute con l'uso di anticonvulsivanti;
  • trombosi: per ridurre il rischio di coaguli di sangue, gli specialisti dell'ospedale di Yusupov raccomandano di cambiare la posizione del corpo del paziente nel periodo postoperatorio e di sviluppare esercizi speciali per le gambe. Inoltre, il paziente deve smettere di fumare;
  • idrocefalo - in caso di questa complicazione, il paziente ha bisogno di una ventricolostomia endoscopica, installazione di drenaggio, chirurgia di bypass;
  • fuoriuscita di liquido cerebrospinale attraverso un'incisione praticata per l'operazione - viene eseguito un altro intervento chirurgico per ripristinare la corrente del fluido cerebrospinale;
  • la discrepanza tra i bordi delle graffette stabilita per fissare i bordi della ferita postoperatoria - per prevenire questa complicazione, il paziente deve abbandonare l'attività fisica da uno a uno e mezzo mesi dopo l'intervento chirurgico.

Come trattare un tumore al cervello con la chemioterapia?

La chemioterapia è importante nel trattamento delle formazioni tumorali. Ai pazienti vengono prescritti speciali farmaci citotossici che contribuiscono alla sconfitta delle cellule patologiche a moltiplicazione rapida. Molto spesso, tale trattamento prevede lo svolgimento di corsi tra i quali ci sono piccole pause necessarie per ripristinare il corpo.

Di norma, la chemioterapia viene utilizzata dopo l'intervento chirurgico per rimuovere la neoplasia..

Radioterapia per il cancro al cervello

Uno dei trattamenti più efficaci per la patologia del cancro è la radioterapia. La radioterapia per tumori cerebrali aiuta a ridurre le dimensioni della neoplasia in assenza della possibilità della sua completa rimozione.

La base di questo metodo è l'irradiazione dell'area interessata del cervello. Tuttavia, si deve comprendere che le radiazioni hanno un effetto dannoso per tutte le cellule del corpo, comprese quelle sane. Ma le cellule patologiche sono più sensibili, quindi questo effetto è più pronunciato per loro..

La radioterapia è usata per trattare sia i tumori benigni che quelli maligni. Spesso è combinato con trattamenti chirurgici e chemioterapia..

La radioterapia per i tumori cerebrali può essere eseguita in diversi modi:

  • tradizionale: implica l'irradiazione remota, in cui la testa del dispositivo è posizionata a una certa distanza dalla testa del paziente;
  • brachiterapeutico - il materiale radioattivo viene impiantato direttamente nella neoplasia, quindi il tumore viene irradiato dall'interno;
  • metodo di radiazione mirato: viene utilizzato un raggio di radiazione sottile e sottile. Per eseguire questo metodo, viene utilizzato un coltello gamma e cyber.

Radioterapia cerebrale: conseguenze

La radioterapia, come altri metodi di trattamento, ha effetti collaterali associati al fatto che anche le radiazioni sane sono influenzate negativamente dall'esposizione alle radiazioni al cervello. Le conseguenze della radioterapia scompaiono quando il corpo del paziente guarisce.

Molto spesso, i pazienti lamentano i seguenti sintomi:

  • ustioni, macchie e arrossamenti sulla pelle;
  • stanchezza e debolezza;
  • nausea e vomito
  • la perdita di capelli;
  • appetito ridotto.

Uno schema competente di trattamento riabilitativo, selezionato dagli specialisti dell'ospedale Yusupov individualmente per ciascun paziente, fornisce una rapida eliminazione di queste conseguenze negative in breve tempo.

Tumore al cervello: trattamento con rimedi popolari

Per sapere se un tumore al cervello è trattato con rimedi popolari, è necessario capire che questo metodo di trattamento può essere utilizzato solo per indebolire ed eliminare i sintomi, ma non per curare la malattia.

Nell'arsenale della medicina tradizionale ci sono molte ricette a base di rimedi a base di erbe (vischio bianco, poligono, maggiorana, arnica, trifoglio, equiseto, melissa, menta, timo, ecc.) Che possono essere utilizzati dai pazienti come trattamento aggiuntivo.

