Principale Encefalite

Unispaz

Attenzione! Questo farmaco può essere particolarmente indesiderabile per interagire con l'alcol! Più dettagli.

Indicazioni per l'uso

Sindrome del dolore di intensità da lieve a moderata di varie origini.

Principio attivo, gruppo

Forma di dosaggio

Controindicazioni

Ipersensibilità, insufficienza renale ed epatica grave, grave insufficienza cardiaca, blocco AV II-III art., Insufficienza respiratoria, asma bronchiale, deficit di glucosio-6-fosfato deidrogenasi, alcolismo cronico e tossicodipendenza, condizione dopo trauma cranico, ipertensione endocranica, malattie del sangue (trombocitopenia leucopenia, agranulocitosi), trattamento con inibitori MAO (entro 14 giorni), l'uso di altri farmaci contenenti paracetamolo contemporaneamente, età da bambini (fino a 6 anni), gravidanza e allattamento.

Come usare: dosaggio e ciclo di trattamento

In caso di mal di testa, si raccomanda di somministrare il farmaco per via orale in 1-2 compresse alla volta, se necessario, è possibile ripetere la dose dopo 8 ore.

Con un ciclo di trattamento breve (non più di 3 giorni), la dose massima giornaliera è di 6 compresse, con un ciclo lungo non deve superare le 4 compresse al giorno.

Per ottenere un effetto rapido, dovresti digiunare.

Bambini: di età compresa tra 6 e 12 anni, si consiglia di utilizzare una singola dose di 0,5-1 compresse, che può essere prescritta nuovamente dopo 10-12 ore, la dose massima di 2 compresse al giorno.

Pazienti anziani: si raccomanda la dose abituale per gli adulti in assenza di funzionalità renale ed epatica compromessa. In caso di grave insufficienza epatica e renale, la dose deve essere ridotta.

A una velocità di filtrazione glomerulare inferiore a 10 ml / min, il tempo intercorso tra l'assunzione di 2 dosi deve essere superiore a 12 ore ed è consentito solo un uso occasionale del farmaco. La durata massima del trattamento senza consultare un medico è di 3 giorni.

effetto farmacologico

Il paracetamolo ha un effetto analgesico e antipiretico principalmente inibendo la sintesi di Pg nel sistema nervoso centrale e, in misura minore, mediante un'azione periferica, bloccando la Pg e altre sostanze attive che stimolano i recettori del dolore.

La drotaverina è un derivato dell'isochinolina, che ha un effetto antispasmodico sui muscoli lisci (inibizione dell'enzima fosfodiesterasi IV, un aumento della concentrazione di cAMP, che inattiva l'enzima miosina chinasi porta al rilassamento dei muscoli lisci). La drotaverina ha anche un debole effetto inibitorio sui canali del calcio dipendenti dalla calmodulina. Indipendentemente dal tipo di innervazione autonoma, la drotaverina è efficace per gli spasmi muscolari lisci. Agisce sui muscoli lisci situati nei sistemi vascolare, gastrointestinale, biliare e urogenitale (il contenuto di fosfodiesterasi IV in diversi tessuti è diverso).

La codeina è un farmaco antitosse ad azione centrale che ha anche un effetto analgesico attraverso l'interazione con i recettori degli oppiacei coinvolti nella trasmissione degli impulsi del dolore al sistema nervoso centrale.

Effetti collaterali

Reazioni allergiche (eruzione cutanea, arrossamento del viso), diminuzione della pressione sanguigna, mal di testa, vertigini, nausea, palpitazioni, sonnolenza, costipazione, broncospasmo, gonfiore della mucosa nasale, emopoiesi (agranulocitosi, trombocitopenia).

Quando si assumono dosi elevate per lungo tempo, possono svilupparsi lesioni epatiche tossiche (tra cui fatali dovute allo sviluppo della necrosi tissutale). I primi sintomi di questi disturbi sono: pallore della pelle, vomito, aumento della sudorazione, nausea.

istruzioni speciali

Per un rapido sollievo dal dolore, non è consigliabile assumere il farmaco con il cibo. Non superare la dose raccomandata. Quando si assume il farmaco, è vietato il consumo di bevande alcoliche. In caso di insufficienza renale ed epatica, la dose deve essere impostata individualmente.

Quando si utilizza il farmaco per più di 3 giorni e / o dosi elevate, è necessario controllare l'immagine del sangue periferico e lo stato funzionale del fegato (il numero di leucociti, piastrine, nonché la concentrazione di creatinina e l'attività degli enzimi "epatici" nel sangue). I sintomi clinici e di laboratorio dell'effetto epatotossico iniziano ad apparire entro 48-72 ore dopo l'assunzione di grandi dosi del farmaco.

Durante il periodo di trattamento, è necessario astenersi dal guidare veicoli e impegnarsi in attività potenzialmente pericolose che richiedono una maggiore concentrazione di attenzione e velocità delle reazioni psicomotorie.

Interazione

La drotaverina riduce l'effetto della levodopa (tremore e rigidità possono aumentare).

Quando si utilizza il paracetamolo insieme a farmaci che inducono enzimi epatici (salicilamide, barbiturici, antiepilettici, antidepressivi triciclici, alcool, rifampicina), aumenta la concentrazione di metaboliti tossici del paracetamolo.

Quando il paracetamolo viene usato contemporaneamente al cloramfenicolo, T1 / 2 di quest'ultimo aumenta e la sua tossicità aumenta.

L'uso simultaneo di paracetamolo con doxirubicina aumenta il rischio di disfunzione epatica.

Il paracetamolo riduce l'effetto dei farmaci uricosurici.

Con l'uso prolungato del farmaco, il rischio di sanguinamento aumenta a causa della presenza di paracetamolo.

La codeina aumenta l'effetto di sonniferi, analgesici e sedativi.

Domande, risposte, recensioni sul farmaco Unispaz


Le informazioni fornite sono destinate a professionisti medici e farmaceutici. Le informazioni più precise sul farmaco sono contenute nelle istruzioni allegate alla confezione dal produttore. Nessuna informazione pubblicata su questa o qualsiasi altra pagina del nostro sito può servire da sostituto di un ricorso personale a uno specialista.

Unispaz: istruzioni per l'uso di compresse

Unispaz, come Unispaz N, sono preparazioni multicomponente. Contiene paracetamolo, codeina e drotaverina. Le pillole hanno effetti analgesici e anticonvulsivanti.

Forma e composizione del rilascio

La forma di dosaggio di Unispaz è compresse. Istruzioni e descrizione di Unispaz - le pillole allungate hanno una tinta cremosa.

I principi attivi del farmaco sono paracetamolo (500 mg), drotaverina (40 mg), codeina (8 mg). Componenti aggiuntivi:

  • MCC
  • E 172
  • crospovidone
  • Talco
  • Amido
  • E 572
  • povidone.

In un blister sono 6 compresse. 2 blister sono collocati in una scatola di cartone. Il costo del farmaco - da 46 rubli.

