Principale Attacco di cuore

Vaccino contro l'encefalite da zecche, varietà ed efficacia

Con l'inizio del calore, non solo vengono attivati ​​insetti innocui come farfalle e coccinelle, ma anche tutti i tipi di parassiti. Se i morsi di zanzare e tafani sono semplicemente spiacevoli, un morso di zecca può portare allo sviluppo di una malattia grave: l'encefalite da zecche.

Ecco perché vale la pena pensare in anticipo alle misure preventive al fine di ridurre al minimo i danni causati da questo insetto. Il modo più affidabile per prevenire lo sviluppo della malattia è la vaccinazione..

Perché è necessaria la vaccinazione

Il virus nel corpo umano si sviluppa dopo una puntura di zecca, così come quando il latte e la carne contaminati entrano nel corpo. Le mucche e le capre non sono sensibili alla malattia, ma dopo l'attacco del parassita possono diventare portatrici.

Il vaccino contro l'encefalite da zecche è necessario per i seguenti motivi:

  1. questo virus colpisce il sistema nervoso centrale, molti colpiti dagli effetti della malattia preoccupano il resto della vita.
  2. L'habitat del parassita è piuttosto ampio - da Kaliningrad all'estremo oriente. In questo caso, le zecche si trovano non solo nelle profondità della foresta. Puoi prendere un parassita anche nel parco centrale della città, durante una normale passeggiata.
  3. Secondo le statistiche, il 20% dei parassiti è portatore del virus, quindi ogni quinto morso può portare allo sviluppo della malattia.
  4. A seconda del tipo di virus, il numero di decessi per cento malati può raggiungere 2-5 persone.

L'encefalite da zecche è una malattia grave che può portare alla morte. Pertanto, tutte le persone devono essere vaccinate, indipendentemente dall'età e dal sesso. Questo è l'unico modo per proteggerti dal pericolo. Vale la pena considerare che lo strumento ha una durata limitata dell'immunizzazione e che le persone vaccinate devono essere periodicamente rivaccinate.

Il meccanismo d'azione della vaccinazione

Il principio del vaccino è abbastanza semplice. Quando viene somministrato un vaccino contro le zecche, un virus dell'encefalite disattivato entra nel corpo, il che non è pericoloso ma contiene sulla sua superficie antigeni che fungono da marker per il sistema immunitario umano.

In risposta alla comparsa di elementi estranei, vengono prodotti anticorpi che si attaccano al virus, bloccandolo e prevenendo la diffusione. Queste proteine ​​rimangono a lungo nel corpo e con la successiva comparsa del patogeno eliminano immediatamente il pericolo.

Se gli anticorpi sono assenti al momento dell'infezione, il corpo rimane indifeso contro l'encefalite. Queste proteine ​​non si formano immediatamente, quindi il virus ha il tempo di diffondersi e la persona inizia a ammalarsi.

Indicazioni per la vaccinazione

Non tutti sanno quando essere vaccinati contro l'encefalite trasmessa da zecche e a chi è indicato. Le zecche possono essere trovate su quasi l'intero territorio del paese, tuttavia, in alcune regioni il numero di malati è solo 0-4 persone per 100 mila persone.

Gli okrug del Sud e del Nord Caucaso, lo Yamalo-Nenets Autonomous Okrug e altri sono considerati sicuri: Altai Krai, Krasnoyarsk Krai, ecc. Sono pericolosi, dove il numero di casi può raggiungere 40 persone ogni 100 mila persone..

Un elenco completo dei territori senza successo si riflette nella mappa delle regioni endemiche per l'encefalite virale trasmessa da zecche.

Oltre ai cittadini che vivono in territori potenzialmente pericolosi, il vaccino deve essere somministrato:

  1. persone che vanno in viaggio d'affari o in vacanza in aree svantaggiate.
  2. Professionisti che lavorano con materiale batteriologico contenente il virus.

La vaccinazione può essere effettuata in qualsiasi momento dell'anno, meglio prima che compaiano le prime zecche. Dato il tempo necessario per sviluppare anticorpi, la prima vaccinazione dovrebbe essere somministrata in inverno - primavera. Se la necessità di protezione contro l'encefalite è emersa alla vigilia della stagione, è possibile utilizzare il programma di vaccinazione accelerata.

Programma di vaccinazione

Non è sufficiente essere vaccinati una volta per ottenere un'immunità permanente alla malattia.

Il programma di vaccinazione standard è il seguente:

  1. il primo vaccino viene somministrato nel giorno stabilito.
  2. Il secondo vaccino viene somministrato 1-3 mesi dopo il primo.
  3. La terza volta che il vaccino viene somministrato 9-12 mesi dopo il secondo.

Il farmaco, introdotto secondo questo schema, fornisce un'immunità stabile per tre anni. Tre anni dopo, viene effettuata una nuova vaccinazione..

Un programma di vaccinazione abbreviato per encefalite è il seguente:

  1. viene dato il primo vaccino.
  2. Il secondo - dopo 14 giorni.
  3. Il terzo vaccino viene somministrato dopo 3 mesi.

La rivaccinazione secondo questo schema deve essere completata in un anno.

I bambini iniziano a essere vaccinati dopo un anno, preferendo i farmaci importati. Prima della procedura, il medico deve valutare le condizioni del bambino.

Caratteristiche della vaccinazione degli adulti

Non è richiesta una preparazione speciale prima della vaccinazione contro la zecca dell'encefalite. Una persona dovrebbe essere sana e non avere controindicazioni. Le istruzioni dicono che il vaccino non deve essere somministrato se una persona ha recentemente avuto un'infezione da virus. La procedura in questo caso dovrebbe essere posticipata di un mese.

Il farmaco negli adulti viene somministrato per via sottocutanea sotto la scapola o nel muscolo deltoide, cercando di non toccare i vasi sanguigni.

Dopo la vaccinazione, la probabilità di ammalarsi è ridotta del 95%. Se una persona cattura comunque il virus, l'encefalite trasmessa da zecche scorrerà molto più facilmente, senza complicazioni.

Controindicazioni

La vaccinazione contro l'encefalite da zecche è una procedura complicata. Ha una serie di controindicazioni..

La vaccinazione non deve essere somministrata nei seguenti casi:

  • una persona ha patologie endocrine, lesioni ischemiche del cuore e dei vasi sanguigni;
  • il paziente ha il diabete di entrambi i tipi, la tubercolosi, soffre di epilessia;
  • ha malattie maligne, gravi patologie dei reni e del fegato;
  • una forte riduzione dell'immunità, compreso l'AIDS;
  • grave reazione a un farmaco introdotto in precedenza;
  • intolleranza alle proteine;
  • gravidanza.

Negli adulti, così come nei bambini, il medico accetta la conclusione sulla necessità della vaccinazione. È lui che confronta i benefici attesi e i possibili danni derivanti dalla vaccinazione.

Alcune malattie sono controindicazioni assolute per la somministrazione del farmaco, alcune sono relative e il medico può autorizzare la vaccinazione..

Consiglio del medico: vaccini contro l'encefalite da zecche

Possibili complicazioni

Il vaccino contro l'encefalite da zecche è uno dei farmaci a bassa reattività. Ciò significa che gli effetti collaterali e le complicanze dopo la vaccinazione sono rari.