Tuttavia, non bisogna dimenticare che il trattamento di un tumore al cervello senza intervento chirurgico con l'aiuto di vari rimedi popolari deve essere iniziato dopo una consultazione preliminare obbligatoria con il medico curante, poiché questo metodo può non solo essere inutile, ma anche causare danni significativi alla salute del paziente. Solo un oncologo competente può raccomandare ulteriori metodi di trattamento, tenendo conto dell'età del paziente, delle sue condizioni fisiche generali, della localizzazione e del grado di sviluppo della neoplasia.

Nutrizione dopo la rimozione di un tumore al cervello

Nel primo periodo postoperatorio, per prevenire l'insorgenza di nausea, che può causare un aumento della pressione intracranica, un tubo nasogastrico viene inserito attraverso il naso nello stomaco del paziente, che è attaccato alla sacca di drenaggio.

Nelle prime ore dopo l'intervento chirurgico, una piccola quantità di acqua può essere somministrata al paziente. L'attento personale medico del centro di oncologia dell'ospedale di Yusupov monitora le condizioni del paziente, ha qualche problema con la deglutizione, che spesso si verifica dopo un intervento chirurgico.

Dopo il ripristino della capacità del paziente di bere acqua in modo indipendente, viene rimosso un tubo nasogastrico. Durante questo periodo, un brodo debole può essere introdotto nella dieta del paziente.

Una dieta equilibrata e normale per un tumore al cervello è un componente importante del periodo di recupero. Aiuta a ripristinare le cellule sane, migliorare i processi metabolici e prevenire l'esaurimento del corpo, indebolito dopo una malattia e un trattamento serio. Si raccomanda al paziente di mangiare una grande quantità di frutta e verdura fresca, carboidrati sotto forma di cereali bolliti, legumi, zuppe liquide.

Nel centro oncologico dell'ospedale di Yusupov, sono state create tutte le condizioni per i pazienti che favoriscono il recupero più rapido della forza dopo l'intervento chirurgico. Fisioterapisti, nutrizionisti e riabilitatori della massima categoria lavorano con i pazienti. Per la comodità dei pazienti, vengono forniti reparti accoglienti, vengono organizzati pasti di alta qualità. Fornisce assistenza 24 ore su 24 da personale medico qualificato.

Puoi porre domande sulle condizioni del ricovero, sul costo dei servizi forniti e iscriverti per una prima consultazione con il medico del centro di oncologia chiamando l'ospedale Yusupov o online sul sito web dei nostri coordinatori.

Trattamento del tumore al cervello

Un tumore del cervello è chiamato qualsiasi neoplasia che si è formata all'interno del cranio. Indipendentemente dalla varietà, la malattia porta sempre a conseguenze negative per la salute. Pertanto, oggi si presta particolare attenzione alla diagnosi tempestiva e al trattamento adeguato..

Il trattamento è obbligatorio

Se il processo in corso è benigno, porta ancora una minaccia, poiché man mano che la crescita cresce, la neoplasia inizia a esercitare pressioni sulle strutture vitali vicine. Per questo motivo, la pressione intracranica aumenta e compaiono vari problemi neurologici - da mal di testa e vertigini a convulsioni epilettiche, compromissione della coordinazione dei movimenti, sensibilità degli arti, memoria e linguaggio. Tutto ciò può portare a invalidità e morte..

Se stiamo parlando di neoplasie maligne del cervello, le condizioni del paziente si stanno rapidamente deteriorando. La prognosi in questo caso è estremamente sfavorevole. Pertanto, quando si rilevano le neoplasie, indipendentemente dalla loro natura, è necessario un pronto intervento medico.

Cause di un tumore al cervello negli adulti e nei bambini

Secondo le statistiche ufficiali, circa il 6% di tutte le neoplasie sono tumori nel cranio. Nell'infanzia, sono meno comuni, nelle persone anziane, il rischio di sviluppare tumori benigni o maligni è più elevato e il trattamento è più difficile. Sebbene non vi siano ancora dati precisi sul perché le cellule cambino la loro struttura e inizino a crescere in modo incontrollato. È stata rivelata la relazione tra lo sviluppo dei processi tumorali e i seguenti fattori:

  • alcune malattie genetiche, oncologia nei parenti;
  • esposizione a tossine, agenti cancerogeni, radiazioni ionizzanti;
  • stati di immunodeficienza;
  • Lesioni alla testa;
  • disturbi intrauterini dello sviluppo del tessuto cerebrale del feto.

Classificazione della malattia

Oltre a dividersi in benigni e maligni, distinguono la classificazione in tumori primari e secondari - nel secondo caso, si presentano a seguito della diffusione di processi maligni da altri organi.

