Principale Encefalite

Che cosa mostra una risonanza magnetica del cervello? Risonanza magnetica del cervello: procedura, risultati, conclusioni e recensioni dei pazienti

Il mal di testa è una delle lamentele più comuni che le persone di tutte le età si rivolgono ai medici. Più recentemente, un problema simile è stato considerato una malattia legata all'età, ma ora sempre più spesso i bambini e gli adolescenti lamentano mal di testa, per non parlare delle persone di mezza età.

È impossibile iniziare il trattamento senza una diagnosi accurata e informativa, perché le emicranie possono essere causate da una varietà di ragioni. Quindi, nella maggior parte dei casi, il medico prescrive uno studio come una risonanza magnetica del cervello (risonanza magnetica).

Cosa rivela?

Al momento, la risonanza magnetica cerebrale è il metodo più accurato per visualizzare organi e tessuti della testa senza l'uso di radiografie ionizzanti. Utilizzando potenti campi magnetici e impulsi ad alta precisione, il dispositivo MRI produce un'immagine dettagliata di quasi tutti gli organi umani, incluso il cervello.

Le immagini bidimensionali e tridimensionali consentono di esaminare anche i vasi più piccoli e trovare patologie proprio all'inizio del loro sviluppo. Le immagini ottenute a seguito dello studio possono essere studiate su un monitor di un computer, stampate o archiviate su qualsiasi supporto elettronico. A seconda di ciò che mostra la risonanza magnetica cerebrale, il medico curante potrebbe essere in grado di fare la diagnosi più accurata e prescrivere un trattamento efficace.

Com'è?

È consigliabile superare la procedura d'esame con un tomografo dopo aver consultato uno specialista che spiegherà in dettaglio cosa mostra la risonanza magnetica del cervello e fornirà raccomandazioni individuali.

L'apparato stesso è un grande tubo circondato da un magnete, all'interno del quale è presente un tavolo retrattile. Il paziente è disteso sul tavolo, la posizione del corpo è fissata con cinghie e rulli speciali che forniscono l'immobilità. Con la nomina della tomografia cerebrale, tutti i sensori che inviano e ricevono segnali vengono posizionati intorno alla testa. Durante la procedura, il radiologo lascia l'ufficio. Tutti i dati vengono trasferiti e scritti su un computer nella stanza successiva. Durante lo studio sul sistema di comunicazione bidirezionale, il radiologo può monitorare le condizioni del paziente e comunicare con lui. Se necessario, uno speciale agente di contrasto viene iniettato nel paziente attraverso una vena, durante l'iniezione è possibile una sensazione di gusto metallico in bocca.

La durata della procedura va da 20 a 45 minuti. La fotocamera del dispositivo ha un sistema di aria condizionata ed è ben illuminata. Lo studio in sé è assolutamente indolore, ma in alcuni casi il paziente manifesta claustrofobia. I farmaci per l'ansia sono offerti alle persone ansiose prima della procedura. Clic e tocchi silenziosi emessi da un magnete durante la formazione di impulsi ad alta frequenza aiuteranno a capire che lo studio è iniziato..

Un periodo di recupero dopo la procedura non è richiesto, il paziente può mangiare e iniziare a lavorare immediatamente dopo il completamento della risonanza magnetica del cervello. Le testimonianze sullo studio nelle persone sono generalmente positive, perché la cosa più importante è l'atteggiamento giusto!

Indicazioni e controindicazioni

La risonanza magnetica del cervello viene prescritta quando vengono rilevate le seguenti condizioni e malattie:

  • mal di testa persistente e dolori al collo,
  • vertigini, perdita di coscienza, convulsioni;
  • trauma cranico;
  • esami dopo un ictus o infarto;
  • attacchi esistenti di coscienza alterata;
  • sospetto gonfiore;
  • infortunio alla nascita;
  • alterazione dell'udito, della vista o dell'olfatto;
  • perdita di sensibilità.

Questo elenco è lungi dall'essere completo, in ogni caso individualmente, in base ai sintomi, il medico decide sulla nomina di un paziente con tomografia. I risultati della risonanza magnetica cerebrale aiutano a diagnosticare patologie come la sclerosi multipla, il cancro, l'ictus, l'aneurisma e altro ancora. In alcuni casi, la vita del paziente dipende dalla diagnosi esatta..

Una controindicazione può essere la presenza sul corpo umano di oggetti metallici, ad esempio piercing o protesi dentarie contenenti metallo, nonché la gravidanza nelle prime fasi. I bambini piccoli non possono essere presi in ricerca a causa della loro incapacità di rimanere fermi per 20 minuti.

Per la determinazione più accurata della patologia della risonanza magnetica cerebrale, può essere eseguita nelle seguenti modalità:

  1. Risonanza magnetica ipofisaria - eseguita con l'introduzione di un mezzo di contrasto. Molto spesso, viene effettuato uno studio per identificare le cause dello squilibrio ormonale.
  2. Angiografia RM (uno studio dei vasi cerebrali) - viene eseguita se si sospetta un disturbo funzionale del sistema vascolare.
  3. Risonanza magnetica dei nervi cranici - è prescritta per intorpidimento dei muscoli facciali e formicolio delle terminazioni nervose.

Lo studio più comune è una risonanza magnetica dei vasi cerebrali. È questo metodo che consente la diagnosi accurata delle malattie vascolari, molto spesso la causa dell'emicrania.

Angiografia RM

La risonanza magnetica dei vasi cerebrali è spesso prescritta da un neurologo, un chirurgo o un terapista; il risultato consente di vedere lo stato di vene, arterie e l'intero sistema vascolare in un'immagine tridimensionale. La diagnosi viene eseguita meglio in combinazione con uno studio dei vasi del collo e della testa al fine di escludere accuratamente l'insorgenza di mal di testa a causa della patologia delle arterie al di fuori del cranio.

Il risultato aiuterà a diagnosticare malattie complesse come tumori e disturbi strutturali nel tessuto cerebrale, rilevare la presenza di coaguli di sangue e la loro posizione, diagnosticare la sclerosi multipla, nonché vari aneurismi e rotture dei vasi sanguigni.

Risonanza magnetica del cervello per un bambino

Anche per un neonato, la procedura è completamente sicura, molto spesso prescritta per i bambini che sospettano una malattia delle strutture cerebrali. Se il bambino ha meno di 5 anni, lo studio viene condotto in anestesia generale, ovviamente, con il consenso dei genitori. Se il bambino ha più di 5 anni, allora dovrebbe essere preparato per la procedura, avendo detto in anticipo che tutto andrà completamente indolore e quasi impercettibilmente. Ai genitori è permesso durante lo studio di essere lieti di parlare e calmare il loro bambino. Se il rumore di un dispositivo funzionante spaventa un bambino, gli verranno offerte delle cuffie che attutiranno il rumore.

Solo un medico può determinare ciò che mostra una risonanza magnetica del cervello nel bambino e identificare la patologia intrauterina, la complicazione alla nascita o l'esposizione esterna.

Preparazione per la procedura

Prima dello studio, si ottiene il consenso scritto del paziente o dei suoi parenti immediati e si determina anche la presenza di una reazione allergica allo iodio. Il paziente deve essere vestito con cose leggere e confortevoli senza oggetti metallici. Se nel corpo sono presenti impianti contenenti metallo, ad esempio un pacemaker, è necessario informarne il radiologo. Prima di condurre una risonanza magnetica dei vasi sanguigni del cervello, al paziente è consentito aderire al normale programma, assumere cibo e medicine, a meno che il medico non fornisca raccomandazioni individuali.