Unispaz N è disponibile anche in forma di compresse. I componenti attivi del farmaco sono drotaverina (40 mg) e paracetamolo (500 mg).

Sei compresse sono collocate in una scatola di cartone. Ogni confezione di cartone contiene 1-2 confezioni.

Azienda agricola proprietà e indicazioni per l'uso

Poiché le compresse di Unispaz sono costituite da tre componenti attivi, la farmacocinetica di ciascuna sostanza deve essere considerata separatamente..

Il paracetamolo ha un effetto antidolorifico e analgesico. L'effetto terapeutico si ottiene riducendo la produzione di GHG nel sistema nervoso centrale, bloccando GHG e altri componenti attivi che attivano i recettori del dolore.

La drotaverina agisce sui muscoli lisci. La sostanza inibisce l'enzima PDE4, aumentando il contenuto di cAMP, che inibisce MLCK, che rilassa i muscoli del tratto biliare, del tratto gastrointestinale e del sistema urogenitale..

La codeina ha un effetto analgesico. L'effetto terapeutico è ottenuto dall'interconnessione con i recettori degli oppioidi, che contribuiscono alla trasmissione degli impulsi nervosi al sistema nervoso centrale. La codeina aumenta l'effetto analgesico del paracetamolo ed elimina il riflesso della tosse.

La massima concentrazione di paracetamolo nel sangue viene raggiunta dopo 30-90 minuti. 85% di paracetamolo sotto forma di glucronidi escreti dai reni.

La concentrazione ottimale di drotaverina nel sangue viene raggiunta 45-60 minuti dopo la somministrazione. Il metabolismo della sostanza si verifica nel fegato. La maggior parte viene escreta nelle urine, la più piccola - con le feci.

La TCmax della codeina viene raggiunta 2-4 ore dopo la somministrazione. La sostanza viene escreta dai reni e insieme alla bile in una forma invariata, sotto forma di morfina e suoi metaboliti.

Indicazioni e controindicazioni

Il costo del farmaco è di 90-105 rubli.

Indizi per ricevere Unispaz - dolore di qualsiasi eziologia causata da spasmo del sistema muscolare. Può essere mestruale dolorosa, patologia del tratto biliare.

Unispaz e Unispaz N sono anche usati per il dolore nel tratto digestivo, nel sistema urinario e riproduttivo e nei vasi sanguigni del cervello. Le indicazioni per l'assunzione di compresse sono sciatica, nevralgia, artralgia e mialgia.

Controindicazioni all'uso del farmaco:

  • Malattie del sangue
  • Asma bronchiale
  • Malattie del fegato, del cuore, dei reni, dell'apparato respiratorio
  • Intolleranza ai componenti del farmaco
  • Alcolismo e tossicodipendenza
  • Aumento della pressione intracranica
  • Età prescolare
  • Allattamento e gravidanza
  • Mal di testa indotto da farmaci
  • Blocco atrioventricolare
  • TBI
  • Chirurgia del tratto biliare.

Con estrema cautela, le compresse vengono assunte con la sindrome di Gilburn e in età avanzata..
Istruzioni per l'uso del metodo non dosaggio e del dosaggio

Le istruzioni per l'uso delle compresse di Unispaz indicano che l'uso di droghe viene effettuato dopo un pasto. Puoi bere fino a 2 pillole alla volta. Se necessario, dopo 8 ore, puoi bere una dose aggiuntiva del farmaco.

Il dosaggio massimo giornaliero è di 6 compresse, con uso prolungato - 4 compresse. Senza consulenza medica, il farmaco non può essere assunto per più di 3 giorni.

Per i bambini, una singola dose è ½-1 pillola. La prossima volta che puoi bere le pillole dopo 12 ore. Non assumere più di due compresse al giorno.

Con le malattie dei reni o del fegato, il dosaggio è ridotto. Allo stesso tempo, è vietato l'uso prolungato del farmaco.

Le istruzioni di Unispaz N per l'uso con il farmaco sono le stesse per l'assunzione del farmaco Unispaz.

Effetti collaterali

Unispaz e Unispaz N possono causare reazioni negative. Quindi, l'assunzione di pillole influenza spesso il lavoro del cuore e dei vasi sanguigni, che si manifesta con pressione sanguigna irregolare, disturbi del ritmo cardiaco.

Se l'uso di Unispaz ha influenzato il lavoro del NS, il paziente avverte sbalzi d'umore, disturbi depressivi, convulsioni, apatia, alterazioni delle capacità fisiche e mentali, disturbi del sonno, mal di testa.

Se l'assunzione di compresse influisce sul funzionamento del tratto biliare e del fegato, è possibile intossicazione o necrosi del fegato.

Altre reazioni avverse:

  • Tratto gastrointestinale: costipazione, nausea, secchezza delle fauci, perdita di appetito
  • Il sistema immunitario - gonfiore, eruzioni cutanee, febbre, restringimento dei bronchi, prurito, orticaria, anafilassi
  • Sistema endocrino - Ipoglicemia
  • Sistema ematopoietico - una diminuzione della concentrazione di piastrine, globuli bianchi
  • Gli organi della visione - miosi, compromissione della vista, diplopia
  • Sistema urinario - colica renale, ritenzione urinaria.

Interazione farmacologica, overdose

Unispaz non può essere usato con inibitori MAO e con preparati contenenti paracetamolo. La drotaverina riduce l'efficacia della levodopa.

Combinazione con paracetamolo:

  • Mezzi che portano all'induzione degli enzimi epatici: aumenta il contenuto di prodotti tossici del metabolismo del paracetamolo.
  • Doxirubicina: aumento della probabilità di disfunzione epatica
  • Cloramfenicolo: aumentano il tempo di escrezione e la tossicità di quest'ultimo
  • Domperidone e metoclopramide: contribuiscono all'assorbimento del paracetamolo
  • Colestiramina: complica l'assorbimento del paracetamolo
  • Rimedi uricosiurici: l'effetto terapeutico di quest'ultimo peggiora.

La codeina aumenta l'effetto depressivo di sonniferi, antipsicotici, anestetici, antidepressivi e simili..

Il sovradosaggio si manifesta con vomito, compromissione della funzionalità epatica, compromissione della circolazione sanguigna e della funzione respiratoria. Il trattamento consiste in lavanda gastrica e diuretici salini. Con danni al sistema nervoso centrale, il naloxone viene somministrato, se necessario, ricorre alla ventilazione meccanica.

Analoghi

Analoghi popolari di Unispaz: compresse Adjikold e No-shpalgin.

Agicold

Produttore: Agio Pharmaceuticals Ltd., India

Prezzo - da 140 rubli

Descrizione - Il farmaco viene utilizzato per il trattamento sintomatico delle malattie respiratorie.

Pro: risultati rapidi ed efficaci

Contro - non può essere usato durante l'infanzia, ci sono effetti collaterali.