La risposta a un vaccino contro l'encefalite da zecche può essere la seguente:

  1. arrossamento o gonfiore nel sito di iniezione che dura per diversi giorni.
  2. Aumento della temperatura - di 1-1,5 0 С.
  3. Malessere generale, che ricorda una infezione virale iniziale, mal di testa, articolazioni doloranti. Questa condizione richiede una consultazione con un medico..
  4. Una reazione allergica nel sito di iniezione, arrossamento, eruzione cutanea. Manifestazioni più gravi (orticaria, edema di Quincke, shock anafilattico sono estremamente rare).

Sono anche possibili le seguenti complicazioni: suppurazione nel sito di iniezione, un significativo aumento della temperatura o malessere, che dura diversi giorni. Tale reazione a un vaccino contro l'encefalite indica una violazione delle condizioni di conservazione del vaccino, nonché una possibile somministrazione impropria della sostanza.

Le reazioni locali, di regola, passano rapidamente e non richiedono un trattamento speciale. In generale, il vaccino contro l'encefalite da zecche è ben tollerato da tutti i pazienti, indipendentemente dal produttore del farmaco.

Varietà di vaccini

Esistono tre ceppi di virus dell'encefalite trasmessa da zecche: occidentale, estremo-orientale e siberiano. I preparati europei contengono solo la prima varietà prodotta in Russia: la seconda e la terza. Inoltre, tutti i ceppi hanno una struttura simile e la vaccinazione da una specie proteggerà da un'altra.

In vendita puoi trovare i seguenti tipi di farmaci:

  1. "Encevir" e "EncevirNeo", per proteggere i bambini da tre anni. I farmaci di fabbricazione russa sono ben tollerati ed economici. Tuttavia, non sono raccomandati per i bambini molto piccoli..
  2. "Tick-E-Wack". Apparso sul mercato farmaceutico nel 2012, è disponibile in due varianti: bambini da uno a 16 anni e adulto. Effetti collaterali dell'uso del medicinale: malessere generale, leggero aumento della temperatura, arrossamento nel sito di iniezione, debolezza. Tutti i sintomi spiacevoli scompaiono in 1-2 giorni.
  3. Vaccino contro l'encefalite da zecche concentrato. Ha gli stessi effetti collaterali di "Tick-E-Wak". Adatto per adulti e bambini di età superiore ai tre anni..
  4. "FSME-Immun" e "Ensepur" di produzione tedesca e austriaca possono essere messi ai bambini dall'età di uno. Differiscono nel numero minimo di complicanze, sono dotate di una siringa monouso per iniezione, ma sono molto più costose.

Nelle cliniche distrettuali vengono spesso vaccinati con vaccini prodotti in Russia. Dovrai acquistare quelli importati a tue spese. L'efficacia dei farmaci è la stessa, le differenze riguardano solo gli effetti collaterali.

Quanto dura il vaccino

È difficile dire per quanto tempo funziona un vaccino a colpo singolo. Per la comparsa di immunità stabile, un vaccino contro l'encefalite da zecche deve essere somministrato almeno tre volte. Secondo il classico schema di vaccinazione, dopo l'ultima iniezione del farmaco, il paziente ha un'immunità di tre anni. Dopo questo periodo, il numero di anticorpi inizia a diminuire, quindi è necessaria una rivaccinazione.

Il vaccino contro le zecche non si ferma immediatamente. La deviazione di 1-2 mesi dal programma di vaccinazione è abbastanza accettabile.

È necessario un vaccino dopo una puntura di zecca

Immediatamente dopo una puntura di zecca, gli esperti non raccomandano la vaccinazione contro l'encefalite. Esiste la possibilità che un corpo indebolito non possa far fronte a due forme di virus: attivo e indebolito.

Invece della vaccinazione, dopo un morso hanno messo l'immunoglobulina, la cui base è il siero proteico attivo, isolato dal plasma del donatore. Il medicinale aumenta la resistenza del corpo a una malattia infettiva, gli anticorpi che lo compongono distruggono il patogeno.

Risposte a domande popolari

Ci sono una serie di domande che i pazienti sono timidi o dimenticano di porre all'appuntamento del medico. Eccone alcuni:

  1. È possibile bagnare il vaccino contro l'encefalite? I vaccini moderni sono sicuri, non impongono gravi restrizioni allo stile di vita del paziente. Il vaccino contro l'encefalite può essere bagnato; dopo che il vaccino viene somministrato, è permesso fare il bagno, non si deve semplicemente strofinare, graffiare o mescolare il sito di iniezione in modo da non causare un'infezione.
  2. È consentito bere alcolici dopo la procedura? No, dopo aver somministrato il vaccino contro l'encefalite, è necessario astenersi dal bere alcolici. L'alcool indebolisce le difese dell'organismo e può provocare una reazione allergica..
  3. Posso fare sport dopo la procedura? È indesiderabile, poiché l'esercizio attivo esaurisce il corpo, aggiungendo un ulteriore onere a quest'ultimo.
  4. Sono consentite le passeggiate? Dopo l'introduzione del vaccino contro l'encefalite, il corpo è indebolito e aperto a varie infezioni. Camminare da solo non danneggerà il paziente, ma è meglio giocarlo in modo sicuro per non contrarre alcuna infezione virale.
  5. Cosa devo fare se la mia mano si ammala o la temperatura aumenta dopo la procedura? Molto probabilmente, una reazione locale al farmaco si manifesta in questo modo. Questi sintomi non richiedono un trattamento speciale. Di norma, tutte le sensazioni spiacevoli scompaiono in 1-3 giorni, se ciò non accade, è necessario consultare un medico.

Nonostante le controindicazioni e gli inconvenienti causati dal vaccino contro l'encefalite, la vaccinazione è l'unico mezzo di protezione veramente affidabile..

Il costo del vaccino è incomparabilmente inferiore all'importo che dovrà essere speso per il trattamento, per non parlare del fatto che la malattia del sistema nervoso centrale non passa senza lasciare traccia.

Se trovi un errore, seleziona un pezzo di testo e premi Ctrl + Invio. Lo ripareremo e avrai + karma

Vaccino contro l'encefalite da zecche: istruzione, reazione

L'agente eziologico della patologia neuroinfezione più grave - l'encefalite da zecche è un virus del genere Flavivirus. Penetra nel flusso sanguigno umano con la saliva delle zecche infette. Secondo le statistiche, da 12.000 a 40.000 adulti e bambini diventano vittime degli attacchi di questi aracnidi. Ma solo il 10% del numero totale delle vittime guarisce, un altro 10% muore e l'80% delle persone rimane disabile..

Oltre a queste tristi informazioni, si deve tener conto di un altro fatto deludente: l'infezione può verificarsi non da qualche parte nel boschetto o nel campo, ma nelle aree del parco urbano, come le zecche virali sono ora comuni e lì.

Pertanto, un vaccino contro l'encefalite da zecche è un argomento insolitamente rilevante, in particolare con l'approccio della primavera. L'immunità dovrebbe essere formata in anticipo: dopo tutto, l'attività più alta degli insetti si osserva precisamente da maggio e dura fino alla fine di giugno, quindi è necessario avere tempo per prepararsi.