Un'analisi dei risultati delle immagini viene eseguita da un radiologo, al paziente vengono fornite immagini in bianco e nero e un disco nelle sue mani. Decifrare ciò che la risonanza magnetica del cervello mostra è possibile solo per uno specialista. Un radiologo qualificato interpreta accuratamente il risultato della tomografia, ma solo il medico curante può dare una conclusione definitiva. La risonanza magnetica cerebrale potrebbe non essere l'unico studio sulla base del quale viene fatta la diagnosi: per una diagnosi accurata, è necessario eseguire una serie di test e monitorare i sintomi. Tuttavia, la risonanza magnetica dei vasi cerebrali è una parte importante della diagnosi, che aiuta a vedere l'intero quadro della malattia.

Testimonianze dei pazienti

L'imaging a risonanza magnetica viene mostrato a una vasta gamma di pazienti come assolutamente sicuro e indolore e, soprattutto, uno studio informativo. Le recensioni dei pazienti lo confermano. Secondo le persone che non soffrono di alcun tipo di disturbo mentale, la procedura è la più comune e persino piacevole in alcuni punti: puoi sdraiarti comodamente e ascoltare i suoni dallo spazio.

I pazienti inclini ad attacchi di panico o claustrofobia notano l'insorgenza di sensazioni spiacevoli durante lo studio, alcuni addirittura rifiutano la procedura. Tuttavia, tali pazienti dovrebbero comprendere chiaramente che nemmeno il medico più qualificato ed esperto farà una diagnosi accurata senza risonanza magnetica..

Quando vale la pena eseguire una risonanza magnetica del cervello con decodifica e cosa offre un tale metodo diagnostico

L'attività vitale di quasi tutti gli organi e sistemi del corpo umano è controllata dal sistema nervoso centrale. Tuttavia, è tutt'altro che sempre possibile stabilire la causa di guasti nelle sue attività..

Nel frattempo, il moderno metodo diagnostico - la risonanza magnetica cerebrale, la cui decodifica richiede conoscenze e abilità speciali di un medico, consente agli specialisti di giudicare il funzionamento dell'organo con la massima precisione. La procedura, le indicazioni e le controindicazioni sono una prerogativa del medico, a cui una persona dovrebbe chiedere consiglio.

L'essenza della tecnica MRI

Per molto tempo, gli specialisti hanno sognato di guardare sotto il cranio e vedere come funziona il cervello umano, senza violare l'integrità dei tessuti. I progressi della medicina, infine, hanno permesso ai medici di realizzare i loro sogni - attraverso la risonanza magnetica e la sua decodifica.

L'essenza del metodo è che tutte le cellule del corpo umano sono costituite da elementi chimici, i cui atomi ruotano rapidamente attorno al loro asse, come micromagneti in miniatura. Quando una parte di una persona viene collocata in un campo magnetico esterno - un dispositivo MRI, la velocità di rotazione cambierà. Queste fluttuazioni sono esaminate dai medici nelle immagini ottenute con l'aiuto di attrezzature speciali durante l'esame del paziente.

Vantaggi della decodifica della risonanza magnetica della testa:

  • massima precisione delle immagini di tutti i tessuti e le strutture;
  • la capacità di identificare le più piccole deviazioni nella struttura, nel funzionamento dell'organo, a causa della tridimensionalità delle immagini;
  • tecniche di alta sicurezza per i pazienti;
  • la raccolta dei dati può avvenire con uno spessore della fetta di 3-5 mm, il che è semplicemente impossibile con altri metodi di rilevamento;
  • la possibilità di ottenere un'immagine nella proiezione desiderata, necessaria per consentire al medico di chiarire la diagnosi;
  • il paziente non è esposto a radiazioni ionizzanti.

Tuttavia, nonostante tutti i suoi vantaggi, la tecnica di risonanza magnetica per ottenere informazioni sul cervello attivo ha i suoi svantaggi e controindicazioni. Il medico ne parlerà durante la consulenza.

indicazioni

La necessità di risonanza magnetica cerebrale, che non tutti i radiologi possono decifrare, sorge nei casi in cui non è possibile effettuare una diagnosi adeguata utilizzando altri studi. In alcuni casi, tale esame viene effettuato per le persone che sono già state sottoposte a trattamento - devono monitorarne l'efficacia.

Indicazioni per la risonanza magnetica della testa:

  • frequenti attacchi di mal di testa di una causa poco chiara;
  • tumori benigni / maligni della testa o sospetto della loro presenza;
  • epilessia: l'insorgenza della malattia o il suo decorso cronico (per controllare il trattamento);
  • perdita parziale della vista / dell'udito (per stabilire la vera natura del disturbo);
  • ictus - periodo acuto / di recupero della malattia;
  • la tendenza di una persona a svenire - frequente, infondata;
  • meningite: in qualsiasi forma;
  • Morbo di Parkinson, Alzheimer - controllo delle malattie;
  • sclerosi multipla (per assicurarsi che non ci siano nuovi focolai di patologia, l'efficacia delle misure terapeutiche);
  • chirurgia imminente sulle strutture cerebrali o controllo del recupero dopo l'intervento chirurgico.

Controindicazioni

Qualsiasi metodo di diagnostica hardware, anche il più moderno e sicuro, compresa la risonanza magnetica con decrittazione, ha i suoi limiti da condurre. Controindicazioni alla risonanza magnetica cerebrale:

Limitazioni assolute:

  • impianto di metallo nella zona della testa, bretelle;
  • stimolatore cardiaco;
  • tatuaggi per il corpo contenenti componenti metallici;
  • per le donne - gravidanza in qualsiasi momento;
  • intolleranza individuale a soluzioni contrastanti;
  • decorso grave della malattia renale e del sistema cardiovascolare.

Controindicazioni relative:

  • paura degli spazi confinati;
  • età da bambini del paziente - fino a 5-7 anni;
  • malattie che non consentono a una persona di rimanere in una posizione per molto tempo, più spesso di natura psichiatrica.

Diagnostica MRI

Se si sospetta una certa patologia, solo un medico che ha subito una formazione speciale dovrebbe occuparsi dell'interpretazione di una risonanza magnetica della testa. Anche un cervello sano in persone diverse può avere differenze nelle immagini ottenute come risultato dello studio. Pertanto, il medico giudicherà la presenza di qualsiasi malattia della testa, identificherà la norma o la deviazione in una determinata area del cervello.

La preparazione per una procedura di risonanza magnetica è minima:

  • sarà il giorno dell'esame con un rinvio dal medico curante;
  • prendersi cura dell'assenza di elementi metallici sul corpo e sui vestiti;
  • avvisare il medico delle caratteristiche del suo corpo, della possibile gravidanza, delle allergie ai farmaci.

Dopo aver preparato il paziente, vengono posizionati su uno speciale tavolo per sedie a rotelle, che viene quindi inserito all'interno del dispositivo MRI, dove dovrà rimanere da 30 a 60 minuti. Si sottolinea che i movimenti della testa sono inaccettabili, una persona dovrebbe rimanere assolutamente immobile.

Decifrare i risultati della risonanza magnetica cerebrale è un processo sequenziale in cui uno specialista valuta molti parametri:

  • la forma e la simmetria di entrambe le metà del cervello;
  • lo spessore della sostanza del cervello tra i ventricoli e la corteccia dell'organo;
  • la corretta relazione tra la materia bianca e grigia del cervello;
  • la presenza di aree con colorazione insolita dei tessuti.