No-aste

Produttore: Quinoin, WFHP, Ungheria

Prezzo - da 200 rubli

Descrizione: le compresse vengono utilizzate per eliminare il dolore, molto spesso di natura neurologica

Pro: allevia rapidamente spasmo e dolore, non contiene sostanze narcotiche

Contro: molte controindicazioni, più costose degli analoghi.

Unispaz (Unispaz) - istruzioni per l'uso

Nome internazionale: unispaz

Composizione e forma di rilascio. 1 compressa contiene: paracetamolo - 500 mg, drotaverina cloridrato - 40 mg, codeina fosfato - 8 mg.

Eccipienti: amido di mais, povidone, amido di mais pregelatinizzato, magnesio stearato, talco purificato, crospovidone, cellulosa microcristallina, ossido rosso colorante ferro.

È disponibile sotto forma di compresse di colore rosa-brunastro con macchie scure e chiare, oblunghe, con un rischio su un lato, in blister da 12 pezzi..

Effetto farmacologico. Rimedio combinato. Il paracetamolo ha un effetto analgesico e antipiretico principalmente inibendo la sintesi di Pg nel sistema nervoso centrale e, in misura minore, mediante un'azione periferica, bloccando la Pg e altre sostanze attive che stimolano i recettori del dolore. La drotaverina è un derivato dell'isochinolina, che ha un effetto antispasmodico sui muscoli lisci (inibizione dell'enzima fosfodiesterasi IV, un aumento della concentrazione di cAMP, che inattiva l'enzima miosina chinasi porta al rilassamento dei muscoli lisci). La drotaverina ha anche un debole effetto inibitorio sui canali del calcio dipendenti dalla calmodulina. Indipendentemente dal tipo di innervazione autonomica, la drotaverina è efficace per gli spasmi muscolari lisci.

Agisce sui muscoli lisci situati nei sistemi vascolare, gastrointestinale, biliare e urogenitale (il contenuto di fosfodiesterasi IV in diversi tessuti è diverso). La codeina è un farmaco antitosse ad azione centrale che ha anche un effetto analgesico attraverso l'interazione con i recettori degli oppiacei coinvolti nella trasmissione degli impulsi del dolore al sistema nervoso centrale.

farmacocinetica Dopo somministrazione orale, il paracetamolo viene rapidamente e completamente assorbito dall'intestino tenue. La Cmax nel plasma viene raggiunta dopo 30-90 minuti e il suo T1 / 2 dal plasma è di 2 ore Il paracetamolo si lega debolmente alle proteine ​​plasmatiche e ai globuli rossi, la sua distribuzione è rapida e uniforme. Il paracetamolo viene metabolizzato nel fegato, i suoi metaboliti vengono escreti dai reni mediante filtrazione glomerulare. Circa l'85% della dose assunta viene escreto sotto forma di glucuronidi, il 2% sotto forma di solfati, il 3% in forma invariata. Circa il 10% della dose assunta viene neutralizzata nel fegato per coniugazione con glutatione..

La drotaverina dopo somministrazione orale viene assorbita rapidamente e completamente. La Cmax nel plasma viene raggiunta dopo 45-60 minuti. La drotaverina, che è entrata nella circolazione sistemica, si lega alle proteine ​​plasmatiche del 95-98%, principalmente con albumina, α- e β-globuline. T1 / 2 dal plasma è di 2,4 ore, l'emivita biologica di 8-10 ore La drotaverina è metabolizzata nel fegato. Più del 50% della dose assunta viene escreto nelle urine, il 30% - con le feci. La drotaverina attraversa la barriera placentare.

Indicazioni per l'assunzione di Unispase. Sindrome del dolore di intensità da lieve a moderata di varie origini: spasmi dell'uretere e della vescica; dolori articolari, dolori muscolari; mal di denti; costipazione spastica; algodismenorea; mal di testa; colica intestinale; nevralgia; colica biliare; sciatica; colica renale e altre condizioni spastiche degli organi interni.

Controindicazioni quando si utilizza Unispase. Grave insufficienza renale; grave insufficienza epatica; grave insufficienza cardiaca; Blocco AV II e III grado; insufficienza respiratoria; asma bronchiale; deficit di glucosio-6-fosfato deidrogenasi; alcolismo cronico; tossicodipendenza; condizione dopo trauma cranico; ipertensione endocranica; malattie del sangue (trombocitopenia, leucopenia, agranulocitosi); uso simultaneo di inibitori MAO ed entro 14 giorni dal loro ritiro; uso simultaneo di preparati contenenti paracetamolo; gravidanza; periodo di lattazione; ipersensibilità al farmaco.

Utilizzare il farmaco con cautela nei pazienti con iperbilirubinemia costituzionale (sindrome di Gilbert), nei pazienti anziani.

Regime posologico e metodo di applicazione. Il farmaco viene assunto per via orale. Una singola dose - 1-2 compresse., Se necessario, è possibile ripetere la dose dopo 8 ore Per ottenere un effetto rapido, il farmaco non deve essere assunto con il cibo.

Con un ciclo di trattamento non superiore a 3 giorni, la dose massima giornaliera è di 6 compresse. Con un lungo ciclo di trattamento, la dose massima giornaliera è di 4 compresse / giorno.

Per i bambini dai 6 ai 12 anni, il farmaco è prescritto in una singola dose di 0,5-1 etichetta. Il riutilizzo è possibile dopo 10-12 ore, la dose massima giornaliera è di 2 compresse / giorno.

I pazienti anziani con normale funzionalità epatica e renale non richiedono un aggiustamento della dose.

In caso di grave compromissione della funzionalità epatica e renale, la dose deve essere ridotta. A una velocità di filtrazione glomerulare inferiore a 10 ml / min, l'interruzione tra due dosi deve essere superiore a 12 ore In questa categoria di pazienti è consentito solo un uso occasionale del farmaco.

La durata massima del trattamento senza consultare un medico è di 3 giorni.

Effetti collaterali di Unispase. Dal lato del sistema nervoso centrale: mal di testa, vertigini, sonnolenza.

Dal sistema cardiovascolare: ipotensione arteriosa, tachicardia, vampate di calore.

Dal sistema digestivo: nausea, costipazione; raramente se usato in dosi elevate - danno epatico tossico.

Dal sistema emopoietico: agranulocitosi, trombocitopenia.

Reazioni allergiche: eruzione della pelle; molto raramente - broncospasmo, gonfiore della mucosa nasale.

Utilizzare durante la gravidanza e l'allattamento. L'uso del farmaco Unispaz durante la gravidanza e l'allattamento è controindicato.

Utilizzare per insufficienza epatica. In caso di insufficienza epatica, la dose deve essere impostata individualmente. L'uso del farmaco è controindicato in caso di grave insufficienza epatica.

Utilizzare per insufficienza renale. In caso di insufficienza renale, la dose deve essere impostata individualmente. L'uso del farmaco è controindicato in caso di grave insufficienza renale.

L'uso del farmaco nei bambini. Per i bambini dai 6 ai 12 anni, il farmaco è prescritto in una singola dose di 0,5-1 etichetta. Il riutilizzo è possibile dopo 10-12 ore, la dose massima giornaliera è di 2 compresse / giorno.