Per il trattamento, è significativo in quali cellule e tessuti si è verificata una neoplasia. Tra i tumori primari comuni ci sono i seguenti:

  • sviluppato direttamente dal tessuto cerebrale;
  • meningiomi: tumori delle membrane;
  • neuromi - formazioni nei nervi del cranio;
  • adenoma ipofisario.

Nella posizione della neoplasia, possono trovarsi nella parte superiore o inferiore, negli emisferi, nelle strutture mediane o nella base del cervello.

Sintomi di un tumore al cervello

Nel trattamento delle neoplasie, la diagnosi tempestiva è cruciale. Pertanto, è importante che una persona noti un cambiamento nelle sue condizioni nel tempo e consulti un medico. Chiamiamo i principali segni di un tumore:

  • mal di testa - intenso, parossistico, scoppiando, che non può essere gestito nel solito modo;
  • vertigini, fino a una perdita di equilibrio;
  • bavaglio non legato agli alimenti;
  • disturbi della funzione motoria - debolezza muscolare, crampi o ipertonicità;
  • diminuzione della vista, dell'udito o dell'olfatto;
  • problemi di memoria, linguaggio, concentrazione, cambiamenti di carattere.

Con mal di testa regolari e la presenza di almeno un sintomo, è necessario sottoporsi a una diagnosi per escludere o confermare i sospetti dello sviluppo dell'oncologia cerebrale.

Screening tumorale

La medicina moderna utilizza una vasta gamma di strumenti. Il complesso può includere:

  • tomografia ad emissione di positroni (PET);
  • oftalmoscopia;
  • calcolata (CT) e vari tipi di risonanza magnetica (MRI); (uno dei metodi principali)
  • puntura dei tessuti e biopsia del liquido cerebrospinale.

Il medico potrebbe non prescrivere tutti i tipi di diagnostica, scegliendo il più informativo per un caso particolare.

Trattamento dei tumori cerebrali

Metodi chirurgici, chemioterapia e radioterapia per le formazioni volumetriche del cervello sono utilizzate in modo completo..

Con un tumore al cervello, di solito viene eseguita un'operazione per rimuoverlo - questo è tradizionalmente considerato il più efficace. Sfortunatamente, se la formazione è in un luogo inaccessibile, l'area della lesione è troppo grande o con un alto grado di probabilità che le cellule tumorali si siano già diffuse ad altre parti del cervello, il rischio di toccare le parti vitali è maggiore delle possibilità di migliorare le condizioni del paziente.

Il sistema di radiochirurgia stereotassica CyberKnife è una moderna alternativa all'intervento chirurgico. Questa tecnica consente di distruggere le formazioni tumorali in modo estremamente preciso senza influire sui tessuti sani. Questa non è un'operazione: non vengono eseguite incisioni o altre manipolazioni dolorose, il paziente non ha bisogno di anestesia e ricovero in ospedale. Il processo può richiedere diverse sessioni, tra cui il paziente vive una vita normale.

Gli specialisti del centro di radioterapia OncoStop a Mosca aiuteranno a sbarazzarsi delle neoplasie del cranio usando il sistema CyberKnife. È possibile ottenere una consultazione o fissare un appuntamento sulla conduzione della radioterapia per il cancro al cervello chiamando il numero +7 (495) 215-00-49 o 8 (800) 5-000-983.

Costo del trattamento
Tumori cerebrali da 270.000

Il costo esatto del trattamento viene determinato solo dopo aver consultato un medico

Indirizzo: 115478 Mosca, Kashirskoye sh., 23 p. 4
(territorio dell'istituto di bilancio dello Stato federale "Centro nazionale di ricerca medica di oncologia intitolato a NN Blokhin" del Ministero della sanità della Russia)

© 1997-2020 OncoStop LLC. Il copyright dei materiali appartiene alla società OncoStop LLC.
L'uso dei materiali del sito è consentito solo con il posizionamento obbligatorio di un collegamento alla fonte (sito).

Come trattare i tumori cerebrali e dove curare il cancro al cervello a Mosca?

1. Trattamento di un tumore al cervello

Il trattamento di un tumore al cervello in ogni caso dovrebbe essere strettamente individuale. Il regime di trattamento per il cancro al cervello dipende dall'età del paziente, dalla salute generale e dalle dimensioni, dalla posizione e dal tipo di tumore..