Indicazioni per la vaccinazione

Gli esperti raccomandano le vaccinazioni contro l'encefalite trasmessa da zecche:

  • dipendenti di laboratori in cui sono studiati biomateriali contenenti colture vive dell'agente causale di questa patologia;
  • persone che si esibiscono in aree enzootiche per CE, tipi di lavoro come raccolta, irrigazione, geologico, edile, agricolo, deratizzazione;
  • cittadini che visitano regioni con alti tassi di infezione da encefalite da zecche;
  • turisti che vanno nella foresta per cacciare o fare escursioni;
  • residenti nelle regioni umide.

Coloro che sono a rischio di mangiare carne o latte infetti e il contatto con animali morsi da zecche hanno bisogno dell'immunizzazione con sieri anti-encefalite..

Perché hai bisogno di un vaccino contro l'encefalite da zecche??

L'immunizzazione è necessaria per proteggere il corpo dal virus dell'encefalite, che viene trasmesso dalle zecche. Inoltre, l'infezione con la malattia è possibile quando si mangia latte o carne da un animale infetto. Le mucche e le capre non sono sensibili al virus, ma dopo un morso di zecca vengono infettate.

L'agente causale della malattia non è resistente nell'ambiente esterno, ma allo stesso tempo nelle ghiandole salivari di una zecca infetta può persistere, senza perdere la sua attività, fino a 4 anni. Un morso di zecca - il corriere della malattia, infetta la vittima. Le ragioni principali per essere vaccinati sono:

  • ogni 5 tick secondo le statistiche è portatore della malattia;
  • le conseguenze dell'infezione da encefalite per l'uomo sono estremamente pericolose - con la sconfitta della forma europea della malattia, la mortalità raggiunge il 2% e con l'Estremo Oriente - il 20%. I sopravvissuti alla malattia per tutta la vita dovranno affrontare le sue complicazioni;
  • molto diffuso dalla parte europea della Russia (ci sono individui infetti anche a Mosca e nella regione di Mosca) in Estremo Oriente.

In Siberia e Urali, che sono i focolai naturali della malattia, dove quasi ogni zecca porta il virus, l'intera popolazione viene vaccinata, ad eccezione della categoria di persone che hanno controindicazioni alla vaccinazione.

Controindicazioni

È vietato essere vaccinati contro l'encefalite da zecche:

  • durante la gravidanza / allattamento;
  • neonati fino a 1 anno di età;
  • pazienti con esacerbazione di malattie croniche;
  • se vengono diagnosticate patologie somatiche o infettive, neoplasie, condizioni acute di qualsiasi eziologia;
  • in presenza di reumatismi, lupus eritematoso, immunodeficienza congenita / acquisita;
  • se si notano gravi reazioni allergiche a cibi o medicinali, nonché intolleranza ai componenti del vaccino;
  • chi abusa di alcol alla vigilia dell'immunizzazione.

Dove ottenere gratuitamente il vaccino contro l'encefalite da zecche?

Puoi essere vaccinato contro l'encefalite da zecche gratuitamente negli istituti medici statali ai sensi della polizza assicurativa medica obbligatoria se ci sono indicazioni per la procedura. Ogni anno il governo stanzia finanziamenti per la vaccinazione della popolazione. In questo caso, viene utilizzato un farmaco domestico. Dovrai pagare tra 1.000 e 1.500 rubli per un vaccino importato, tuttavia, questo è un prezzo adeguato per una protezione affidabile contro il pericoloso virus dell'encefalite.

Il costo della vaccinazione a Mosca, San Pietroburgo e in altre regioni può variare leggermente. Puoi contattare il registro della tua clinica di persona o per telefono, ponendo domande di interesse: dove posso farlo, è pagato, quando posso prendere un appuntamento?.

Elenco delle cliniche di Mosca dove è possibile vaccinarsi gratuitamente contro l'encefalite

Di seguito è riportato un elenco di alcune delle istituzioni che forniscono vaccinazioni gratuite alla popolazione. Per un elenco più aggiornato, visitare il sito Web di Rospotrebnadzor o chiamare il numero di hotline del servizio sanitario della città di Mosca: +7 (499) 194-27-74 ore lavorative dal lunedì al venerdì dalle 08:00 alle 20:00. Dovere (tutto il giorno, sette giorni alla settimana).

  • Ambulatorio "City Clinical Hospital №1 intitolato a N.I. Pirogov. " Prospettiva Leninsky, d. 8; +7 (495) 952-41-25, +7 (495) 536-96-19
  • Filiale 2 del policlinico cittadino n. 64. Ladozhskaya St., 4/6, edificio 1; +7 (495) 276-16-97
  • Ambulatorio "Ospedale clinico intitolato a V.V. Veresaeva DZM ". Lobnenskaya St., 10; +7 (495) 011-02-36
  • Policlinico della città №6. St. Vucheticha, 7B;
  • City Polyclinic No. 218. Indicazioni Shokalsky, d. 8;
  • Clinica per bambini №110. Decembrists St., 39; +7, +7
  • Bakhrushin City Clinical Hospital. Stromynka, d. 7;
  • Clinica per bambini № 52. Zverinetskaya St., 15; +7
  • Centro ambulatoriale presso GBUZ GKB. V.P. Demikhova. Shkuleva, m. 4 p. 7;,
  • City Polyclinic No. 109. Guryanova, d. 4/3;,
  • Clinica della City Clinical Hospital intitolata a S.S. Yudina. Kolomensky proezd, 4; +7 (499) 612-45-66
  • Policlinico della città № 214. Eletskaya St., 14;
  • Clinica per bambini numero 81. Miklukho-Maklaya, 29/3; +7
  • Clinica consultiva e diagnostica №121. Yuzhnobutovskaya St., 87; +7 (495) 715-79-54, +7 (495) 715-12-12
  • City Clinical Hospital intitolato a M.E. Zhadkevich. Mozhayskoye sh., D.14; +7 (495) 440-58-10
  • 195 policlinico cittadino. Molodogvardeiskaya St., d. 40/1; +7
  • Policlinico della città № 219. 47 Jan Rainis Boulevard;
  • Clinica cittadina per bambini numero 94. Vishnevaya St., m. 20/2; +7

Se non ci sono indicazioni per l'immunizzazione e una persona desidera condurla per motivi personali, ciò può essere fatto a pagamento in una clinica o clinica privata che ha un certificato per questo servizio. Se non ce n'è, allora un'iniezione da encefalite trasmessa da zecche in questo istituto non può essere effettuata. L'elenco delle cliniche private dove è possibile vaccinarsi verrà sempre richiesto alla clinica e alla stazione epidemiologica sanitaria.

Caratteristiche dei popolari vaccini a base di zecche

La farmacologia domestica e straniera offre vaccinazioni contro l'encefalite trasmessa da zecche, che sono indeboliti antigeni vivi o inattivati ​​del virus di questa infezione. Tutti i vaccini sono conformi agli elevati standard internazionali delle medicine moderne..