Uso nei pazienti anziani. Utilizzare il farmaco con cautela nei pazienti anziani.

Istruzioni speciali. Quando si utilizza il farmaco, il paziente deve escludere l'uso di alcol.

In caso di insufficienza renale ed epatica, la dose deve essere impostata individualmente.

Quando si utilizza il farmaco per più di 3 giorni e / o in dosi elevate, è necessario controllare il quadro del sangue periferico e lo stato funzionale del fegato (numero di leucociti, piastrine, livello di creatinina e attività degli enzimi epatici nel plasma sanguigno). I sintomi clinici dell'effetto epatotossico iniziano ad apparire entro 48-72 ore dopo l'uso del farmaco ad alte dosi.

Influenza sulla capacità di guidare veicoli e meccanismi di controllo. La questione della possibilità di impegnarsi in attività che richiedono una maggiore concentrazione di attenzione e velocità delle reazioni psicomotorie dovrebbe essere decisa dopo aver valutato la reazione individuale del paziente al farmaco.

Overdose. Sintomi: nausea, vomito, disturbi circolatori, depressione respiratoria, danno epatico tossico (fino alla necrosi).

Trattamento: lavanda gastrica, lassativi salini. In caso di gravi danni al sistema nervoso centrale, può essere necessaria la ventilazione per monitorare la condizione, fornire ossigeno, somministrare naloxone.

Interazione con altri farmaci. La drotaverina riduce l'effetto della levodopa, che consente di aumentare il tremore e la rigidità.

Quando si utilizza il paracetamolo insieme a farmaci che inducono enzimi epatici (salicilamide, barbiturici, farmaci antiepilettici, antidepressivi triciclici, rifampicina, alcool), aumenta la concentrazione di metaboliti tossici del paracetamolo.

Quando si utilizza il paracetamolo contemporaneamente al cloramfenicolo, l'emivita di quest'ultimo aumenta e aumenta la sua tossicità.

L'uso simultaneo di paracetamolo con doxorubicina aumenta il rischio di disfunzione epatica.

Il paracetamolo riduce l'effetto dei farmaci uricosurici.

La metoclopramide e il domperidone migliorano l'assorbimento del paracetamolo, mentre la colestiramina lo riduce. Con l'uso prolungato del farmaco, il rischio di sanguinamento aumenta a causa della presenza di paracetamolo.

La codeina aumenta l'effetto di sonniferi, analgesici e sedativi.

Condizioni di vacanza dalle farmacie. Farmaco di prescrizione.

Termini e condizioni di conservazione. Il farmaco deve essere conservato fuori dalla portata dei bambini a una temperatura non superiore a 30 ° C..

L'uso del farmaco unispaz solo come prescritto dal medico, la descrizione è data per riferimento!

Come proteggere la pelle dal peeling se usi spesso un disinfettante e un sapone?

È possibile ottenere il coronavirus nell'ascensore se una persona malata cavalcava lì prima di te?

Allergeni presenti nelle nostre case

Perché google i tuoi sintomi possono essere pericolosi?

Quando i frequenti sbalzi d'umore possono essere un segno di disturbo bipolare??

Cancro al seno: cosa fare?

Cosa aiuterà a dimagrire efficacemente

Perché una persona con diabete sedano

Secondo parere in medicina, consultazioni in Germania

Unispaz

Articoli di esperti medici

Il farmaco Unispaz ha un nome internazionale in conformità con i principi attivi nella sua composizione - Drotaverina + Codeina + Paracetamolo. La sostanza analgesica combinata è stata sviluppata dalla società farmacologica Unic Pharmaceutical Laboratories (India) ed è un farmaco OTC..

Il farmaco Unispaz allevia le sindromi dolorose di bassa e media gravità, comprese condizioni spastiche e spasmi dei muscoli lisci che rivestono gli organi interni. La combinazione di analgesico e antispasmodico ha reso la medicina uno strumento indispensabile per i sintomi ricorrenti mensili di dismenorrea (dolore durante le mestruazioni). Il drotaverinum con paracetamolo contenuto nel farmaco viene utilizzato anche per la febbre durante il raffreddore o l'influenza, caratterizzata da brividi, febbre e sbiancamento della pelle.

Codice ATX

Sostanze attive

Indicazioni Unispaz

La medicina Unispaz allevia le sindromi dolorose da lievi a moderate nei bambini dopo i 6 anni di età e nell'età adulta. Un antispasmodico è prescritto per il mal di testa:

  • principalmente di natura tensiva (conseguenza di una situazione stressante vissuta) di tipo acuto o cronico;
  • con problemi con le navi;
  • derivante da affaticamento o sovraccarico eccessivo.

L'efficacia farmacologica del farmaco Unispaz - sopprime gli spasmi, è un potente analgesico, ha un effetto antipiretico. Queste caratteristiche determinano la portata del farmaco. Indicazioni Unispaz si applicano ai seguenti tipi di dolore:

  • dentale (mal di denti);
  • muscoli e articolazioni;
  • mestruale (dismenorrea di tipo primario);
  • a causa di varie coliche (renale, biliare, intestinale);
  • nevralgico e sciatica;
  • a seguito di spasmo della vescica o dell'uretere;
  • con problemi spastici (colite, costipazione, tenesmo).

Modulo per il rilascio

Il tipo oblungo di compresse Unispaz ha una tonalità rosa-brunastra e un rischio unilaterale, contengono anche inclusioni di colore.

Modulo di rilascio - blister per 6 compresse o confezioni da due blister, rispettivamente con 12 compresse. Ogni unità di preparazione per compresse comprende:

  • paracetamolo - 500 mg;
  • drotaverina cloridrato - 40 mg;
  • codeina fosfato - 8mg.

Componenti aggiuntivi includono magnesio stearato, talco raffinato, amido di mais e amido di mais pregelatinizzato, povidone e crospovidone, cellulosa microcristallina, colorante E172 (ossido di ferro rosso).

farmacodinamica

Farmacologicamente, Unispaz appartiene al gruppo di sostanze miotropiche antispasmodiche e anilidi in combinazioni.