Per ottenere un quadro completo dello stato del sistema nervoso centrale, il medico sulle immagini MRI della testa valuta le ossa del cranio, le meningi, i vasi sanguigni, i nervi cranici. La decodifica, di regola, non richiede molto tempo: il paziente riceve il risultato il giorno dell'esame.

Diagnosi di tumori cerebrali

Man mano che la formazione di tumore all'interno del cranio cresce, il paziente inizia a manifestare forti mal di testa, disturbi visivi / uditivi, disturbi motori, vertigini e benessere generale.

Sulle immagini della risonanza magnetica cerebrale, il risultato dello studio, che indica una neoplasia della testa, sarà:

  • un sito con oscuramento / schiarimento più intenso - asimmetrico, singolo o multiplo;
  • spremere il cervello o le sue membrane con tessuto estraneo dall'esterno, ad esempio dal lato delle ossa del cranio;
  • disturbi nel deflusso del liquido intracranico - ventricoli cerebrali asimmetrici;
  • la presenza di corpi estranei.

Tali manipolazioni non richiedono ulteriori sforzi da parte del paziente. Tuttavia, in alcuni casi, è necessario introdurre una soluzione aggiuntiva: il contrasto, che consente di ottenere una migliore chiarezza dell'immagine per la loro interpretazione.

Risonanza magnetica delle patologie vascolari del cervello

La decodifica della risonanza magnetica del cervello per le malattie vascolari - trombosi, ictus, malformazioni, sta diventando il "gold standard" della medicina moderna. Lo studio consente al medico di vedere il più accuratamente possibile:

  • spessore della parete anche della nave più piccola;
  • la presenza di placche aterosclerotiche, coaguli di sangue;
  • aneurisma formato - un sacco vascolare con una parete sottile;
  • esfoliazione della parete venosa / arteriosa.

In caso di ictus ischemico, la descrizione delle immagini MRI della testa, quando decodificata, conterrà zone di rammollimento dei tessuti: punti sfocati, scuriti, forme irregolari situate in uno o entrambi gli emisferi dell'organo. L'immagine corrisponde a un malfunzionamento nella nutrizione di un singolo ramo arterioso del cervello.

Mentre nella variante emorragica del decorso dell'ictus, l'oscuramento delle aree interessate è molto più intenso, la forma delle macchie nelle immagini non corrisponde all'area di rifornimento dell'arteria: il sangue si sposta e deforma anche il tessuto cerebrale. Inoltre, il difetto stesso può essere localizzato al di fuori del tessuto nervoso - tra le membrane del cervello o nella cavità dei ventricoli. La decodifica completa e tempestiva delle immagini MRI della testa è la metà del successo nella lotta per il recupero del paziente.

Altre patologie della testa alla risonanza magnetica

Condurre una risonanza magnetica del cervello, la cui conclusione a volte è insufficiente, può confondere gli specialisti: i focolai di attenuazione / alleggerimento non sono affatto il risultato di malattie vascolari.

Quindi, alcune malattie parassitarie possono distorcere il quadro quando vengono decodificate - focolai arrotondati con cisticercosi o alveococcosi nel cervello richiedono conferma da altre procedure diagnostiche.

La risonanza magnetica è in grado di rilevare malformazioni delle strutture cerebrali nei bambini:

  • idrocefalo - accumulo patologico di liquido nei ventricoli del cervello e tra le sue membrane;
  • microgiria / macrogiria - malfunzionamenti nello sviluppo del tessuto cerebrale con un cambiamento nella dimensione delle convoluzioni.

Serve l'imaging a risonanza magnetica e per monitorare l'efficacia del trattamento e il corso del periodo di recupero, ad esempio dopo trauma craniocerebrale, interventi chirurgici, emorragia grave.

Quali malattie rileva la risonanza magnetica dei vasi cerebrali??

Scansionare il cervello usando la risonanza magnetica è un metodo affidabile e sicuro. Durante la procedura, tutte le anomalie intracraniche vengono rilevate con elevata precisione.

Ambiti di risonanza magnetica

La risonanza magnetica viene eseguita per determinare patologie o funzionalità cerebrale compromessa. Il metodo viene utilizzato nella diagnosi del sistema muscolo-scheletrico. Con l'aiuto della risonanza magnetica cerebrale, il medico vede anomalie anormali nella struttura degli organi interni. Molto spesso, la scansione a risonanza magnetica viene utilizzata nel campo della neurologia:

  1. Il metodo aiuta a ottenere un'immagine accurata della colonna vertebrale, di tutti gli strati del cervello senza l'uso delle radiazioni radiografiche.
  2. Durante la risonanza magnetica, l'immagine del plesso di nervi, bianco, materia grigia, legamenti, dischi viene visualizzata sul monitor. Anche gli emisferi dell'organo e il suo sistema vascolare sono chiaramente visibili..

La risonanza magnetica cerebrale viene utilizzata anche in oncologia. Il medico può rilevare cisti, aneurismi, ictus, neoplasie, metastasi.

Vantaggi del metodo

La tecnica di risonanza magnetica dei vasi cerebrali consente di determinare le condizioni generali dell'organo, le sue arterie, valutare il loro funzionamento profondo e le deformazioni in corso. Focolai chiaramente visibili di malattia, lesioni e deformazione dopo di loro.

Allo stesso tempo, il medico valuta lo stato delle navi, della ghiandola pituitaria con uno squilibrio ormonale o diagnostica il malfunzionamento di vari sistemi e organi. Vantaggi della procedura rispetto a esami simili:

  • viene fornita una descrizione dettagliata delle deviazioni strutturali e dello sviluppo di malattie in qualsiasi tessuto e organo;
  • metodo di tomografia non invasiva con elevata precisione nella determinazione delle anomalie;
  • creazione di immagini in 3D;
  • i risultati possono essere registrati su un supporto di terze parti;
  • no ionizzante, muta, cancerogeno (a differenza del FLG).

Il metodo diagnostico consente di esaminare oggetti di dimensioni millimetriche, il medico esamina non solo sezioni longitudinali ma anche trasversali.

Tipi di risonanza magnetica

La risonanza magnetica del cervello è divisa in diversi tipi. La tomografia ipofisaria può essere eseguita con un mezzo di contrasto. Ciò consente di identificare le cause dello squilibrio ormonale. Con l'aiuto dell'angiografia RM, vengono esaminate le vene e le arterie. Il metodo viene utilizzato per determinare i disturbi nel sistema vascolare..

La tomografia dei nervi cranici viene eseguita con formicolio finali, quando si osserva intorpidimento dei muscoli del viso. La risonanza magnetica vascolare cerebrale è più comunemente usata. Con l'aiuto della procedura, viene eseguita una diagnosi accurata. Spesso la causa del mal di testa e dell'emicrania è la malattia vascolare..

Appuntamenti e controindicazioni

La risonanza magnetica del cervello viene eseguita se ci sono lesioni interne o lesioni esterne del cranio (fratture, deformità interne). I vasi devono essere esaminati con alta pressione intracranica, grave distonia vascolare vegetativa. La tecnica di risonanza magnetica è richiesta dopo un microstroke per determinare la presenza di coaguli di sangue, con costante dolore senza causa alla testa. La tomografia è indicata per:

  • sospette neoplasie nei tessuti del cervello o dell'organo stesso;
  • esame del tessuto nervoso;
  • valutare l'estensione delle malattie del cervello dopo infarti, ictus;
  • esame per la probabilità di varie forme di anomalie vascolari;
  • sospetta sclerosi multipla o emorragia cerebrale;
  • monitorare il paziente dopo l'intervento chirurgico per identificare complicanze o anomalie.