Il più efficace tra questi:

Vaccino di Mosca (PIPiVE intitolato al deputato Chumakov RAMS, Russia)

Disponibile sotto forma di una massa igroscopica porosa liofilizzata di bianco, confezionata in fiale. Viene diluito in un solvente, trasformandosi in una sospensione omogenea, che al momento della sedimentazione forma due strati: un precipitato amorfo e un liquido incolore. Il vaccino non contiene formaldeide, antibiotici o conservanti. Il principio attivo prodotto durante la vaccinazione è l'antigene patogeno dell'encefalite da zecche, ceppo di Sofin. Dose di vaccinazione singola - 0,5 ml.

Forma la memoria immunologica nel 90% dei vaccinati. È usato come profilassi per CE di bambini dai 3 anni..

Perché è così necessario:

  1. non solo protegge da tutti i sottotipi di encefalite trasmessa da zecche, ma erige una barriera immunitaria contro il virus della febbre emorragica di Omsk;
  2. indispensabile in condizioni di vaccinazione di emergenza;
  3. gli effetti collaterali non si manifestano quasi;
  4. ha un costo relativamente basso.

EnceVir (NPO FSUE Mikrogen, Russia)

È prodotto sotto forma di sospensione omogenea assorbita di colore bianco in fiale. Lo sviluppo dell'immunità dai vaccini introdotti contro l'encefalite trasmessa da zecche è stimolato dall'attuale inizio della vaccinazione, il ceppo inattivato n. 205, che è stato utilizzato dal 1983. Il sistema di controllo a tre fasi garantisce la completa sicurezza del MIBP virale. Una singola dose di vaccinazione è di 0,5 ml. Somministrato per via intramuscolare - da 18 anni. EnceVir è destinato all'inoculazione selettiva contro l'encefalite da zecche; per uso illimitato durante la stagione, il rischio di TBE; per assistenza di emergenza. Forma una risposta immunitaria stabile con singole rivaccinazioni a lungo termine ogni 3 anni.

  1. protegge in modo affidabile dal virus TBE, compresi i ceppi dell'Estremo Oriente estremamente pericolosi;
  2. facile da trasportare;
  3. ha un costo accessibile.

“FSME-Immun Injection-Junior” (Baxter, Austria)

È una sospensione opaca biancastra assorbita in fiale da 0,5 ml (FSME-Immun Inject - per tutti) e 0,25 ml (FSME-Immun Junior - per bambini). Senza conservanti.

Il farmaco è stato creato sulla base del virus CE inattivato (ceppo Neudörfl).

Una singola dose per le persone di 16 anni - 0,5 ml (iniettare); per bambini da 8 mesi a 16 anni - 0,25 ml (Junior). Se il rischio di encefalite da zecche in un bambino di 6 mesi è grande, è consentita l'immunizzazione dei bambini a questa età con siero austriaco. L'introduzione di "FSME-Immun" viene effettuata solo per via intramuscolare. La somministrazione endovenosa può causare shock.

Il farmaco viene utilizzato come agente profilattico fino all'inizio della stagione di attività delle zecche. È consentito l'uso in estate, nonché per le vaccinazioni secondo lo schema di emergenza.

  1. provoca la produzione di anticorpi nel corpo per un periodo di 3 anni;
  2. dà una piccola percentuale di effetti collaterali;
  3. combinato con iniezioni simultanee di altri vaccini, esclusi rabbia e BCG.

Encepur (Novartis Vaccines and Diagnostics GmbH & Co. KG., Germania)

Forma di dosaggio: sospensione con adiuvante; ha una struttura omogenea senza impurità. Confezione: siringhe di vetro sterili da 0,5 ml (per adolescenti da 12 anni) e 0,25 ml (per bambini da 1 anno a 12 anni). Il componente attivo è la deformazione K23. Progettato per l'iniezione intramuscolare. Se necessario, è consentita un'iniezione sotto la pelle. L'ingresso diretto di Encepur nel flusso sanguigno può portare all'anafilassi. Il siero viene utilizzato per immunizzare i residenti delle regioni endemiche..

  1. non dà effetti indesiderati, quindi, quando lo si utilizza, non ci sono controindicazioni, anche per quelli allergici alle proteine ​​del pollo;
  2. la massima affidabilità dell'immunità formata si osserva nel 99% dei vaccinati;
  3. l'immunizzazione può essere effettuata tutto l'anno.

Effetti collaterali possibili

Tutte le persone, indipendentemente dall'età, che sono state sottoposte alla procedura, possono essere osservate reazioni locali. Compaiono entro 2 giorni dall'iniezione. Le reazioni possono verificarsi sotto forma di arrossamento, leggero gonfiore, dolore nella zona di iniezione. Passano per 3 giorni. In casi molto rari, sono possibili un aumento dei linfonodi e la formazione di infiltrati.

Anche in rari casi si possono osservare reazioni generali sistemiche. Vale la pena notare che negli adulti appaiono più velocemente che nei bambini. Se nei bambini l'intervallo di tempo è di tre giorni, negli adulti il ​​periodo non è superiore a 2.

Questi includono:

  • Molto spesso, la reazione si manifesta nei bambini di età inferiore ai 16 anni sotto forma di un aumento della temperatura a 37,5 ° C.
  • Le reazioni comuni includono nausea, debolezza, malessere generale e mal di testa. Tali sintomi sono accompagnati da febbre, nei bambini di età inferiore ai 16 anni può salire a 38,5 ° C, negli adulti fino a 37,5 ° C.
  • In casi molto rari, la temperatura può superare i 38,5 ° C.

Le reazioni generali hanno una durata non superiore a 2-3 giorni. Molto spesso, si osservano reazioni sia generali che locali nelle persone che hanno subito la somministrazione di farmaci per la prima volta..

Reazioni relativamente gravi di tipo immediato sono molto rare e sono noti solo casi isolati. Se parliamo di situazioni di overdose, tali casi sono sconosciuti.

Quale farmaco è meglio?

La maggior parte della popolazione del nostro paese condivide l'opinione prevalente secondo cui solo un vaccino contro l'encefalite da zecche straniero può essere veramente efficace.

Tuttavia, questa è una conclusione errata: dopo tutto, i ceppi più studiati al mondo sono il principale ingrediente attivo dei MIBP domestici e stranieri e praticamente gli stessi componenti sono inclusi in qualsiasi farmaco.

Pertanto, non preoccuparti del fatto che le sanzioni imposte alla Russia nel 2020 non consentono l'uso di fondi importati. I preparati farmaceutici russi per la prevenzione dell'encefalite da zecche sono caratterizzati da un'eccellente tolleranza e offrono una protezione a lungo termine contro tutti i sottotipi CE più comuni.

Come funziona il vaccino??

I moderni preparati vaccinali contengono un virus dell'encefalite da zecche disattivato (morto). In questo caso, viene preservata la struttura antigenica della particella virale. Dopo che il vaccino è stato introdotto nel corpo, il sistema immunitario inizia a riconoscere gli antigeni virali e impara a resistere al virus. Le cellule addestrate iniziano la produzione di anticorpi - immunoglobuline. Gli anticorpi prodotti naturalmente bloccano istantaneamente lo sviluppo del virus che è entrato nel corpo..