La farmacodinamica di Unispaz si basa sulle caratteristiche delle sostanze costituenti del farmaco:

  • paracetamolo: riduce la febbre, anestetizza inibendo la sintesi delle prostaglandine del sistema nervoso centrale. Ha anche un effetto periferico con l'inibizione dell'attività delle prostaglandine e di altri componenti responsabili della stimolazione dei recettori del dolore;
  • codeina - un componente antitosse con un effetto centrale, è un analgesico a causa dell'effetto sui recettori degli oppioidi (coinvolto nel rilascio di un impulso di dolore al sistema nervoso centrale). Aumenta l'efficacia del paracetamolo;
  • la drotaverina è una sostanza vasodilatatrice, antispasmodica, miotropica, ipotensiva della serie isochinolina. È particolarmente efficace (a causa del prolungamento dell'effetto espandente) per gli spasmi dei muscoli lisci degli organi interni e dei vasi sanguigni. Le proprietà del farmaco sono dovute a una diminuzione della penetrazione del calcio attivo nelle cellule delle strutture muscolari lisce a seguito dell'inibizione della fosfodiesterasi e dell'accumulo di adenosina monofosfato ciclico all'interno delle cellule.

farmacocinetica

Farmacocinetica di Unispaz secondo i suoi componenti costitutivi:

  • la biodisponibilità orale della drotaverina è di circa il 100%, la sostanza viene assorbita dal sistema digestivo il più rapidamente e il più possibile, seguita da una distribuzione uniforme nei tessuti, comprese le cellule muscolari lisce. Si osserva un semi-assorbimento dopo 12 minuti e l'escrezione avviene attraverso i reni. Il componente non influenza il centro e praticamente non influisce sul sistema nervoso autonomo;
  • il rapido assorbimento del paracetamolo si verifica principalmente nell'intestino tenue. La sostanza penetra bene nei tessuti e nei liquidi, escluse le cellule adipose e il liquido cerebrospinale. Escreto nelle urine;
  • la rapida digestione della codeina nel sistema digestivo contribuisce alla diffusione attiva di milza, fegato e reni nei tessuti. La biotrasformazione dell'agente farmacologico si verifica nel fegato, l'escrezione viene effettuata dai reni. Il farmaco viola le barriere della placenta e del sangue (tra il flusso sanguigno e il tessuto nervoso) e si accumula anche nel latte materno.

Uso di Unispaz durante la gravidanza

L'uso di Unispaz durante la gravidanza e durante l'allattamento è severamente proibito..

Controindicazioni

Controindicazioni all'uso di Unispaz:

  • intolleranza individuale a uno degli antispasmodici costituenti;
  • diagnosi di asma bronchiale o insufficienza respiratoria acuta;
  • blocco atrioventricolare I e II gradi;
  • forme croniche di cuore, reni, insufficienza epatica;
  • dipendenza da alcol di tipo cronico;
  • dipendenza da droghe;
  • problemi di coagulazione;
  • una storia recente di trauma cranico;
  • rilevazione di ipertensione endocranica;
  • è vietato l'uso di Unispaz in parallelo con inibitori della monoamino ossidasi, nonché per due settimane dopo l'interruzione del loro uso;
  • non prescritto con paracetamolo;
  • sullo sfondo della carenza di glucosio-6-fosfato deidrogenasi;
  • pazienti di età inferiore a 6 anni;
  • durante la gestazione e l'allattamento.

La massima cautela si osserva nel trattamento con antispasmodici degli anziani e di coloro che soffrono della sindrome di Gilbert (iperbilirubinemia benigna - un difetto genetico ereditario associato al processo del metabolismo della bilirubina).

Effetti collaterali Unispaz

In generale, l'Unispaz antispasmodico è ben tollerato. A volte vengono rilevati i seguenti effetti indesiderati di Unispaz:

  • in relazione al sistema nervoso centrale - letargia, sonno costante, vertigini o mal di testa;
  • sistema circolatorio - trombocitopenia, agranulocitosi;
  • apparato digerente - una condizione di nausea, feci compromesse, abbastanza raro - danno tossico al fegato (in caso di sovradosaggio grave);
  • disturbi cardiovascolari - tachicardia, ipotensione, anemia vampate di calore;
  • manifestazioni di allergie: eruzioni cutanee, prurito, rare conseguenze negative sono uno spasmo nei bronchi e gonfiore della mucosa dei passaggi nasali.

Al fine di prevenire conseguenze negative, è necessario studiare attentamente il foglietto illustrativo o consultare uno specialista. Regole per ridurre il rischio di effetti collaterali:

  • prendere Unispaz separatamente dal cibo;
  • osservare il dosaggio esatto;
  • durante l'assunzione di bevande contenenti alcol antispasmodico è vietato;
  • in caso di insufficienza renale / epatica lieve, l'opportunità del trattamento farmacologico viene valutata dal medico;
  • quando si utilizza Unispaz per più di tre giorni, controllare costantemente il numero di enzimi epatici e monitorare la composizione del sangue, in modo da prevenire i cambiamenti ematologici.

Dosaggio e amministrazione

Il farmaco Unispaz viene usato per via orale con una quantità sufficiente di acqua dopo almeno un'ora dopo un pasto (l'ingestione della compressa durante o immediatamente dopo aver mangiato ne ritarda l'effetto).

Dosaggio e somministrazione in base all'età del paziente:

  • bambini di età compresa tra 6 e 12 anni - una volta e mezza compresse, si raccomanda la somministrazione ripetuta solo dopo 10 ore. Il dosaggio massimo giornaliero è di 2 compresse;
  • adolescenti e adulti - in una singola dose di 1-2 compresse, la dose successiva del farmaco non prima di dopo 8 ore. La norma massima consentita è di 6 pezzi al giorno con trattamento a breve termine (fino a 3 giorni) e 4 pezzi se è richiesto un trattamento più lungo;
  • in età avanzata con grave disfunzione epatica o renale, il dosaggio viene selezionato individualmente.

Va notato che l'uso indipendente del farmaco è consentito per tre giorni, un'ulteriore somministrazione del farmaco richiede un parere medico.

Overdose

Un sovradosaggio di Unispaz antispasmodico è caratterizzato da sintomi primari come: sbiancamento della pelle, sensazione di nausea, comparsa di vomito, anoressia, sudorazione eccessiva, peggioramento delle condizioni generali. Possibili effetti tossici sul fegato (inclusa la necrosi) e compromissione della funzione respiratoria.

Se trovi tali segni, dovresti immediatamente consultare un medico. Al fine di stabilizzare il paziente, vengono utilizzati lassativi salini e lavanda gastrica. Il monitoraggio della condizione in condizioni gravi, caratterizzato da danni al sistema nervoso centrale, implica l'uso della ventilazione artificiale del polmone, un'ulteriore saturazione delle cellule con l'ossigeno, la nomina di naloxone.

Interazioni con altri farmaci

Il paracetamolo, disponibile tra i componenti medicinali di Unispas, non è compatibile con bevande scolastiche, salicilamide, antidepressivi triciclici, sostanze per il trattamento dell'epilessia, barbiturici, rifampicina, poiché contribuiscono ad un aumento del livello di metabolismo tossico del paracetamolo. La terapia parallela con paracetamolo e cloramfenicolo attiva l'effetto tossico con un aumento del periodo di escrezione dell'ultimo farmaco. Le disfunzioni epatiche derivano dall'uso di paracetamolo con doxorubicina. Gli anticoagulanti di uso orale durante la terapia con Unispaz antispasmodico spesso provocano sanguinamento.

La drotaverina con la somministrazione simultanea di levodopa riduce il suo effetto antiparkinsoniano, a seguito del quale vi è un forte aumento del tono muscolare (rigidità) e un aumento del tremore (tremore muscolare).