Assicurati di esaminare le persone con cardiopatia congenita, con vasculite. La risonanza magnetica del cervello viene eseguita per gli atleti, le persone con cattive abitudini, poiché aumentano il rischio di malattie del sistema vascolare.

Su una nota! Il metodo di ricerca viene utilizzato per monitorare il corso delle patologie e determinare l'efficacia del trattamento.

Per i bambini, vengono condotti studi di risonanza magnetica, oltre alle indicazioni principali, con svenimenti, crampi muscolari, udito parziale o perdita della vista. Se i bambini sono in ritardo nello sviluppo, c'è un forte cambiamento di umore. La tecnica MRI è indicata per l'epilessia.

Controindicazioni

Controindicazioni allo studio includono pompe di insulina, tutti gli impianti e stimolanti impiantati. La risonanza magnetica non è raccomandata per l'insufficienza cardiaca, la claustrofobia, con un'allergia a un farmaco di contrasto. È indesiderabile diagnosticare le persone che hanno tatuaggi con particelle metalliche sui loro corpi. La tecnica di risonanza magnetica non viene utilizzata quando ci sono clip emostatiche nel cervello. Le inibizioni della ricerca relativa comprendono la gravidanza.

Tecnica

Prima di una risonanza magnetica del cervello, tutti i gioielli, i rivetti in metallo e le protesi vengono rimossi. Se si intende utilizzare un mezzo di contrasto durante la procedura, è necessario sottoporre il sangue all'analisi e la presenza di allergie in anticipo.

Dopo la preparazione, al paziente viene chiesto di sdraiarsi sulla parte scorrevole del tomografo. Lo staff medico lo aggiusta con rulli e cinture. L'attrezzatura è fissata alla testa del paziente, che riceverà e rispedirà le onde radio. Se si usa il contrasto, il farmaco viene somministrato per via endovenosa prima dell'inizio dello studio. Se lo si desidera, il paziente può indossare tappi per le orecchie insonorizzati.

Dopo aver acceso l'apparecchiatura, sullo schermo monitor viene visualizzata un'immagine del cervello, dei suoi reparti, delle strutture. La diagnosi consente di rilevare anche piccole neoplasie, processi dolorosi esistenti e i loro inizi.

Cosa mostra la risonanza magnetica?

  • tromboflebite;
  • cisti;
  • la presenza di placche sclerotiche nel lume vascolare;
  • aneurisma vascolare;
  • squilibrio del liquido cerebrospinale;
  • tumori (incluso vascolare);
  • struttura anomala;
  • cicatrici di capillari e vene;
  • idrocefalo;
  • stratificazione o sporgenza dei vasi sanguigni;
  • epilessia;
  • ischemia, lesioni emorragiche;
  • aree danneggiate dalla sclerosi multipla;
  • malformazioni vascolari dovute a una struttura anormale;
  • lesioni cerebrali e craniche, loro grado;
  • lesioni dopo ictus e infarti;
  • lesioni infiammatorie o infettive (ad es. encefalite, meningite).

E anche, eventuali cambiamenti nel cervello e nel sistema vascolare, viene valutata la loro funzionalità. Allo stesso tempo, la dinamica delle deviazioni.

La risonanza magnetica del cervello e dei vasi sanguigni aiuta a identificare la neoplasia tumorale. Il danno è determinato dall'oscuramento e dalla distanza. I fluidi cerebrali sono flussi grigiastri, le cavità nere sono seni intracerebrali. Le lesioni dopo un ictus possono diagnosticare la forma della malattia e prescrivere un regime di trattamento efficace.

Decodifica dei dati

Con normali indicatori dello studio, l'intensità del segnale dal tomografo è la stessa. Inizialmente, vengono valutate la forma e la simmetria delle metà del cervello. Le immagini non devono presentare rientranze o sporgenze dei tessuti circostanti. Viene determinato il rapporto tra sostanza grigia e bianca, i volumi tra la corteccia cerebrale e i suoi ventricoli.

Attenzione! La risonanza magnetica con contrasto può rilevare neoplasie anche nelle fasi iniziali.

Quando si decodifica lo studio, viene preso in considerazione lo stato della struttura ossea del cranio, indipendentemente dalla presenza di pressione sul cervello. Sono considerati i suoi gusci, gli organi uditivi e visivi, i nervi..

Deviazioni dalla norma, rilevazione di malattie

Cosa mostra la risonanza magnetica quando è anormale? Ad esempio, pressione intracranica e neoplasie.

I tumori nelle immagini tomografiche sono mostrati come aree asimmetriche ombreggiate. Possono occupare la parte cava dei ventricoli, spremere il tessuto. Le metastasi sono spesso attaccate alle ossa del cranio. È impossibile vedere la pressione intracranica durante lo studio. La patologia è indicata da un aumento dei ventricoli e del volume del liquido cerebrospinale tra le meningi.

Patologia cerebrovascolare

Se si sospetta una patologia cerebrovascolare, l'enfasi durante lo studio è sulle condizioni delle arterie. Vengono controllati il ​​volume di piccoli vasi, la formazione di formazioni aterosclerotiche, la deformazione delle pareti, la presenza di coaguli di sangue, vengono determinati gli aneurismi.

L'ictus ischemico è accompagnato da aree scure e sfocate. Hanno forme irregolari, situate solo su un lato. L'ictus emorragico è caratterizzato da un più forte oscuramento dell'area danneggiata. In questo caso, la forma non corrisponde all'arteria nel sito di alimentazione. Dopo un ictus, una pseudocisti è visibile nell'area interessata - un posto pieno di liquido. Sono visibili spostamenti del sangue e deformazioni del tessuto nervoso.

Le lacune multiple nella sostanza bianca sono caratteristiche della sclerosi multipla. Ciò indica la distruzione dei nervi (in particolare, la mielina). Nella malattia di Alzheimer è visibile l'ispessimento delle piccole arterie. Il cervello ha i solchi molto più profondi del normale.

malformazioni

La presenza di idrocefalo è evidenziata dall'accumulo di liquido cerebrospinale tra le membrane del cervello. Per la macro o la microgiria, è caratteristico un cambiamento nell'entità delle convoluzioni della corteccia cerebrale. Possono essere troppo strette o larghe..

Malattie parassitarie

La risonanza magnetica del cervello può diagnosticare alcune malattie parassitarie. La cisticercosi è caratterizzata da un oscuramento tondeggiante multiplo. L'echino o l'alveococcosi sembrano una o più cavità, comprimendo fortemente il tessuto nervoso. La toxoplasmosi cronica è caratterizzata da focolai scuri e densi.

Con lesioni al cranio, frammenti di ossa e compressione del cervello sono visibili al suo interno. Se vengono rilevate neoplasie, la risonanza magnetica può chiarire la localizzazione della neoplasia. Tuttavia, non è possibile riconoscere la natura maligna utilizzando la procedura. Ciò richiede ulteriori studi sulla ghiandola pituitaria.

La RM è un metodo accurato e di alta qualità per diagnosticare il cervello, i suoi tessuti e il sistema vascolare. Per un'immagine più chiara, viene utilizzato un mezzo di contrasto. La risonanza magnetica viene utilizzata non solo per rilevare le malattie, ma anche per regolare l'efficacia del trattamento.

Ciò che mostra una risonanza magnetica del cervello?

La RM cerebrale o la risonanza magnetica della testa è uno dei metodi più informativi per diagnosticare organi a scatola intracranica, identificare patologie esistenti ed esaminarle in dettaglio.