Per garantire il mantenimento costante di una concentrazione di immunoglobuline sufficiente per la protezione, devono essere somministrate diverse dosi del farmaco. La protezione contro la zecca dell'encefalite appare 2 settimane dopo la vaccinazione. Pertanto, la vaccinazione deve essere effettuata in modo tale da completare il corso entro e non oltre 2 settimane prima dell'inizio del presunto rischio di puntura di zecca di encefalite.

Istruzioni per l'uso

Il giorno dell'immunizzazione (vaccinazione), viene effettuato un esame / interrogazione fisica degli individui vaccinati e viene misurata la temperatura corporea. Il vaccino è registrato in appositi moduli contabili. indicato:

  1. data, dose;
  2. numero di lotto, data di scadenza;
  3. nome e produttore del vaccino;
  4. informazioni sulla risposta al vaccino.

Prima dell'uso, la fiala viene conservata per 2 ore a t ° min + 20 ° C.

La sospensione è riempita con un ago a canale largo (per prevenire la formazione di schiuma). Immediatamente prima della vaccinazione, la siringa con il contenuto viene ripetutamente agitata. È vietato conservare la fiala aperta..

Le iniezioni devono essere fatte nel muscolo deltoide. Ma se diventa necessario somministrare un'iniezione per via sottocutanea (ad esempio, ai pazienti con diatesi emorragica), questo non è proibito dalle regole.

È severamente vietato somministrare un vaccino endovenoso per non provocare reazioni allergiche da shock. La protezione offre solo un corso completo di prevenzione.

Reazioni di vaccinazione e complicanze

Di norma, la reazione al vaccino contro l'encefalite non diventa molto acuta e grave se il vaccino è stato conservato correttamente e le regole per la sua somministrazione non vengono violate. Cioè, viene fissato il numero minimo di complicanze dopo tali iniezioni.

Tutti gli effetti collaterali sulla vaccinazione negli adulti possono essere suddivisi in due gruppi: generale e locale.

  1. Le manifestazioni locali sono arrossamento del sito di iniezione, possibilmente un sigillo. Dopo 5 giorni, tutti questi sintomi scompaiono da soli senza ulteriore trattamento..
  2. La temperatura dopo una vaccinazione contro le zecche aumenta abbastanza raramente. Inoltre, la sua crescita di solito non è critica, quindi non minaccia la salute e la vita del paziente, non ha bisogno di essere regolata e assunta con farmaci antipiretici. Di norma, la temperatura aumenta nell'intervallo 1-1,5 ℃.
  3. Le manifestazioni comuni negli adulti includono dolori articolari, emicrania, debolezza generale e perdita di forza. In genere, questi sintomi sono simili all'insorgenza di un raffreddore, quindi è meglio consultare un medico..
  4. Tra le complicazioni che un vaccino contro le zecche può causare, vale la pena menzionare un'allergia. Può manifestarsi sotto forma di eruzione cutanea, orticaria, meno comunemente - anafilassi o angioedema.
  5. I sintomi allarmanti che richiedono l'attenzione di uno specialista includono la suppurazione del sito di iniezione, l'alta temperatura che dura per diversi giorni negli adulti, i crampi e alcune altre manifestazioni neurologiche. Di norma, la ragione di questa reazione del corpo è la conservazione impropria del vaccino, compresa la scadenza del periodo di validità, nonché una violazione delle regole per la somministrazione del farmaco.

Se ci sono reazioni locali che non causano un disagio significativo a una persona, ad esempio febbre, malessere generale o perdita di forza, non è richiesta assistenza medica.

Le condizioni del paziente tornano alla normalità nei prossimi 5 giorni. Se i sintomi sono gravi e minacciano la salute di una persona, vale la pena contattare un terapista per chiedere aiuto.

Caratteristiche della vaccinazione dei bambini

Le vaccinazioni da CE non sono incluse nel calendario nazionale della Federazione Russa. Ma se i genitori capiscono che l'encefalite da zecche in un bambino è molto difficile e causa conseguenze più gravi rispetto agli adulti, allora prenderanno senza dubbio la decisione giusta.

È molto rassicurante per i genitori che i bambini assumano spesso il vaccino molto più facilmente dei loro genitori.

Un problema importante è la scelta del MIBP. Ed è meglio non risparmiare, ma acquistare un prodotto con un elevato grado di purificazione, grazie al quale viene utilizzato anche per la vaccinazione dei neonati di 1 anno.

Un'iniezione preventiva ti permetterà di non preoccuparti più della salute del bambino. Infatti, anche dopo un morso di succhiasangue infetto, l'encefalite da zecche in un bambino potrebbe non svilupparsi o assumere una forma lieve e passerà rapidamente.

Quanto dura il vaccino

Esistono due opzioni per la protezione contro la malattia: un vaccino preventivo e l'introduzione di immunoglobuline pronte. L'immunoglobulina è una sostanza che ci protegge dalle malattie. Viene somministrato a coloro che hanno già sofferto di una puntura di zecca. L'immunità da un farmaco del genere non persiste a lungo, di norma questo periodo è inferiore a un mese. Gli effetti collaterali di questa opzione di somministrazione si sviluppano molto di più e si verificano molto più spesso.

Un vaccino preventivo mantiene l'effetto per molto più tempo. Di norma, il paziente rimane immune per circa tre anni, dopo di che diventa necessario essere nuovamente vaccinato.

Pertanto, se vivi in ​​una zona in cui l'encefalite trasmessa da zecche è comune o se i tuoi piani per l'estate includono un viaggio in una tale regione, devi essere vaccinato poco prima del probabile contatto con la zecca o un viaggio nella zona in cui si trovano. Molto spesso, il regime prevede due volte di vaccinazione: in autunno e in inverno. Questo ti consente di sviluppare una forte immunità..

Le vaccinazioni contro un morso di zecca possono essere somministrate in anticipo, ma è meglio regolare il tempo in modo che l'immunità si sia già sviluppata al momento del viaggio.

Regimi di vaccinazione

Il corso standard di vaccinazione per bambini e adulti consiste in tre iniezioni: giorno 0; in 1-3 mesi; dopo 9-12 mesi (dopo la 2a iniezione). Il medico stabilisce i tempi della vaccinazione individualmente, in base ai risultati di un esame fisico.

La rivaccinazione è prescritta dopo 3 anni, perché a questo punto il titolo protettivo degli anticorpi si riduce. Seguire le misure preventive ogni 5 anni.

L'immunizzazione rapida (di emergenza) si basa sul seguente programma: Giorno 0; tra 7 giorni; tra 21 giorni.

In condizioni di profilassi urgente, un'iniezione della sospensione viene prima somministrata a pazienti precedentemente non vaccinati o che sono arrivati ​​con sospetta encefalite.

Quando farsi vaccinare

Secondo lo schema standard, il vaccino viene somministrato tre volte, a determinati intervalli. La prima procedura viene eseguita meglio in autunno, il secondo vaccino viene somministrato dopo 3-7 settimane e la dose finale viene somministrata un anno dopo l'inizio della vaccinazione. Grazie a questo programma, l'effetto dei vaccini inattivati ​​è più efficace: il corpo forma un'immunità resistente all'encefalite, che dovrebbe essere aggiornata ogni tre anni.