Si osservano anche interazioni negative di Unispaz con altri farmaci con sonniferi, proprietà anestetizzanti, ansiolitiche, inclusi antidepressivi triciclici e sostanze antipsicotiche. Questi fondi aumentano a volte l'inibizione del sistema nervoso centrale da parte della codeina fosfato.

Condizioni di archiviazione

La presenza in casa inaccessibile ai bambini e protetta dalla luce solare, un luogo con una temperatura non superiore a 30 ° C - queste sono le principali condizioni di conservazione di Unispaz mantenendo l'integrità del blister.

Unispaz N, compresse, 12 pezzi.

Istruzioni per Unispaz N

Composizione

1 compressa contiene: ingredienti attivi: paracetamolo 500 mg, drotaverina cloridrato 40 mg

Descrizione

effetto farmacologico

Unispaz-N - un farmaco combinato che ha effetti analgesici e antispasmodici.

Il paracetamolo è un farmaco analgesico-antipiretico che ha un lieve effetto antinfiammatorio, il cui meccanismo è associato all'inibizione della sintesi delle prostaglandine nel sistema nervoso centrale e, in misura minore, attraverso l'azione periferica, bloccando le prostaglandine e altre sostanze attive che stimolano i recettori del dolore.

La drotaverina è un derivato dell'isochinolina che ha un effetto antispasmodico sui muscoli lisci (inibendo l'enzima fosfodiesterasi IV, aumentando la concentrazione di cAMP, che inattivando l'enzima miosina chinasi porta al rilassamento dei muscoli lisci dei vasi sanguigni, del tratto gastrointestinale, dei dotti biliari e del sistema urogenitale.

Il paracetamolo viene rapidamente assorbito nel tratto gastrointestinale superiore ed è distribuito nella maggior parte degli organi e dei tessuti. T1 / 2 è da 1,25 a 3 ore.

Viene metabolizzato principalmente per coniugazione, seguito da escrezione di metaboliti attraverso i reni. Circa l'85% della dose orale viene escreta entro 24 ore, principalmente sotto forma di composti glucuronidici con una piccola quantità di altri composti e residui di farmaco.

Il drotaverinum cloridrato viene rapidamente assorbito dopo somministrazione orale.

Subisce biotrasformazione nel fegato in composti monofenolici, che a loro volta sono coniugati con acido glucuronico. T1 / 2 è di 16-22 ore, mentre circa la metà della dose viene escreta nelle urine, dal 10 al 30% con le feci.

Unispaz N: indicazioni

Dosaggio e amministrazione

Il farmaco Unispaz N è raccomandato per l'uso in 1-2 compresse alla volta, se necessario, è possibile ripetere la dose dopo 8 ore.

La dose massima giornaliera è di 6 compresse, con un lungo ciclo non deve superare le 4 compresse al giorno.

Per ottenere un effetto rapido, il farmaco non deve essere assunto con il cibo.

Per i bambini dai 6 ai 12 anni, il farmaco è prescritto in una singola dose di 1 / 2-1 compressa. Il riutilizzo del farmaco è possibile dopo 10-12 ore, la dose massima è di 2 compresse al giorno.

I pazienti anziani con normale funzionalità epatica e renale non richiedono un aggiustamento della dose.

Con grave compromissione della funzionalità epatica e renale, la dose deve essere ridotta. Con una velocità di filtrazione glomerulare inferiore a 10 ml / minuto, il tempo trascorso tra l'assunzione di 2 dosi dovrebbe essere superiore a 12 ore. In questa categoria di pazienti, è consentito solo l'uso occasionale del farmaco.

La durata massima del trattamento senza consultare un medico è di 3 giorni.

Unispaz N: Controindicazioni

  • ipersensibilità ai componenti del farmaco Unispaz N;
  • grave insufficienza renale ed epatica;
  • grave insufficienza cardiaca;
  • Blocco AV di I e III grado;
  • deficit di glucosio-6-fosfato deidrogenasi;
  • alcolismo cronico e tossicodipendenza;
  • ipertensione endocranica;
  • trombocitopenia, leucopenia, agranulocitosi;
  • trattamento con inibitori MAO (entro 14 giorni);
  • uso concomitante di altri farmaci contenenti paracetamolo.

Unispaz N: effetti collaterali

Overdose

Interazione

istruzioni speciali

Se è necessario utilizzare il farmaco per più di 3 giorni, consultare un medico.

Con cautela, il farmaco è prescritto a pazienti con iperbilirubinemia costituzionale (sindrome di Gilbert), pazienti anziani e ipotensione arteriosa.

Quando si assume il farmaco, è vietato il consumo di bevande alcoliche.

In caso di insufficienza renale ed epatica, la dose deve essere impostata individualmente.

Quando si utilizza il farmaco per più di 3 giorni e / o in dosi elevate, è necessario controllare l'immagine del sangue periferico e lo stato funzionale del fegato (il numero di leucociti, piastrine, nonché il livello di creatinina e l'attività degli enzimi epatici nel sangue).

I sintomi clinici e di laboratorio dell'effetto epatotossico iniziano ad apparire entro 48-72 ore dopo l'assunzione di grandi dosi del farmaco.

Influenza sulla capacità di guidare veicoli e meccanismi di controllo

La questione della possibilità di impegnarsi in attività che richiedono una maggiore concentrazione di attenzione e velocità delle reazioni psicomotorie dovrebbe essere risolta dopo aver valutato la reazione individuale del paziente al farmaco.

Unispaz-N - agente antispasmodico e antinfiammatorio combinato

Il dolore causato da spasmi muscolari lisci è un sintomo comune che provoca disagio e riduce significativamente la qualità della vita..

Per eliminare i segni negativi, vengono utilizzati farmaci del gruppo analgesici antipiretici..

Uno di questi agenti farmacologici è Unispaz-N.

L'effetto del farmaco è causato immediatamente da due componenti attivi: paracetamolo e drotaverina. La medicina elimina efficacemente il dolore e i crampi di varie etimologie..

I pazienti che hanno assunto le pillole lasciano per lo più recensioni positive su di loro online. Allo stesso tempo, Unispaz-N ha molte controindicazioni e non è compatibile con alcuni farmaci, quindi, prima di prenderlo, è necessario studiare attentamente le istruzioni allegate.

Istruzioni per l'uso

Effetto farmacologico

Yunaspaz-n è un rimedio combinato per dolore e crampi. Il farmaco funziona sulla base di due componenti attivi: paracetamolo e drotaverina. Il paracetamolo ha effetti antinfiammatori analgesici, antipiretici e lievi..

Il meccanismo d'azione è associato alla soppressione della sintesi delle prostaglandine nel sistema nervoso centrale. In misura minore sulla base degli effetti periferici, bloccando le prostaglandine e altre sostanze attive che stimolano i recettori del dolore.

La drotaverina è un derivato dell'isochinolina. La sostanza elimina gli spasmi nei muscoli lisci inibendo la fosfodiesterasi 4, aumentando la concentrazione di cAMP, inattivando la miosina chinasi e portando al rilassamento dei muscoli di questo tipo..