Il trattamento del cancro al cervello è di solito un processo molto complesso, a cui partecipano medici di varie specialità: neurochirurghi, oncologi e radioconcologi, fisioterapisti e altri. I trattamenti più comuni per il cancro al cervello oggi sono la chirurgia, la radioterapia e la chemioterapia. Inoltre, nella maggior parte dei casi, viene utilizzato più di un metodo di trattamento..

2. Trattamento chirurgico di un tumore al cervello e un tumore al cervello

Molti pazienti con un tumore al cervello richiedono un intervento chirurgico. Lo scopo dell'operazione potrebbe essere quello di confermare la natura del tumore e la sua rimozione. Se il tumore non può essere rimosso, i chirurghi di solito prelevano un campione del tessuto tumorale per determinarne il tipo. In alcuni casi, principalmente quando il tumore al cervello è benigno, la malattia può essere completamente sconfitta mediante rimozione chirurgica del tumore. Se possibile, il neurochirurgo tenta di rimuovere completamente il tumore durante l'intervento chirurgico..

3. Terapia del cancro al cervello - radioterapia

La radioterapia o radioterapia è un trattamento in cui i raggi ad alta energia uccidono le cellule tumorali, ne bloccano la crescita e la riproduzione..

La radioterapia può essere raccomandata per i pazienti per i quali, per vari motivi, l'intervento chirurgico per il trattamento del cancro al cervello è controindicato. La radioterapia può anche essere eseguita dopo l'intervento chirurgico per uccidere le cellule tumorali rimanenti. La radioterapia è una terapia locale che si rivolge specificamente alle cellule. Non danneggerà le cellule in altre parti del corpo e nemmeno nelle aree vicine del cervello..

L'irradiazione può essere effettuata con diversi metodi:

  • Le radiazioni esterne usano un raggio di energia che è diretto verso l'area del tumore e passa attraverso la pelle, il cranio, il tessuto cerebrale sano. La procedura stessa richiede solo pochi minuti e di solito viene eseguita dal corso.
  • La radiazione interna o impiantata viene effettuata utilizzando una capsula radioattiva, che viene posizionata all'interno del tumore stesso. La radiazione emessa dalla capsula distrugge il tumore. La radioattività della capsula viene gradualmente ridotta e per ogni paziente viene calcolata rigorosamente individualmente in modo che la dose di radiazioni sia ottimale.
  • La radiochirurgia stereotassica, che è anche chiamata trattamento con coltello gamma, è una moderna procedura high-tech. Non richiede intervento chirurgico, sebbene si riferisca a tecniche di trattamento chirurgico. Un coltello gamma distrugge un tumore al cervello senza aprire il cranio. Per determinare con precisione la posizione del tumore, viene utilizzata la TC o la RM. E un coltello gamma irradia direttamente il tumore con una grande dose di radiazioni, a seguito della quale si verifica la sua distruzione. Questo metodo di trattamento del tumore al cervello presenta meno complicazioni rispetto alla chirurgia a cielo aperto e richiede un periodo di recupero non troppo lungo..

4. Trattamento del tumore al cervello - Chemioterapia

La chemioterapia è l'uso di potenti farmaci per uccidere le cellule tumorali. La chemioterapia viene generalmente somministrata in corsi in cui un breve periodo di terapia intensiva si alterna a un periodo di recupero e riposo. Ogni corso dura diverse settimane. Per la chemioterapia, è possibile utilizzare un farmaco o una combinazione di più farmaci. Possono essere assunti per via orale o somministrati tramite un contagocce. Gli effetti collaterali della chemioterapia possono verificarsi sotto forma di nausea, vomito, ulcere in bocca, perdita di appetito, perdita di capelli. Ma alcuni di essi possono essere ridotti con altri farmaci..