Se una persona ha un viaggio urgente nel territorio endemico, viene effettuata la vaccinazione di emergenza. Il suo schema prevede l'impostazione di 2 vaccinazioni con un intervallo di 2-4 settimane. In questo caso, l'immunità si forma dopo 3-4 settimane e con la vaccinazione standard - dopo 1,5 mesi. Per questo motivo, i medici scoraggiano fortemente la vaccinazione in un paziente che può essere esposto al portatore della malattia in meno di un mese. Per determinare se l'introduzione di immunoglobuline ha stimolato lo sviluppo dell'immunità all'encefalite, è necessario eseguire un esame del sangue dopo tutte le procedure.

Dove acquistare il vaccino?

È possibile ottenere un vaccino immunobiologico acquistando:

  • sul sito ufficiale del produttore / distributore;
  • nel negozio online;
  • in una farmacia della città.

MIBP deve essere nella confezione originale con un codice di registrazione che attesti l'autenticità del prodotto farmaceutico.

La vaccinazione di una persona che ha preso l'encefalite viene eseguita senza fallo in clinica. Nel primo caso della malattia, è necessario vaccinare in modo che il corpo inizi a combattere. Ma prima devi assicurarti che il segno di spunta sia stato completamente rimosso.

È necessario un vaccino dopo una puntura di zecca

Questo metodo di terapia di emergenza per un morso di parassita, come l'introduzione dell'immunoglobulina, provoca un serio dibattito tra i medici. I fautori di questa misura per aiutare una persona morsa a sostenere che l'introduzione di anticorpi è dannosa per il virus. Gli oppositori del metodo sono convinti che l'iniezione di colture deboli di encefalite costituisca un onere aggiuntivo per il sistema immunitario umano, che non è in grado di far fronte contemporaneamente a forme attive e deboli della malattia. Il paziente decide se fare un simile passo in caso di rischio di infezione..

Encefalite trasmessa da zecche: sintomi, trattamento, vaccinazione. Quando farsi vaccinare?

Come hanno scoperto il virus dell'encefalite da zecche e hanno creato un vaccino

Elena Bolshakova giornalista medica, vice caporedattore del quotidiano Kommersant di San Pietroburgo

Se trascorri l'estate in aree senza successo per l'encefalite da zecche, la fine dell'inverno è il momento di ottenere il vaccino. Dopotutto, tra la prima e la seconda dose del vaccino contro l'encefalite da zecche dovrebbe passare da un mese a tre - quindi la protezione per la prossima stagione sarà considerata completa. E già all'inizio di maggio, i morsi di zecca non sono rari nella Russia centrale. Cos'è una malattia che le zecche portano e come hanno imparato a difendersi da essa?

L'encefalite da zecche è una pericolosa infezione neurovirale. I suoi principali portatori, le zecche della famiglia degli ixodidi, succhiano il sangue di animali a sangue caldo, compresi gli esseri umani, per passare da uno stadio di sviluppo a un altro (dalla larva alla ninfa e dalla ninfa alla zecca dell'adulto). Il processo di circolazione è una catena chiusa: le zecche - agenti di alimentazione degli animali - e ancora le zecche e l'infezione dei vettori con virus CE varia dall'1 al 20%.

Del numero di persone malate, fino all'80% sono residenti in città morsi da zecche durante attività ricreative all'aperto o cottage estivi. Le zecche possono strisciare su una persona dagli animali domestici e persino dai fiori selvatici portati a casa. L'encefalite trasmessa da zecche non viene trasmessa da persona a persona.

Il virus CE è caratterizzato dalla stagionalità primavera-estate con un massimo aumento dell'incidenza a giugno e meno pronunciato alla fine dell'estate o all'inizio dell'autunno, quando compaiono giovani zecche. L'area di distribuzione delle zecche pericolose copre vasti territori del continente eurasiatico - dalla costa meridionale della penisola scandinava alle Alpi nel nord Italia, dall'Alsazia francese ad ovest all'estremo oriente, alla Cina settentrionale e al nord del Giappone ad est.

In Russia, i tre sottotipi principali del virus TBE - Estremo Oriente, Europa e Siberia - si distinguono in base al territorio di distribuzione e ognuno ha le sue caratteristiche. Il sottotipo siberiano è comune nella maggior parte del paese.

Encefalite trasmessa da zecche, sintomi e trattamento

Dopo un periodo asintomatico da una a due settimane, una persona ha sintomi clinici della malattia: brividi, febbre fino a 38-40 ° C, sindrome da intossicazione. Di norma, la malattia si sviluppa in una forma ciclica acuta e termina con il recupero..

L'encefalite trasmessa da zecche viene diagnosticata sulla base di dati epidemiologici (fatto di aspirazione delle zecche, visita alla foresta), dati clinici e di laboratorio. Per determinare l'infezione di una zecca prelevata dal morso, viene esaminata la presenza di antigene del virus CE.

Se i risultati del test sono positivi, i medici eseguono la sieroprofilassi di emergenza: al paziente vengono somministrate iniezioni intramuscolari di una specifica immunoglobulina umana contro il virus KE, un farmaco ottenuto sulla base del plasma sanguigno umano.

Tuttavia, il successo di questa terapia dipende in gran parte dal tempo trascorso dal morso. Una volta nel corpo attraverso la pelle e il tessuto sottocutaneo (per trasmissione), il virus dell'encefalite trasmessa da zecche si diffonde rapidamente attraverso il sangue, i percorsi linfatici o neurali, infetta le cellule del sangue, il sistema immunitario, altri organi interni e raggiunge il cervello. Il cervello diventa il centro di localizzazione del focus della neuroinfezione: il virus infetta la membrana, la materia grigia e bianca, altre parti del cervello e del midollo spinale, le radici del nervo spinale e dei nervi periferici. Di conseguenza, la TBE può trasformarsi in un'infezione cronica con danno cerebrale..

Nel tentativo di prevenire tali conseguenze, i residenti in Russia vengono immunizzati in aree endemiche o prima di recarsi nei centri di diffusione dell'encefalite da zecche.

Come trovare la causa dell'encefalite da zecche

A metà degli anni '30, iniziarono ad arrivare rapporti a Mosca su casi frequenti di malattia grave sconosciuta, accompagnata da febbre, paresi cervicobrachiale flaccida e convulsioni e spesso portando alla morte. Dati del caso classificati.

Durante questo periodo, la minaccia della guerra con il Giappone costrinse grandi truppe dell'Armata Rossa ad essere trasferite in Estremo Oriente. Ogni quinto soldato ha contratto un'infezione sconosciuta. Il flusso di pazienti è cresciuto, i medici non hanno potuto farcela. I medici locali hanno associato l'insorgenza della malattia con la taiga e ne hanno suggerito la natura virale..

Nel 1935, Alexander Panov, neurologo del Territorio di Primorsky, arruolando l'appoggio del comandante dell'esercito dell'Estremo Oriente speciale Vasily Blucher, in un rapporto sulla situazione epidemiologica presso il Commissariato popolare dell'URSS, chiese di organizzare una spedizione in Estremo Oriente per identificare la causa e cercare modi per prevenire la neuroinfezione.