Quindi cosa mostra una risonanza magnetica del cervello, quali malattie rileva? Prima di tutto, lo studio ha lo scopo di diagnosticare quanto segue:

  • la presenza di lesioni cerebrali traumatiche e le conseguenze dopo il loro trasferimento;
  • attacco cardiaco acuto, ictus;
  • processi infiammatori infettivi;
  • tumori di natura benigna e maligna;
  • aneurisma;
  • la presenza di anomalie cerebrali;
  • malformazioni vascolari;
  • malattie demielinizzanti del cervello, compresa la sclerosi multipla;
  • una serie di altre malattie.

È probabilmente impossibile elencare tutto ciò che mostra una risonanza magnetica del cervello, questo metodo diagnostico è molto popolare in medicina. E questo nonostante il suo costo elevato.

Perché la risonanza magnetica?

A causa del fatto che la risonanza magnetica cerebrale mostra un gran numero di problemi, è prescritta per mal di testa grave, persistente e cronico, vertigini, svenimenti frequenti, crampi, perdita di sensibilità, compromissione della funzione motoria, un forte deterioramento delle capacità visive, difficoltà nella funzione vocale, compromissione della memoria, disturbi dell'attività mentale, capacità di concentrazione e con numerosi disturbi mentali. Tutti questi problemi possono essere risolti solo sulla base del fatto che la risonanza magnetica cerebrale mostra.

Il valore del metodo e ciò che mostra la risonanza magnetica del cervello

Il valore del metodo non sta solo in ciò che mostra, ma anche nei vantaggi che offre durante la ricerca. Quindi, la diagnosi di un ictus non è completa senza una risonanza magnetica del cervello. È lei che mostra le aree di danno cerebrale e ti consente di differenziare gli ictus ischemici ed emorragici, con la massima precisione per prevedere lo sviluppo della malattia e determinare le prospettive per il suo trattamento.

In una parola, senza questo metodo, è impossibile eseguire la pianificazione o la preparazione per la chirurgia. Se si tiene conto di tutti i punti precedenti, il prezzo non sembra già così elevato. Non rimandare a domani, chiedi quanto costa la risonanza magnetica del cervello..

Ciò che mostra una risonanza magnetica del cervello

L'imaging a risonanza magnetica del cervello consente di vedere l'immagine di sezioni del cervello su piani diversi e ad alta risoluzione. Oggi la risonanza magnetica è considerata il metodo più accurato per diagnosticare le malattie del sistema nervoso..

La risonanza magnetica appartiene alla categoria di studi assolutamente sicuri per la salute e può essere prescritta a pazienti di qualsiasi età, compresi i bambini piccoli. A causa dell'innocuità, è possibile eseguire regolarmente un esame MRI, necessario per alcune malattie. Immagini cerebrali di alta qualità si ottengono analizzando i risultati dell'interazione del campo magnetico e delle onde radio con il corpo umano.

La risonanza magnetica mostrerà oncologia

Se si sospetta il cancro, la risonanza magnetica fornisce il quadro più completo e informativo, poiché consente di vedere i tumori anche nelle prime fasi. Usando la risonanza magnetica, i tumori cerebrali possono essere visualizzati su tre piani. Inoltre, la risonanza magnetica può visualizzare neoplasie vicino al tessuto osseo, piccole neoplasie e tumori del tronco encefalico..

La risonanza magnetica fornisce il rilevamento più ampio possibile delle metastasi. L'elevata sensibilità e informatività del metodo consente di vedere il quadro completo della diffusione delle metastasi e non solo la messa a fuoco. Le metastasi cerebrali alla risonanza magnetica sono visualizzate sotto forma di formazioni arrotondate limitate.

La risonanza magnetica mostra un ictus

La risonanza magnetica mostra quali cambiamenti nella struttura del cervello hanno causato l'ictus, qual è la gravità di tali cambiamenti e che tipo di ictus (ischemico o emorragico). L'esame ti consente anche di determinare con precisione quale parte del cervello ha sofferto di un ictus..

Con l'ictus ischemico nel primo periodo, l'immagine mostra una zona del cervello in cui si è formata una carenza circolatoria e, nel tardo periodo, sono visibili aree di necrotizzazione cerebrale. Con una mancanza di circolazione cerebrale dovuta alla formazione di un coagulo di sangue e al blocco dei vasi sanguigni, è possibile stabilire la causa e la fonte dell'emorragia.

Con un ictus emorragico, la risonanza magnetica mostra un sito di aumento della densità dei tessuti nel cervello - questo indica un'emorragia che si è verificata a causa di insufficienza circolatoria acuta.

Risonanza magnetica per lesioni cerebrali traumatiche

La risonanza magnetica del cervello durante una lesione cranica determinerà la presenza di danno e stabilirà il suo tipo:

  • contusione cerebrale;
  • danno assonale diffuso (DAP);
  • emorragia intracranica;
  • emorragia subaracnoidea traumatica.

Contusione cerebrale

Una lesione cerebrale è caratterizzata da un danno al tessuto nervoso e dalla presenza di un focus sulla necrosi, che è visibile sulla risonanza magnetica. I fuochi sono di questi tipi:

  • edema citotossico (contusione di tipo I);
  • alterazioni infiltrative-gliotiche e perdita di sangue petecchiale a punta piccola (contusione di tipo II);
  • una combinazione di edema e una componente emorragica sotto forma di ematomi intracerebrali (contusione di tipo III);
  • ematomi intracerebrali (contusione di tipo IV).

Tutti i tipi di lividi sono ugualmente ben diagnosticati sulla risonanza magnetica a causa della chiara visualizzazione delle lesioni..

Danno assonale diffuso

DAP su MRI è visualizzato da un aumento del volume del cervello che si verifica a causa di edema diffuso. Anche piccole emorragie focali nel corpo calloso, nello stelo e nelle strutture periventricolari possono indicare ADP.

Emorragia intracranica

L'emorragia intracranica contribuisce alla formazione di ematoma subdurale, epidurale o intracerebrale. La risonanza magnetica aiuta a determinare il tipo di ematoma, le sue dimensioni e posizione. L'ematoma subdurale nell'immagine è a forma di falce, l'ematoma epidurale ricorda una lente biconcava di forma e l'ematoma intracerebrale è di forma rotonda con un contorno irregolare.

Emorragia subaracnoidea traumatica

L'emorragia subaracnoidea traumatica (TSC) viene diagnosticata con MRI pochi giorni dopo il verificarsi. La risonanza magnetica consente di determinare l'estensione e la posizione dell'emorragia.

Malattie infiammatorie del cervello

Con l'aiuto della risonanza magnetica, le malattie infiammatorie del cervello come l'encefalite e l'ascesso vengono spesso diagnosticate..

Con l'encefalite, la risonanza magnetica mostra focolai di infiammazione nel cervello, edema delle regioni frontali e temporali, nonché microbleeding. L'encefalite può essere diagnosticata con MRI solo nel 3-5 ° giorno della malattia. Viene anche diagnosticata la risonanza magnetica per escludere altre malattie con sintomi simili..

La risonanza magnetica con un ascesso cerebrale mostra la posizione e le dimensioni degli ascessi. Il tomografo visualizza chiaramente l'edema cerebrale e la deformazione delle formazioni cerebrospinali: si tratta di segni concomitanti di ascesso cerebrale.

Il morbo di Alzheimer

La diagnosi di risonanza magnetica nell'Alzheimer aiuta a determinare i cambiamenti più caratteristici nel cervello:

  • La presenza di atrofia cerebrale. L'immagine mostra una diminuzione del volume della materia cerebrale. Nella diagnosi, l'atrofia delle parti posteriori del cervello è meglio visibile dell'atrofia di altre parti del cervello.
  • Espansione secondaria di solchi e ventricoli.
  • Grave disturbo metabolico.