Trattamento del tumore al cervello

Quando viene diagnosticato un tumore al cervello, il suo trattamento dipende in gran parte dal grado di malignità e dall'abbandono della malattia. Il successo della terapia è influenzato anche dal tipo di neoplasie situate nella scatola cranica - extracerebrale, che colpisce il rivestimento del cervello o intracerebrale, che è una formazione atipica di cellule cerebrali.

p, blockquote 2.0,0,0,0 ->

Tipi e sintomi di tumori

Con un tumore al cervello, le cellule di tessuti, membrane, vasi sanguigni, terminazioni nervose si dividono intensamente. Il cancro è primario, invaso dal cervello o secondario, formato durante le metastasi da un altro organo danneggiato dalla malattia.

p, blockquote 3,0,0,0,0,0 ->

p, blockquote 4,0,0,0,0,0 ->

I tumori primari sono suddivisi in:

p, blockquote 5,0,0,0,0,0 ->

  • Astrocitomi, costituiti da cellule di astrociti che alimentano e supportano lo sviluppo dei neuroni.
  • Oligodendrogliomi formati da cellule che proteggono i neuroni.
  • Ependimomi, che si sviluppano dalle cellule delle membrane che rivestono le pareti dei ventricoli del cervello.
  • Gliomi misti contenenti cellule patologicamente alterate di astrociti e oligodendrociti.
  • Adenomi ipofisari responsabili della produzione di ormoni.
  • Linfomi del SNC, in cui si formano cellule atipiche nei vasi linfatici situati nel cranio.
  • Meningiomi che si sviluppano da cellule mutate delle meningi.

I sintomi pronunciati della formazione extracerebrale includono:

p, blockquote 6.0,0,0,0 ->

  • svenimenti.
  • Difficoltà a parlare.
  • Coordinamento alterato.
  • Perdita di memoria.
  • spasmi.
  • allucinazioni.

Ai primi segni di malessere, dovrebbe essere visto un medico al fine di identificare la causa del suo verificarsi. Prima inizi a curare il cancro al cervello, maggiori sono le tue possibilità di guarigione..

p, blockquote 7,0,0,0,0 ->

I tumori intracerebrali localizzati nei tessuti sono meno attivi. La prima cosa che dovrebbe allertare il paziente sono gli attacchi mattutini di mal di testa, accompagnati da nausea e talvolta vomito.

p, blockquote 8,0,1,0,0 ->

Cause di sviluppo del tumore

p, blockquote 9,0,0,0,0 ->

Perché si verificano i tumori, i medici non possono dirlo con certezza. L'unica causa accertata di cancro negli adulti è la radiazione. Alcuni esperti vedono le cause della malattia nelle radiazioni infrarosse, ionizzanti, elettromagnetiche.

p, blockquote 10,0,0,0,0 ->

I fattori di rischio che contribuiscono alla proliferazione delle cellule patologiche includono:

p, blockquote 11,0,0,0,0 ->

  • Età.
  • Eredità.
  • Alimenti geneticamente modificati.
  • Intossicazione da sostanze chimiche (pesticidi, cloruro di vinile).
  • Virus della papillomatosi.

Un tumore può formarsi a qualsiasi età, ma il più delle volte i medici lo trovano nelle persone dopo 45 anni. Il rischio di contrarre un tumore nel cervello aumenta:

p, blockquote 12,0,0,0,0 ->

  • Negli uomini dai 58 ai 69 anni.
  • Partecipanti alla liquidazione dell'incidente di Chernobyl.
  • Abusatori di telefoni cellulari.
  • Lavoratori in imprese con elevata tossicità. Quando una persona entra in contatto con sostanze nocive (piombo, arsenico, benzina, mercurio, pesticidi) ogni giorno, il rischio di sviluppare il cancro aumenta in modo significativo.
  • Sopravvissuti al trapianto di organi.
  • Infezione da HIV.
  • Trattamento chemioterapico.

Le anomalie genetiche sono la ragione principale per lo sviluppo dell'oncologia nei bambini. È noto che le cellule in grado di divisione avanzata subiscono cambiamenti atipici. E nel corpo dei bambini (non escludendo il feto che si sviluppa nell'utero), ce ne sono molti di più che nell'adulto.

p, blockquote 13,0,0,0,0 ->

Metodi diagnostici

p, blockquote 14,0,0,0,0 ->

Prima di prescrivere il trattamento, viene diagnosticato un tumore al cervello. Il paziente deve sottoporsi:

p, blockquote 15,0,0,0,0 ->

  • Monitoraggio neurologico di riflessi, coordinazione, stato dell'udito e visione. Se si notano patologie, uno specialista sarà in grado di determinare l'area approssimativa del luogo di istruzione.
  • La risonanza magnetica, che consente di ottenere un'immagine del cervello chiaramente stratificata, per valutare le dimensioni, la posizione, il grado di crescita del tumore.
  • La tomografia computerizzata, la radiografia, l'esame ecografico di altri organi viene eseguito se il tumore nel cervello è secondario.
  • Viene eseguita una biopsia per determinare il tipo di neoplasia in base alla composizione cellulare. La procedura viene eseguita durante l'intervento chirurgico o inserendo un ago speciale in un piccolo foro nel cranio.