La drotaverina ha un debole effetto inibitorio sui canali del calcio dipendenti dalla calmodulina. Indipendentemente dal tipo di innervazione autonoma, è efficace per gli spasmi muscolari che non hanno striature trasversali. Il componente colpisce i muscoli lisci dei sistemi vascolare, gastrointestinale, biliare e urogenitale.

Varietà di uscita e composizione

Unispaz-N è in forma di compresse.

Una compressa del farmaco contiene:

  • 500 mg di paracetamolo;
  • 40 mg di drotaverina cloridrato.
  • povidone;
  • talco raffinato;
  • amido di mais;
  • amido di mais pregelatinizzato;
  • crospovidone;
  • stearato di magnesio;
  • MCC;
  • colorante.

Indicazioni per l'ammissione

Il farmaco è prescritto per l'uso in caso di dolore causato da spasmi della muscolatura liscia:

  • tratto gastrointestinale;
  • dotti biliari;
  • tratto urinario;
  • vasi cerebrali.

Unispaz-N è anche usato per:

Dosaggio e amministrazione

Un agente farmacologico viene assunto per via orale, 1-2 compresse alla volta. Se necessario, assunto di nuovo non prima di 8 ore.

La norma giornaliera non dovrebbe essere superiore a 6 compresse e con un lungo corso - 4 compresse. Per l'azione più rapida, non usare il medicinale con il cibo.

La dose singola raccomandata per i bambini dai 6 ai 12 anni è di 1 / 2-1 pezzi. Il prossimo appuntamento è possibile dopo 10-12 ore. Il dosaggio giornaliero massimo - 2 compresse.

Le persone anziane che non hanno problemi con l'attività dei reni e del fegato non devono cambiare la norma d'uso.

Con gravi disfunzioni renali ed epatiche, il dosaggio del consumo deve essere ridotto. Con una durata di filtrazione glomerulare inferiore a 10 ml al minuto, è possibile assumere una dose ripetuta solo dopo 12 ore. A questo gruppo di pazienti è vietato l'uso costante di fondi.

Senza una visita specialistica, Unispaz-N può essere utilizzato per non più di 3 giorni.

Interazione con altri farmaci

  • Il drotaverinum riduce l'effetto della levodopa, che può aumentare il tremore e la rigidità.
  • L'uso del paracetamolo in combinazione con farmaci che provocano l'induzione degli enzimi epatici, aumenta la concentrazione di metaboliti tossici del paracetamolo.
  • L'uso di paracetamolo insieme a cloramfenicolo provoca un aumento della sua emivita e aumenta la sua tossicità.
  • L'uso di paracetamolo contemporaneamente alla doxirubicina provoca un aumento della probabilità di disturbi epatici.
  • Il paracetamolo riduce l'efficacia dei medicinali uricosurici.
  • La metoclopramide e il domperidone aumentano la dissoluzione del paracetamolo, la colestiramina lo riduce.
  • L'uso prolungato di paracetamolo aumenta il rischio di sanguinamento

Effetti collaterali

Dal sistema nervoso centrale:
  • dolore;
  • rotazione della testa.
Cuore e vasi sanguigni:
  • persistente diminuzione della pressione nelle arterie;
  • tachicardia.
Tratto digerente:
  • la voglia di vomitare;
  • stipsi.
Sistemi ematopoietici:
  • agranulocitosi;
  • trombocitopenia.
Reazioni allergiche:
  • eruzione cutanea;
  • broncospasmo;
  • gonfiore della mucosa nasale.

Se si verificano effetti collaterali, è necessario interrompere l'assunzione del farmaco e chiedere aiuto a uno specialista.

Overdose

Possibili conseguenze dell'uso eccessivo del farmaco:

  • pallore della pelle;
  • nausea e vomito;
  • danno epatico tossico, sviluppo di necrosi;
  • aumento delle transaminasi epatiche;
  • aumento del tempo di protrombina.

Le manifestazioni cliniche e di laboratorio degli effetti epatotossici iniziano ad apparire entro 2-3 giorni dopo l'assunzione di una dose elevata del farmaco.

Per eliminare i sintomi, applicare:

  • lavanda gastrica;
  • assunzione di carbone attivo;
  • trattamento sintomatico;
  • somministrazione di metionina e N-acetilcisteina.

Se vengono rilevati segni di sovradosaggio, è necessario visitare immediatamente il medico.

COMPRESSE Unispaz

Istruzioni per l'uso medico del farmaco

Unispaz

Nome internazionale non proprietario

Una compressa contiene

paracetamolo 500,0 mg

drotaverina cloridrato 40,0 mg

codeina fosfato 8,0 mg

eccipienti: amido di mais, povidone, amido di mais pregelatinizzato, magnesio stearato, talco purificato, crospovidone, cellulosa microcristallina, ossido di ferro rosso (E172).

Le compresse oblunghe sono di colore marrone chiaro con macchie bianche e marroni e il rischio di un lato

Analgesici - altri antipiretici. Aniline. Paracetamolo in combinazione con altri farmaci (esclusi gli psicolettici)

Codice PBX N02BE51

Il paracetamolo viene rapidamente assorbito nel tratto gastrointestinale e distribuito alla maggior parte degli organi e dei tessuti. L'emivita è compresa tra 1,25 e 3 ore. È metabolizzato principalmente per coniugazione seguito dall'escrezione di metaboliti attraverso i reni. Circa l'85% di una dose orale viene escreto entro 24 ore.

Dopo somministrazione orale, la drotaverina viene assorbita rapidamente e completamente dal tratto gastrointestinale. La biodisponibilità è di circa il 100%.

La massima concentrazione plasmatica viene raggiunta dopo 2 ore dalla somministrazione. È assegnato principalmente sotto forma di metaboliti principalmente dai reni e circa il 30% con le feci.

La codeina viene rapidamente assorbita nel tratto gastrointestinale, distribuita nella maggior parte degli organi e dei tessuti, principalmente negli organi varenchimali (fegato, milza, reni). Penetra attraverso la barriera emato-encefalica, la placenta, nel latte materno. L'emivita della codeina è di circa 2,9 ore. Viene escreto principalmente dai reni. Circa il 90% di una dose orale viene escreto entro 24 ore.

Farmaco combinato, il cui effetto è dovuto alle proprietà dei suoi componenti costitutivi.

Il paracetamolo ha un effetto analgesico e antipiretico principalmente inibendo la sintesi delle prostaglandine nel sistema nervoso centrale e, in misura minore, attraverso l'azione periferica, bloccando le prostaglandine e altre sostanze attive che stimolano i recettori del dolore.

La drotaverina è un derivato dell'isochinolina che ha un effetto antispasmodico sui muscoli lisci (inibendo la fosfodiesterasi IV, aumentando la concentrazione di cAMP, che inattivando l'enzima miosina chinasi porta al rilassamento dei muscoli lisci). La drotaverina ha anche un debole effetto inibitorio sui canali del calcio dipendenti dalla calmodulina. Indipendentemente dal tipo di innervazione autonomica, la drotaverina è efficace per gli spasmi muscolari lisci. Agisce sui muscoli lisci situati nei sistemi vascolare, gastrointestinale, biliare e urogenitale (il contenuto di fosfodiesterasi IV in diversi tessuti è diverso).