Se i segni della malattia di Alzheimer sono stati rilevati alla risonanza magnetica, la diagnosi deve essere ripetuta dopo un mese. Cambiamenti significativi nei lobi temporali e occipitali consentono di distinguere la malattia di Alzheimer da altre malattie.

Sclerosi multipla

Nella sclerosi multipla, la sensibilità della MPT è stimata al 95-99%: questo è il metodo più accurato per diagnosticare questa malattia. L'immagine mostra i fuochi di demielinizzazione, sembrano punti scuri o luminosi, a seconda della modalità tomografo selezionata. La dimensione dei fuochi nella sclerosi multipla è di solito superiore a 3 mm. Le foche possono essere localizzate nel corpo calloso, nel tronco encefalico, nel cervelletto e nei nervi ottici. Se sono stati rilevati focolai in diverse aree del cervello, ciò indica una lesione multi-focale del sistema nervoso centrale (SNC).

Epilessia

Se si sospetta l'epilessia, la risonanza magnetica aiuta a determinare i cambiamenti nella struttura del cervello, nonché la fonte della patologia. Ad esempio, nei bambini piccoli, la causa dell'epilessia può essere malformazioni cerebrali, emorragie o conseguenze delle infezioni intrauterine. Negli adulti, le convulsioni epilettiche possono causare:

malattie infettive e infiammatorie e complicazioni dopo di loro;

Tutte le suddette modifiche vengono diagnosticate mediante risonanza magnetica e consentono di confermare o confutare l'epilessia in un paziente.

Cosa non si vede sulla risonanza magnetica?

La risonanza magnetica cerebrale è efficace nella diagnosi di molte malattie del sistema nervoso centrale, ma per determinare alcune malattie, questo metodo di ricerca è inutile. La risonanza magnetica non mostrerà traumi cranici e malattie mentali che non causano cambiamenti fisici nel cervello.

La risonanza magnetica fornisce informazioni complete sullo stato del cervello umano. Grazie alla sua precisione, sicurezza e indolore, il metodo è popolare sia per i medici che per i pazienti. Quando si diagnosticano determinate malattie, la risonanza magnetica è l'unico modo per fare la diagnosi corretta. I tomografi vengono costantemente migliorati, il che ci consente di espandere l'elenco delle malattie diagnosticate con il loro aiuto..

Decodifica della risonanza magnetica del cervello

I risultati della risonanza magnetica cerebrale sono una serie di immagini su diversi piani, che sono strati virtuali stratificati spessi un paio di millimetri, realizzati attraverso l'area studiata. Un'interpretazione completa e accurata delle immagini di risonanza magnetica è il lavoro di un radiologo specializzato nel campo pertinente. Lo scopo di questo materiale è acquisire familiarità con i principi di base della decodifica dei risultati della risonanza magnetica cerebrale, ma non insegnare questo processo.

Che aspetto ha un'immagine di risonanza magnetica cerebrale?

Un esempio classico di una risonanza magnetica del cervello è mostrato nelle figure seguenti. La risonanza magnetica viene eseguita nei piani trasversale (o assiale - figura sotto) e longitudinale (o sagittale - figura sopra).

Lo studio viene eseguito in diverse modalità. I principali sono T1 e T2. Le immagini catturate in queste modalità vengono spesso chiamate immagini ponderate T1 o T2. Le immagini mostrate sopra sono in modalità T1.

La principale differenza tra queste modalità è come le immagini mostrano liquido e aria. Nella modalità T1, i tessuti contenenti una grande quantità di acqua hanno un colore più scuro, mentre nella modalità T2 sono luminosi e chiari. Questo è facile da capire guardando le immagini sopra: i bulbi oculari sono visualizzati sotto forma di formazioni arrotondate accoppiate luminose, luminose e chiare da un lato e scure dall'altro. Pertanto, l'immagine a destra è stata scattata in modalità T1, l'immagine a sinistra - in T2. C'è anche una differenza nel modo in cui la materia grigia del cervello viene visualizzata in queste modalità. In modalità T2, è più leggero della sostanza bianca.

In effetti, ci sono molte altre modalità: FLAIR, DWI, STIR e così via. Alcune modalità vengono utilizzate per sopprimere il segnale dai tessuti ricchi di grassi, altre per studiare la densità della distribuzione dei protoni nei tessuti e la terza viene utilizzata per valutare il moto browniano delle molecole d'acqua. Ecco perché un ciclo completo di diagnostica MRI per i medici dura più di un mese..

Norma e anomalie alla risonanza magnetica cerebrale

Come fai a sapere se ci sono segni di malattia nelle immagini? La cosa più importante è ricordare come appare il cervello di una persona sana. Il medico, studiando le immagini dei pazienti, le confronta costantemente con le normali immagini memorizzate nella sua testa. Per capire come questo accade, guarda le immagini qui sotto:

Prima di te - due foto scattate nella stessa modalità. L'immagine sotto è la norma. Quale malattia, in questo caso, è nella foto in alto? Per capirlo, devi confrontare queste immagini. La differenza è chiaramente visibile: nell'immagine superiore sul lato destro del cervello c'è una neoplasia. La differenza è ancora più evidente se si confrontano le parti sinistra e destra della stessa immagine.

Segnalo con un cerchio rosso. Visivamente, è un nodo di colore eterogeneo e si differenzia dalla materia grigia e bianca del cervello. In tali casi, per determinare con precisione i confini del tumore e determinarne il tipo, lo studio viene ripetuto con contrasto. L'introduzione di un mezzo di contrasto nel sangue attraverso la vena ulnare porta all'accumulo di un mezzo di contrasto nei tessuti tumorali - i tessuti sani normali praticamente non lo accumulano. E otteniamo la seguente immagine, mostrata nella figura a destra. Il colore brillante del tumore corrisponde al contrasto accumulato: ora non puoi solo dire dove si trova il tumore, ma anche determinare approssimativamente che si tratta di un tumore benigno, poiché ha confini chiari (i tumori maligni spuntano intorno ai tessuti, a causa dei quali i bordi saranno sfocati e non così chiari ).

Pertanto, l'interpretazione dei risultati della risonanza magnetica cerebrale viene effettuata confrontando le immagini ottenute con la norma. In assenza di differenze, si può dire che il paziente di cui sta esaminando le foto del medico è molto probabilmente sano. Tutto viene confrontato: la forma, le dimensioni delle strutture anatomiche, la localizzazione, la simmetria, la quantità di liquido cerebrospinale nelle cavità del cervello e molti altri parametri. Ogni malattia, sia essa un ictus o una sclerosi multipla, ha i suoi segni caratteristici..