Metodi di trattamento di un tumore al cervello

p, blockquote 16,0,0,0,0 ->

Il trattamento del cancro al cervello viene effettuato con metodi come:

p, blockquote 17,1,0,0,0 ->

  • Terapia farmacologica che elimina i sintomi e allevia le condizioni del paziente.
  • La chirurgia, il passo più efficace nella lotta contro la malattia.
  • La radioterapia viene eseguita quando il tessuto danneggiato si trova in un punto difficile da raggiungere ed è impossibile rimuoverlo operativamente..
  • La chemioterapia viene utilizzata come trattamento aggiuntivo dopo l'intervento chirurgico.

L'approccio più efficace è considerato un approccio integrato, quando l'osservazione viene effettuata da diversi specialisti: un neurochirurgo, un oncologo, un radiologo, un medico curante. Dicono al paziente come trattare un tumore al cervello e se la chirurgia può essere evitata. Molto dipende dalla natura dell'educazione, sia essa maligna o benigna.

p, blockquote 18,0,0,0,0 ->

  • La neoplasia maligna è caratterizzata dalla presenza di tessuti e strutture patologici nell'organo principale del sistema nervoso. Sono in grado di crescere intensamente, crescere profondamente nelle strutture e nel cranio. Gli esperti affermano che il trattamento farmacologico è di natura ausiliaria. Con una forte compressione da parte del tumore di neuroni e strutture situate vicino, insorgono mal di testa pressanti insopportabili. Con tali sintomi, vengono prescritti antidolorifici e farmaci per ridurre il gonfiore..
  • Se a un paziente viene diagnosticato un tumore benigno al cervello, il trattamento radicale è un po 'più semplice. Dopotutto, tali neoplasie hanno contorni chiari e si trovano sulla superficie del cervello, non penetrano in profondità nei suoi tessuti e non danno metastasi. Dopo aver raggiunto una certa dimensione, un tumore benigno smette di crescere. Ma, come nel caso di tumori maligni, la ricaduta è possibile dopo la sua rimozione. Si ritiene che i tumori benigni nel corpo umano non minaccino la sua vita e la sua salute. I tumori nel cranio sono pericolosi perché comprimono il cervello, danneggiano le cellule sane e causano infiammazione..

Intervento chirurgico

p, blockquote 19,0,0,0,0 ->

Un tumore al cervello, il cui trattamento si basa sull'operazione, implica che il paziente si trova nell'ospedale del reparto neurochirurgico. In casi avanzati, l'operazione viene eseguita immediatamente.

p, blockquote 20,0,0,0,0 ->

L'intervento chirurgico è diviso in 2 categorie:

p, blockquote 21,0,0,0,0 ->

  • Chirurgia radicale con eradicazione del tumore assoluta.
  • Chirurgia palliativa che migliora le condizioni del paziente rimuovendo parte della neoplasia che comprime il cervello. Il benessere del paziente si stabilizza, non soffre più di attacchi di dolore alla testa, le funzioni cerebrali vengono ripristinate.

La chirurgia per rimuovere un tumore nel cervello comporta trepanazione ed escissione del tessuto canceroso. I medici cercano di rimuovere il più possibile il tumore e preservare il più possibile le cellule sane. I neurochirurghi moderni usano le ultime tecniche per questo:

p, blockquote 22,0,0,0,0 ->

  • Craniotomia, con fori nel cranio per l'accesso al cervello.
  • Trepanazione endoscopica, che consente il trattamento radicale del cancro al cervello senza aprire il cranio.
  • Radiochirurgia stereotassica integrata dalla biopsia.