La codeina è un farmaco antitosse ad azione centrale che ha anche un effetto analgesico attraverso l'interazione con i recettori degli oppiacei coinvolti nella trasmissione degli impulsi del dolore al sistema nervoso centrale. Potenzia l'azione del paracetamolo.

Indicazioni per l'uso

- mal di denti e mal di testa

- dolore articolare e muscolare

- colica renale, spasmi dell'uretere e della vescica

- costipazione spastica e altre condizioni spastiche degli organi interni

Dosaggio e amministrazione

Dentro. Si raccomanda agli adulti di usare il farmaco per 1-2 compresse alla volta, se necessario, è possibile ripetere la dose dopo 8 ore. Con un breve ciclo di trattamento (non più di 3 giorni), la dose massima giornaliera è di 6 compresse. Per ottenere un effetto rapido, il farmaco non deve essere assunto con il cibo.

Per i bambini dai 6 ai 12 anni, il farmaco è prescritto in una singola dose di 1 / 2-1 compressa. Il riutilizzo del farmaco è possibile dopo 10-12 ore, la dose massima è di 2 compresse al giorno.

Non sono richiesti pazienti anziani con normale funzionalità epatica e aggiustamento del dosaggio renale. In caso di grave compromissione della funzionalità epatica e renale, la dose deve essere ridotta. A una velocità di filtrazione glomerulare inferiore a 10 ml / min, l'intervallo tra 2 dosi deve essere superiore a 12 ore. In questa categoria di pazienti, è consentito solo l'uso occasionale del farmaco. La durata massima del trattamento senza consultare un medico è di 3 giorni.

Il farmaco deve essere assunto solo nelle dosi raccomandate..

- mal di testa, vertigini, sonnolenza

- ipotensione arteriosa, tachicardia, vampate di calore

- nausea, costipazione, raramente (quando si usano alte dosi) - tossico
danno al fegato

- eruzione della pelle, molto raramente - broncospasmo, gonfiore della mucosa nasale

- ipersensibilità ai componenti attivi e ausiliari

- grave insufficienza renale ed epatica

- grave insufficienza cardiaca, blocco atrioventricolare II-III art.

- insufficienza respiratoria, asma bronchiale

- deficienza genetica di glucosio-6-fosfato deidrogenasi

- alcolismo cronico e tossicodipendenza

- condizione dopo trauma cranico

- malattie del sangue (trombocitopenia, leucopenia, agranulocitosi)

- trattamento con inibitori MAO (ed entro 14 giorni dalla loro cancellazione)

- l'uso di altri farmaci contenenti paracetamolo contemporaneamente

- età da bambini (fino a 6 anni)

- gravidanza e allattamento

La drotaverina riduce l'effetto della levodopa (tremore e rigidità possono aumentare).

Quando si utilizza il paracetamolo insieme a farmaci che inducono enzimi epatici (salicilamide, barbiturici, antiepilettici, antidepressivi triciclici, alcool, rifampicina), aumenta la concentrazione di metaboliti tossici del paracetamolo.

Quando si utilizza il paracetamolo contemporaneamente al cloramfenicolo, l'emivita di quest'ultimo aumenta e aumenta la sua tossicità.

L'uso simultaneo di paracetamolo con doxirubicina aumenta il rischio di disfunzione epatica.

Il paracetamolo riduce l'effetto dei farmaci uricosurici.

La metoclopramide e il domperidone migliorano l'assorbimento del paracetamolo, mentre la colestiramina lo riduce. Con l'uso prolungato del farmaco, il rischio di sanguinamento aumenta a causa della presenza di paracetamolo.

La codeina aumenta gli effetti di sonniferi, analgesici e sedativi.

Con cautela, il farmaco è prescritto per i pazienti con iperbilirubinemia costituzionale (sindrome di Gilbert) e un paziente anziano. Quando si assume il farmaco è vietato l'uso di bevande alcoliche. In caso di insufficienza renale ed epatica, la dose deve essere stabilita individualmente. Quando si utilizza il farmaco per più di 3 giorni e / o dosi elevate, è necessario controllare il quadro del sangue periferico e lo stato funzionale del fegato (il numero di leucociti, piastrine, nonché il livello di creatinina e l'attività degli enzimi "epatici" nel sangue). I sintomi clinici e di laboratorio dell'effetto epatotossico iniziano a manifestarsi entro 48-72 ore dopo l'assunzione di grandi dosi del farmaco.

Funzionalità che influiscono sulla capacità di guidare veicoli o macchinari potenzialmente pericolosi

Dati gli effetti collaterali del farmaco (vertigini, mal di testa, sonnolenza), prestare attenzione durante la guida di veicoli e altri meccanismi potenzialmente pericolosi.

Sintomi: nausea, vomito, disturbi circolatori e depressione respiratoria, danno epatico tossico, fino allo sviluppo della necrosi.

Trattamento: lavanda gastrica, l'uso di carbone attivo, lassativi salini. Antidoti specifici per l'avvelenamento da paracetamolo sono acetilcisteina e metionina. In caso di sovradosaggio, anche con una buona salute, è necessaria un'attenzione medica urgente, poiché esiste il rischio di un danno epatico ritardato. L'introduzione di acetilcisteina e metionina è efficace per la prima volta 12 ore dopo l'avvelenamento. In caso di gravi danni al sistema nervoso centrale, può essere necessaria la ventilazione assistita e l'apporto di ossigeno, nonché la somministrazione di naloxone, per controllare la condizione..

Modulo di rilascio e confezione

6 compresse in una confezione blister di alluminio stampato a foglio verniciato verniciato. 2 confezioni di contorni insieme al manuale di istruzioni per uso medico nelle lingue statale e russa.

Conservare in luogo asciutto a una temperatura non superiore a 30 ° C..

Tenere fuori dalla portata dei bambini!

Non utilizzare dopo la data di scadenza indicata sulla confezione.

Termini di vacanza in farmacia

"Unique Pharmaceutical Laboratories" (una filiale della società "D.B. Chemicals and Pharmaceuticals Ltd.")

Neelam Centre, Wing B, 4th Floor, Hind Cycle Road, Worley,
Mumbai - 400.030, India

Indirizzo dell'organizzazione che accetta i reclami dei consumatori sulla qualità dei prodotti (merci) nella Repubblica del Kazakistan

050050, Repubblica del Kazakistan, Almaty, st. Lobachevsky, 78

tel / fax: +7 (727) 233 65 50, e-mail: [email protected]

Hai preso un congedo per malattia a causa di mal di schiena?

Con quale frequenza avverti mal di schiena??

Riesci a tollerare il dolore senza antidolorifici?

Ulteriori informazioni per affrontare il mal di schiena il più rapidamente possibile

Leggi Vertigini