Come leggere i risultati della risonanza magnetica cerebrale

Ora proviamo a leggere la conclusione di una risonanza magnetica del cervello con la decodifica delle immagini usando il seguente esempio:

  • Tecnica di scansione: sono elencate le modalità in cui è stato condotto lo studio;
  • Su una serie di tomogrammi, vengono determinati piccoli focolai di ischemia: porzioni della sostanza bianca del cervello che presentano carenza di ossigeno (cambiamenti legati all'età). Eventuali cambiamenti focali, indipendentemente dalla localizzazione - patologia;
  • La corteccia cerebrale è descritta di seguito - una leggera atrofia dei lobi frontotemporali è anche un cambiamento legato all'età (lo studio è stato condotto su una persona anziana);
  • Quindi viene descritto il sistema dei ventricoli del cervello - le cavità in cui circola il liquido cerebrospinale - se non sono dilatati, hanno una forma normale, quindi tutto è normale.
  • Il corpo calloso, il cervelletto e il tronco encefalico sono invariati;
  • Quella che segue è una descrizione della ghiandola pituitaria - una ghiandola situata sulla base del cervello (è possibile un leggero appiattimento nella norma), aree di intersezione del nervo ottico, seni dell'arteria carotide interna - anche invariati, poiché non c'è asimmetria, i loro contorni sono chiari e uniformi;
  • Poi arriva la descrizione dei bulbi oculari e il contenuto delle orbite oculari - senza segnali patologici, ad es. normale;
  • L'area dell'angolo cerebellopontino - il sito di scarico del nervo uditivo o cocleare vestibolare responsabile dell'udito - senza cambiamenti, il nervo è determinato su entrambi i lati;
  • I seni paranasali sono descritti - nel seno mascellare destro c'è una cisti - i seni rimanenti sono normali, la pneumatizzazione è normale (contengono aria, non pus o liquido);
  • Segue lo studio dei vasi cerebrali o dell'angiografia RM - l'assenza di cambiamenti nel calibro, la simmetria, l'assenza di spostamento e il restringimento del lume - la norma. È consentito un leggero restringimento;
  • Quindi viene eseguita la venografia - nessun cambiamento e calibro normale - normale.

In conclusione, vengono apportati solo cambiamenti patologici: in questo caso, focolai di ischemia, atrofia delle regioni temporali frontotemporali, cisti del seno mascellare. In generale, l'immagine corrisponde all'età del paziente - 65 anni. Segni di risonanza magnetica di encefalopatia vascolare: la diagnosi finale sarà determinata dal medico. Si noti che normalmente nelle immagini non vi sono cambiamenti, focali o diffusi (distribuiti uniformemente), cisti, tumori, neoplasie, aree di iper patologia o ipo-intensità del segnale. Le formazioni anatomiche hanno contorni chiari e uniformi, non sono di parte, simmetriche. I vasi sono simmetrici, senza segni di restringimento del lume, con un decorso e un calibro normali, il segnale intraluminale (in realtà sangue nel vaso) è omogeneo, il che indica l'assenza di coaguli di sangue nel lume di un'arteria o vena.

Allo stesso modo, la decrittazione e la descrizione delle immagini vengono eseguite in qualsiasi clinica. Tuttavia, l'accuratezza della conclusione dipende dalle qualifiche del medico di diagnostica MRI..

Ciò che mostra una risonanza magnetica del cervello

Per alcuni pazienti neurologi, la risonanza magnetica (MRI) è diventata una routine. Ma ci sono persone che non hanno mai subito questo esame. L'esame della testa e del collo su un tomografo viene eseguito solo se indicato, se i sintomi lamentati dal paziente indicano danni ai tessuti della testa. Ciò che la risonanza magnetica cerebrale mostra viene quindi utilizzato per diagnosticare e prescrivere il trattamento..

p, blockquote 2.0,0,0,0 ->

Cos'è la risonanza magnetica e in che modo questa procedura differisce dalla TC, dai raggi X.?

La base della risonanza magnetica è la misurazione delle reazioni geodinamiche che si verificano nei tessuti umani sotto l'influenza dei campi magnetici. Questo è un metodo di ricerca altamente informativo che ti permette di avere un quadro completo dello stato del cervello.

p, blockquote 3,0,0,0,0,0 ->

A differenza della tomografia computerizzata o della radiografia, la risonanza magnetica non utilizza radiazioni radiazioni. Per questo motivo, non vi è alcun effetto negativo minimo sul corpo umano. Ma non sempre il paziente può sottoporsi esattamente a risonanza magnetica, ci sono controindicazioni a questa procedura. Inoltre, sulla TC è meglio esaminare i tessuti duri (strutture ossee, organi ENT) e la risonanza magnetica - morbida (sostanza cerebrale, corteccia cerebrale).

p, blockquote 4,0,0,0,0,0 ->

Con l'aiuto della risonanza magnetica, è possibile stabilire se ci sono neoplasie, tumori cancerosi, cisti nella cavità della testa. Inoltre, entro un millimetro, determinare le loro dimensioni e caratterizzare la struttura. Per scoprire quanto velocemente cresce il tumore, esiste una minaccia per la vita umana, la distruzione del tessuto cerebrale, vengono eseguiti diversi esami.

p, blockquote 5,0,0,0,0,0 ->

Non tutti sanno che questa procedura è assolutamente sicura. Se il paziente è interessato, per il quale viene eseguita una risonanza magnetica della testa, che determina, il medico spiegherà tutto in modo che il paziente non abbia paura e possa passare in sicurezza l'esame.

p, blockquote 6.0,0,0,0 ->

p, blockquote 7,0,1,0,0 ->

Quando ottenere una risonanza magnetica?

Di solito, un medico fa una diagnosi preliminare basata su reclami umani e dati dell'esame. Se è necessario confermare o confutare, viene eseguito un esame approfondito del paziente. La RM è prescritta se al paziente viene diagnosticata:

p, blockquote 8,0,0,0,0 ->

  • Lesioni alla testa o al collo: commozione cerebrale, frattura delle ossa del cranio, base del cranio.
  • Ictus emorragico o ischemico.
  • Neoplasie nella cavità cranica: tumori benigni, tumori, cisti.
  • Sclerosi multipla.
  • Demenza.
  • Angiopatia dei vasi della testa e del collo.
  • Aterosclerosi.
  • Rottura dell'aneurisma.
  • Ematomi nel cervello.
  • Pressione intracranica patologicamente aumentata.
  • idrocefalia.
  • Meningite.
  • Epilessia e tutti i tipi di convulsioni toniche, cloniche, sincopali.

Esistono numerosi sintomi che indicano una compromissione della funzione cerebrale, una compromissione della circolazione cerebrale. Questi includono:

p, blockquote 9,0,0,0,0 ->

  • Frequenti mal di testa di varia intensità e localizzazione.
  • Capogiri, perdita di equilibrio, compromissione della coordinazione.
  • Intorpidimento di braccia, gambe, in particolare unilaterale.
  • Nausea, vomito non correlati all'alimentazione.
  • Compromissione visiva o uditiva.
  • Compromissione intellettuale, perdita di memoria.
  • svenimenti.
  • spasmi.

Potrebbe essere necessario sottoporsi a una risonanza magnetica dei vasi della testa per una persona che sta abusando di alcol, poiché questa cattiva abitudine porta alla distruzione del tessuto cerebrale. L'esame viene eseguito anche se il paziente deve sottoporsi a un intervento chirurgico al cervello, ai vasi del collo, alla testa.

p, blockquote 10,0,0,0,0 ->

L'osservazione postoperatoria include il passaggio di imaging a risonanza magnetica, se richiesto dalle condizioni del paziente.

p, blockquote 11,0,0,0,0 ->

Controindicazioni per la risonanza magnetica

Non tutti i pazienti possono essere sottoposti a risonanza magnetica. L'esame su un tomografo può essere controindicato:

p, blockquote 12,0,0,0,0 ->

  • Se ci sono protesi metalliche nel corpo del paziente: placche nel cranio, ferri da maglia nelle ossa, fermagli nei denti, ecc. Durante l'esame, il metallo può spostarsi, causando danni al paziente.
  • Il paziente ha un pacemaker.
  • Il paziente è diabetico, ha un sistema per la somministrazione di insulina (pompa).
  • Ci sono clip emostatiche sui vasi umani.
  • Sul corpo del paziente sono presenti tatuaggi realizzati con vernici contenenti particelle metalliche..