La spedizione è guidata dal professor Lev Zilber, il fondatore della scuola di virologia sovietica, che a quel tempo aveva creato i vaccini per il tifo, la peste e il vaiolo. Nel 1937, lo scienziato 43enne raccoglie due squadre: una viene inviata al centro della malattia - il villaggio di Obor, il Territorio di Khabarovsk, l'altra - a Vladivostok, al Primorsky Territory Hospital e alle strutture mediche della flotta del Pacifico. Insieme ai virologi, hanno lavorato i clinici neurologici locali che avevano familiarità con la caratteristica neuropatologia nella regione.

Lo studio doveva essere condotto sul campo, con un set limitato di attrezzature di laboratorio. Il virus, che gli scienziati vennero a cercare, iniziò a falciare rapidamente i membri della spedizione. Il virusologo Valentin Sokolov e l'assistente di laboratorio Evgenia Gnedysheva si ammalarono di encefalite da zecche. Durante l'autopsia del boscaiolo morto, lo studente di Leo Zilber, Mikhail Chumakov, è infetto.

Dopo 20 anni, le forze di Chumakov inizieranno la storia della liberazione del mondo dal virus della poliomielite, e mentre il virologo di 28 anni difficilmente può tollerare l'encefalite da zecche e guarire grazie al siero preparato dai suoi compagni, la malattia ha portato via l'udito e l'attività del corpo destro del ricercatore. Nel tempo, un'infezione acuta si è trasformata in una malattia cronica che è durata per tutta la vita.

Nonostante i tragici incidenti, la spedizione ha continuato a cercare la causa dell'epidemia. Leo Zilber, che ha studiato attentamente i registri dell'ospedale, giunge alla conclusione che l'unico fatto che collega i pazienti è un morso di zecca, in ogni caso circa due settimane prima che compaiano i sintomi.

Combinando i dati sull'ora dei primi casi di malattia - all'inizio di maggio e l'ultimo - a fine agosto, con un programma di attività delle zecche, alla fine si convince di questa idea. Senza ritardare o aspettare ulteriori conferme, Zilber elabora raccomandazioni sul comportamento nella taiga.

Queste raccomandazioni salveranno molte persone dall'infezione. Ma nel mezzo della spedizione, lo stesso Zilber sarebbe stato arrestato per una falsa denuncia. Leo Zilber trascorrerà molti anni nei campi, continuando a lavorare e salvare vite umane, e sarà rilasciato solo nel 1944.

Come imparare a fare vaccini contro l'encefalite da zecche

Nel frattempo, i partecipanti alla spedizione dal cervello e dal liquido cerebrospinale (liquido che lava il cervello umano e il midollo spinale) di pazienti deceduti per encefalite hanno prima isolato e descritto il virus dell'encefalite da zecche. Nel 1938, Elizabeth Levkovich e Anatoly Smorodintsev creano un vaccino contro una nuova malattia.

Dopo esperimenti sui topi, gli autori del farmaco controllano la sicurezza del vaccino su se stessi e poi su altri dieci volontari. Nel 1939, il vaccino verrà testato come vaccinazione per i partecipanti alla spedizione in Estremo Oriente e la popolazione dell'encefalite trasmessa da zecche si concentra nella fattoria dell'industria del legname vicino a Chabarovsk.

Nei prossimi tre mesi, il vaccino mostrerà un'alta efficienza: tra 925 vaccinati c'erano due casi lievi di encefalite; nel gruppo di confronto (nei non vaccinati), a 1185 persone sono stati diagnosticati 27 casi della malattia, la maggior parte dei quali gravi, di cui sette con esiti fatali. Questo vaccino sarà utilizzato in URSS fino al 1958..

Nonostante l'evidente efficacia epidemiologica, il vaccino creato nel 1938 ebbe effetti collaterali, quindi nel dopoguerra iniziò la ricerca di approcci più sicuri.

Negli anni '60, gli scienziati hanno sviluppato una tecnologia per produrre un vaccino basato sul ceppo ucciso dell'Estremo Oriente Sofjin usando una coltura cellulare di embrioni di pollo. Tuttavia, la sua attività immunologica e le proprietà protettive erano inferiori rispetto alla prima, creata nel 1938. E negli anni '80, presso l'Istituto di poliomielite ed encefalite virale (ora FSBSI intitolato a M. P. Chumakov Federal Research Institution of Computer Science, Russian Academy of Sciences), hanno imparato a fare un vaccino concentrato basato sullo stesso ceppo Sofin del virus TBE, che è ancora oggi utilizzato. Tra il 1982 e il 2015 sono state rilasciate oltre 33 milioni di dosi di questo vaccino. Secondo la stessa tecnologia, dal 2001, Tomsk NPO Virion ha prodotto un vaccino concentrato a base del ceppo 205.

Oggi gli scienziati stanno lavorando alla creazione di vaccini subunità geneticamente modificati che non contengono componenti vivi del patogeno, ma solo le sue parti antigeniche, che sono necessarie per sviluppare una risposta immunitaria protettiva.

Perché dovresti essere vaccinato contro l'encefalite da zecche

L'encefalite da zecche è ancora un grave problema per l'assistenza sanitaria russa. Il picco di incidenza si è verificato negli anni '90, quando l'encefalite si è sviluppata in 6,97 casi per 100 mila persone. Negli ultimi cinque anni, vengono registrati meno di duemila casi di malattia all'anno (con una popolazione di 147 milioni di persone), mentre la mortalità varia dallo 0,5 al 17,5%. Tuttavia, l'area di distribuzione di CE è in continua espansione..

In Eurasia, la TBE colpisce circa 10 mila persone all'anno e gli scienziati attribuiscono l'alta incidenza non solo al numero di città non immuni a contatto con la natura, ma anche a un aumento dell'infezione da zecche con il virus TBE..

In Europa, l'encefalite trasmessa da zecche fu diagnosticata per la prima volta in Cecoslovacchia nel 1948, dove l'infezione divenne nota come "encefalite dell'Europa centrale". Il primo vaccino straniero contro l'encefalite da zecche - FSME-Immun-Inject - è stato sviluppato in Austria nel 1971 e con l'immunizzazione di massa della popolazione ha permesso di ridurre l'incidenza da tassi relativamente elevati a casi sporadici.

In Russia, per la prevenzione dell'encefalite da zecche negli ultimi anni, sono stati utilizzati cinque vaccini purificati concentrati: il vaccino universale secco FSBIU intitolato a M.P. Chumakov e il vaccino liquido Kleshch-E-Vak (FSBIU FSBIU intitolato a M.P. Chumakov "), Encevir (NPO Virion, Tomsk), FSME-Immun-Injest (Austria) ed Encepur (Germania).

Per domande di carattere medico, assicurati di consultare prima il medico.

Attacco di zecche. Posso ancora essere vaccinato e cosa fare se sei stato morso?

Un gran numero di zecche è previsto da Rospotrebnadzor nel Territorio dell'Altai quest'estate. Ciò significa che esiste un alto rischio di infezione da varie infezioni trasmesse da zecche. La stagione pericolosa sta arrivando presto. Come proteggersi dalle zecche ed è ancora possibile essere vaccinati? Pagato o gratis? Quanto dopo la vaccinazione inizierà a funzionare? A proposito di tutto ciò nella rubrica del materiale su amic.ru.