Microscopi speciali, che vengono utilizzati dai chirurghi durante l'operazione, consentono interventi complessi nel cervello con un trauma minimo ai tessuti circostanti.

p, blockquote 23,0,0,0,0 ->

Nel periodo postoperatorio, il paziente ha bisogno della supervisione di un neurologo. Le patologie del sistema nervoso danno gravi complicazioni. Il ripristino delle funzioni cerebrali richiede molto tempo, l'attuazione scrupolosa delle raccomandazioni dei medici, un attento atteggiamento nei confronti della salute dopo la dimissione dall'ospedale.

p, blockquote 24,0,0,0,0 ->

Il medico curante seleziona un trattamento completo che migliora la circolazione sanguigna, normalizza la pressione sanguigna, riduce i disturbi autonomici. Il trattamento del cancro al cervello prevede l'assunzione di farmaci di supporto e di restauro, procedure fisioterapiche, sessioni di massaggio e ginnastica.

p, blockquote 25,0,0,0,0 ->

Radioterapia e chemioterapia

p, blockquote 26,0,0,1,0 ->

La radioterapia si basa su raggi X ad alta energia, che consentono la distruzione di cellule atipiche. Esistono due tipi di questa terapia:

p, blockquote 27,0,0,0,0 ->

  • Trattamento con un dispositivo speciale che dirige il raggio di radiazione nella posizione del tumore canceroso.
  • Terapia interna in cui viene utilizzato un componente radioattivo. È in capsule e viene inserito nell'area interessata con un ago, un catetere o un ferro da calza..

Insieme all'esposizione alle radiazioni, viene utilizzata la chemioterapia. La tecnica prevede l'uso di farmaci che fermano la crescita delle cellule atipiche e le distruggono. Dopo la penetrazione nel corpo del paziente, i farmaci iniziano a lavorare intensamente, colpendo le cellule tumorali. Se i farmaci vengono iniettati direttamente nell'organo o nella colonna vertebrale, le possibilità di un risultato di trattamento positivo aumentano significativamente.

p, blockquote 28,0,0,0,0 ->

Parallelamente, al paziente viene prescritto l'assunzione di integratori alimentari - integratori alimentari. Aiutano a far fronte agli effetti collaterali che possono verificarsi durante il corso del trattamento. Solo uno specialista può prescrivere farmaci per la chemioterapia, a partire dal tipo di neoplasia.

p, blockquote 29,0,0,0,0 ->

Metodi popolari

p, blockquote 30,0,0,0,0 ->

Se viene rilevato un cancro al cervello, il trattamento con infusioni medicinali e decotti per ridurre la neoplasia, mantenere il corpo, rafforzare le sue funzioni protettive, richiede una consultazione preventiva con un medico. Il trattamento conservativo in questo caso è l'atto principale e non tradizionale come metodo ausiliario. Ricette popolari:

p, blockquote 31,0,0,0,0 ->

  • Ridurre il tumore aiuterà a prendere il succo di aloe a 1 cucchiaino due volte al giorno.
  • 3 g di fiori secchi di vischio bianco versare un bicchiere di latte di capra.
  • 2 cucchiai. l di fiori freschi di castagno e 1 cucchiaio. I fiori secchi versano un bicchiere di acqua bollente, lascia riposare per 6-8 ore. Dopo aver allungato, il farmaco viene bevuto alla gola durante il giorno.

p, blockquote 32,0,0,0,0 ->

previsioni

I gliomi maligni sono una diagnosi comune, che rappresentano il 60% dei tumori cerebrali primari che si verificano. Sono divisi in 4 gradi di malignità. Più viene trascurata la malattia, maggiore è il grado di malignità, minore è la probabilità che il paziente torni alla vita normale e si riprenda.

p, blockquote 33,0,0,0,0 ->

Già al 3 ° stadio della malignità, il tumore è considerato inoperabile. Il trattamento di tali pazienti consiste nell'eliminare i sintomi e alleviarne le condizioni. I farmaci narcotici, che hanno un effetto calmante e analgesico, aiutano ad alleviare una persona da forti mal di testa..

p, blockquote 34,0,0,0,0 -> p, blockquote 35,0,0,0,1 ->

I medici usano il termine "sopravvivenza a cinque anni" per alcuni tipi di oncologia. Molti pazienti vivono più a lungo se il tipo e il grado di malignità consentono un trattamento precoce, radiologico e chemioterapico del cancro al cervello nelle prime fasi..

Data di pubblicazione: 06/11/2017

Neurologo, riflessologo, diagnostico funzionale

Esperienza 33 anni, categoria più alta

Competenze professionali: diagnosi e trattamento del sistema nervoso periferico, malattie vascolari e degenerative del sistema nervoso centrale, trattamento del mal di testa, sollievo delle sindromi dolorose.

Leggi Vertigini