Restrizioni alla risonanza magnetica possono essere introdotte in altre situazioni. Assicurati di informare il tuo medico se:

p, blockquote 13,0,0,0,0 ->

  • Il paziente aspetta un bambino (nel primo trimestre di gravidanza non è consigliabile una risonanza magnetica).
  • Al paziente è stata diagnosticata un'insufficienza cardiaca, renale e epatica.
  • Il paziente ha claustrofobia e non può passare attraverso la procedura nel tubo chiuso del tomografo. Per tali pazienti ci sono dispositivi moderni - con un sistema aperto.
  • Una persona è allergica allo iodio, quindi non è possibile eseguire la risonanza magnetica con contrasto.

p, blockquote 14,0,0,0,0 ->

Non è sempre possibile eseguire una risonanza magnetica della testa e dei vasi cerebrali di una persona il cui peso supera i 120-150 kg a causa del fatto che la tabella per la procedura non è progettata per un peso elevato.

p, blockquote 15,1,0,0,0 ->

Preparazione alla risonanza magnetica

Il neuropatologo, che dirige l'esame del paziente, non solo lo esamina e lo interroga. La storia della malattia, la cartella clinica del paziente sono attentamente studiate, lo stato di salute generale, la presenza di malattie croniche sono prese in considerazione. Il paziente deve informare il medico se si è recentemente sottoposto a tomografia computerizzata con contrasto, poiché ciò potrebbe distorcere le immagini su una termocamera a risonanza magnetica. È anche consigliabile parlare di tutti i farmaci che il paziente prende, anche le vitamine. Alcune sostanze medicinali possono macchiare il sangue e anche distorcere i dati nella foto..

p, blockquote 16,0,0,0,0 ->

Se una persona è molto preoccupata prima della procedura, non può rimanere ferma a lungo, potrebbe essere offerto di assumere un farmaco sedativo per facilitare il trasferimento di un lungo esame.

p, blockquote 17,0,0,0,0 - ->

Per la procedura è necessario indossare abiti che non ostacolino il movimento, non ostacolare la respirazione. Immediatamente prima di una risonanza magnetica in una stanza separata, il paziente rimuove tutti i gioielli in metallo, fermagli per capelli, anelli, lascia telefoni cellulari, portafogli, carte di plastica. Non ci dovrebbero essere elementi metallici sul paziente durante il passaggio del tomografo, poiché possono distorcere i dati ottenuti nell'immagine.

p, blockquote 18,0,0,0,0 ->

Come è la procedura?

Due ore prima di sottoporsi a una risonanza magnetica della testa e dei vasi sanguigni del cervello, puoi mangiare e bere, se questo non è vietato individualmente dal medico.

p, blockquote 19,0,0,0,0 ->

In alcune strutture mediche, un paziente può essere invitato a cambiarsi in una camicia da ospedale allentata. Per condurre l'esame, una persona si sdraia su un tavolo speciale, su di esso ci sono rulli che l'assistente di laboratorio mette il paziente sotto il collo, le ginocchia, in modo che sia più comodo per lui mentire. Le cinghie di fissaggio sono talvolta utilizzate per ottenere l'immobilità. Se necessario, il paziente è immerso nel sonno artificiale..

p, blockquote 20,0,0,0,0 ->

Intorno alla testa del paziente sono presenti sensori per la trasmissione e la ricezione di onde radio. Nella sala d'esame, il paziente giace da solo. L'assistente di laboratorio è nella sala di trattamento, controlla le condizioni del soggetto, dice quando è necessario trattenere il respiro, chiudere gli occhi. Tempo di procedura - da 15 minuti e oltre.

p, blockquote 21,0,0,0,0 ->

La risonanza magnetica con l'introduzione di un mezzo di contrasto viene spesso eseguita con patologie rivelate dei vasi della testa e del collo. Inoltre, può essere necessario un contrasto nei casi in cui durante la TC si confermi che il paziente ha ematomi nella cavità della testa che possono essere rimossi chirurgicamente. Ciò è necessario per chiarire le dimensioni dell'ematoma, la sua posizione.

p, blockquote 22,0,0,1,0 ->

Decifrare i risultati

Le immagini ricevute su un computer possono essere ulteriormente elaborate utilizzando un programma speciale. A causa del fatto che il tessuto cerebrale viene fotografato da diverse angolazioni, l'output riceve sezioni del cervello, da cui è possibile creare un'immagine tridimensionale. Confrontando la foto di una persona sana e di un paziente, il medico può vedere le differenze nello stato dei tessuti e fare una diagnosi accurata..

p, blockquote 23,0,0,0,0 ->

Ad esempio, se una persona ha subito un ictus emorragico, si forma una zona di maggiore densità, un ematoma nei tessuti cerebrali, che può mostrare una risonanza magnetica del cervello. L'emorragia appare più chiara nelle immagini di tessuto cerebrale sano.

p, blockquote 24,0,0,0,0 ->

Nelle immagini è possibile ottenere dati su:

p, blockquote 25,0,0,0,0 ->

  • Le caratteristiche del letto vascolare: ci sono restringimenti, trombosi, flusso sanguigno alterato.
  • Lo stato del tessuto cerebrale di un paziente post-ictus: localizzazione dell'emorragia, volume del tessuto danneggiato.
  • La crescita di una cisti o un cancro, una possibile metastasi ad altri tessuti della testa.
  • Localizzazione di aneurismi, ematomi, formazioni cistiche.
  • Volume del fluido cerebrale.
  • Allargamento patologico di qualsiasi parte del cervello.

Tutte le immagini possono essere salvate su supporto elettronico, se lo si desidera, il paziente può metterle tra le mani.

p, blockquote 26,0,0,0,0 ->

Attenzione! Non ha senso confrontare le tue foto con le opzioni standard presentate su Internet. Solo uno specialista esperto può determinare se ci sono anomalie nel tessuto cerebrale..

I bambini hanno una risonanza magnetica??

La risonanza magnetica è una procedura assolutamente sicura e indolore. Può essere eseguito anche dai bambini, ma un piccolo paziente non può sempre mantenere l'immobilità necessaria per ottenere un'immagine di alta qualità. È per questo motivo che la RM viene prescritta a un bambino solo dopo aver raggiunto i 7 anni. Lo scolaro può già capire cosa gli viene richiesto, sdraiarsi per un certo tempo con calma.

p, blockquote 28,0,0,0,0 ->

Se è urgentemente necessario esaminare un bambino su un tomografo, è possibile utilizzare l'anestesia. Ma viene introdotto solo se il piccolo paziente non ha controindicazioni ad esso.

p, blockquote 29,0,0,0,0 -> p, blockquote 30,0,0,0,1 ->

Una procedura come la risonanza magnetica dei vasi della testa aiuta a determinare con precisione se si verificano processi patologici nel cervello, a registrare neoplasie e a monitorare la loro crescita in dinamica. Sono i risultati della decodifica delle immagini che sono decisivi quando si prescrive un trattamento o si sceglie un metodo di intervento chirurgico.

Data di pubblicazione: 03/09/2017

Neurologo, riflessologo, diagnostico funzionale

Esperienza 33 anni, categoria più alta

Competenze professionali: diagnosi e trattamento del sistema nervoso periferico, malattie vascolari e degenerative del sistema nervoso centrale, trattamento del mal di testa, sollievo delle sindromi dolorose.

Leggi Vertigini