Hai ancora tempo, ma ora può essere fatto solo a pagamento. In relazione all'introduzione del regime di autoisolamento e fino al momento della sua cancellazione, nessuna clinica di vaccinazione nel territorio di Altai riceverà alcuna vaccinazione..

Ma c'è un'opportunità per essere vaccinati a pagamento. Asko-Med ha due vaccini di fabbricazione russa tra cui scegliere: Kleshch-E-Vak ed EnceVir. Il prezzo è lo stesso - 910 rubli.

Un vaccino contro l'encefalite da zecche non è raccomandato se ha avuto ARVI o una malattia infettiva acuta meno di un mese fa. Non somministrare vaccinazioni a persone con infezione da HIV. Le controindicazioni sono malattie neurologiche.

Tutto è molto individuale, quindi prima di effettuare qualsiasi vaccinazione, è necessario consultare un medico.

L'intervallo ottimale tra la prima e la seconda vaccinazione va dai cinque ai sette mesi. Cioè, il primo set in autunno. Quindi ripetere in primavera. La prossima volta devi vaccinarti tra un anno. Quindi va la vaccinazione di routine.

Ma la stagione delle attività tick è già iniziata. In questo caso, esiste un programma di vaccinazione di emergenza. Secondo lei, il primo vaccino viene somministrato alla fine di marzo - inizio aprile e dopo 14 giorni il secondo. Il terzo, come per lo schema pianificato, è fissato un anno dopo il secondo.

Affinché una persona sviluppi l'immunità, dopo la seconda iniezione devono passare due settimane. Le successive rivaccinazioni vengono eseguite ogni tre anni prima dell'inizio della stagione epidemiologica..

L'encefalite trasmessa da zecche è considerata una malattia pericolosa. Questo virus colpisce il sistema nervoso, mentre la sostanza grigia del cervello e la sua membrana sono maggiormente colpite. Anche il midollo spinale può essere interessato. Circa un terzo dei pazienti rimane con disturbi neurologici per tutta la vita. Vaccinazione riconosciuta come la migliore misura preventiva.

Dopo un ciclo completo di vaccinazione, una persona sviluppa antigeni per l'encefalite da zecche, che garantisce una protezione di circa il 95%. A proposito, gli acari stessi non si ammalano. Trasportano solo virus e batteri che hanno morso da persone e animali, che "prendono in prestito" da animali piccoli e grandi precedentemente morsi. E, sfortunatamente, i vaccini per malattie come la borreliosi, l'ehrlichiosi e altri non esistono ancora..

Prima di andare nella foresta o fare un viaggio nella natura, vestiti in modo adeguato. È meglio indossare cose luminose, è più facile individuare un intruso su di esse. La giacca a vento o la camicia devono essere a maniche lunghe. Collo e polsini devono essere allacciati in modo che il segno di spunta non possa infilarsi sotto i vestiti. Metti la camicia nei pantaloni e mettili in stivali o calze. Metti un cappuccio o un cappello in testa. Tutte le parti esposte del corpo devono essere spruzzate con un repellente per zecche. A proposito, i repellenti per zanzare non aiuteranno!

Nella foresta, non fermarti nell'erba. Ogni due o tre ore è necessaria un'ispezione visiva. Non è consigliabile portare vestiti che erano addosso subito a casa. Deve essere scrollato di dosso ed esaminato. Un segno di spunta può nascondersi anche in un bellissimo bouquet che hai colto in un prato.

È necessario, soprattutto se non è stato vaccinato contro l'encefalite da zecche. L'assicurazione include l'analisi di una zecca per la presenza del virus dell'encefalite trasmessa da zecche, per la borreliosi, un'analisi completa per quattro principali infezioni.

Il prezzo di una polizza per un adulto nel territorio dell'Altai in diverse compagnie assicurative varia da 300 a 400 rubli.

Se sei morso da un segno di spunta, devi rimuoverlo. Lo ruotiamo in senso antiorario. Come farlo da soli, vedi la nostra infografica. Oppure puoi contattare il pronto soccorso. A Barnaul, si trovano in:

- st. Malakhova, 51, City Hospital No. 11 (MSCh AMZ), pronto soccorso, 24 ore su 24, tel. 8 (3852) 40-06-49;

- st. Georgieva 13, Clinica per bambini n. 9, pronto soccorso, 24 ore su 24, tel. 8 (3852) 72-08-15;

- st. Georgieva 51, policlinico della città № 9, pronto soccorso, 24 ore su 24, tel. 8 (3852) 47-77-26.

Per capire se il succhiasangue era portatore di encefalite trasmessa da zecche, deve essere presentato vivo per l'analisi. Mettilo in un contenitore, copri con un panno spesso e portalo al laboratorio di virologia del Centro di igiene ed epidemiologia in Altai Krai al 28 Maxim Gorky (tel.

Se il segno di spunta è morto o ne hai solo un frammento, allora possono controllarlo per la borreliosi.

Prima è, meglio è, ma sicuramente non oltre quattro giorni dopo. Se non c'è alcuna possibilità di controllare il segno di spunta, è necessario inserire l'immunoglobulina. Se hai un'assicurazione, questa procedura sarà gratuita. Inoltre, l'immunoglobulina viene somministrata gratuitamente ai bambini di età inferiore a 14 anni. In assenza dell'assicurazione, contattare l'Ufficio Seroprofilassi..

Se hai superato un segno di spunta per la ricerca, aspettiamo un giorno. Se sei riuscito a portare l'aracnide in laboratorio prima delle 11:00, riceverai il risultato lo stesso giorno.

L'immunoglobulina viene somministrata nei punti di sieroprofilassi. A Barnaul, si trovano agli indirizzi:

st. Malo-Olonskaya 17, ASKO-MED-PLUS LLC, lunedì - giovedì dalle 8:00 alle 17:00; Venerdì dalle 8:00 alle 17:00; Sabato dalle 9:00 alle 17:00, chiuso domenica, tel. 8 (3852) 63-09-09;

st. Malakhova 146, LLC "ASKO-MED-PLUS", lunedì - giovedì dalle 8:00 alle 18:00; Venerdì dalle 8:00 alle 17:00; giorni liberi - sabato, domenica, tel. 8-800-555-84-09;

st. Malakhova 51, KGBUZ "City Hospital No. 11", pronto soccorso, dalle 8:00 alle 22:00, tel. 8 (3852) 40-06-49;

st. Georgieva 13, KGBUZ "Clinica per bambini n. 9", pronto soccorso, 24 ore su 24, tel. 8 (3852) 72-08-15;

st. Georgieva 51, KGBUZ "City Polyclinic No. 9", pronto soccorso, 24 ore su 24, tel. 8 (3852) 47-77-26.

Certo - distruggere. È meglio bruciare. Avvolgere il segno di spunta in un pezzo di carta e dargli fuoco. Ricorda! Le zecche non possono essere schiacciate dalle mani, poiché il virus può entrare nel corpo umano attraverso i microtraumi.

Leggi Vertigini